UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Clostrivax

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Clostrivax sottoc. 1 flacone 250 ml

A cosa serve

Clostrivax Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Clostridico Misto Per Uso Veterinario, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini batterici inattivati (inclusi Mycoplasma, Toxoide e Clamydia). E' commercializzato in Italia dall'azienda Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A..

Clostrivax pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A.
Concessionario: Fatro Industria Farmaceutica Veterinaria S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Clostridico Misto Per Uso Veterinario
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili


Principio Attivo

1 dose per ovini (3 ml) contiene: coltura inattivata di Clostridium chauvoei non meno di 30 U.O.; coltura inattivata di Clostridium novyi B non meno di 7,5 U.O.; coltura inattivata di Clostridium novyi D non meno di 7,5 U.O.; anatossina di Clostridium novyi B: per indurre una risposta sierologica non inferiore a 3,5 U.I. per ml di siero; anatossina di Clostridium novyi D: per indurre una risposta sierologica non inferiore a 10 U.I. per ml di siero; anatossina [7:b] di Clostridium perfringens: per indurre una risposta sierologica non inferiore a 10 U.I. per ml di siero; anatossina [7:e] di Clostridium perfringens : per indurre una risposta sierologica non inferiore a 5 U.I. per ml di siero; anatossina di Clostridium septicum: per indurre una risposta sierologica non inferiore a 2,5 U.I. per ml di siero; anatossina di Clostridium tetani: per indurre una risposta sierologica non inferiore a 2,5 U.I. per ml di siero; adiuvante: alluminio idrossido.

Indicazioni

profilassi vaccinale delle malattie sostenute da Clostridium perfringens B, C e D, Clostridium novyi B e D, Clostridium chauvoei, Clostridium septicum e Clostridium tetani in bovini ed ovini: enterotossiemie, dissenteria degli agnelli, enterite necrotica, malattia del rene molle, epatite necrotica infettiva, emoglobinuria bacillare, edema maligno, carbonchio sintomatico, tetano.

Posologia

inoculare per via strettamente sottocutanea; ovini: 3 ml; schema vaccinale di base: 2 inoculazioni a 4 settimane di distanza; pecore adulte: un richiamo 2-4 settimane prima di ogni parto; agnelli nati da pecore vaccinate: applicare lo schema di base a partire dalle 8-10 settimane di vita; agnelli nati da pecore non vaccinate: applicare lo schema di base a partire dalle 2-3 settimane di vita; bovini: 5 ml; 2 inoculazioni a 4 settimane di distanza; richiami successivi ogni 6 mesi.

Avvertenze

il flacone contenente il vaccino deve essere agitato prima e durante l'uso. Somministrare a soggetti in buone condizioni di salute. Per la somministrazione del vaccino adottare le normali precauzioni di asepsi.