Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Citramox L.A.

Alivira Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 19/04/2021




A cosa serve

Citramox L.A. è un medicinale veterinario a base del principio attivo Amoxicillina Triidrato, appartenente alla categoria degli Antibatterici penicillinici e nello specifico Penicilline ad ampio spettro. E' commercializzato in Italia dall'azienda Alivira Italia S.r.l..

Citramox L.A. può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Karizoo SA
Concessionario: Alivira Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Amoxicillina Triidrato
Gruppo terapeutico: Antibatterici penicillinici
Forma farmaceutica: sospensione

Confezioni

Citramox L.A. 150 mg/ml sospensione iniettabile 1 flacone 100 ml
Citramox L.A. 150 mg/ml sospensione iniettabile 1 flacone 250 ml

Principio Attivo

1 ml contiene: Amoxicillina 150.00 mg (equivalente a 172,20 mg di amoxicillina triidrato).

Indicazioni

nei bovini: Trattamento delle infezioni respiratorie causate da Mannheimia haemolytica e Pasteurella multocida sensibile alla amoxicillina.
Nei suini: trattamento delle infezioni respiratorie causate da Pasteurella multocida sensibile alla amoxicillina.

Controindicazioni

Non usare in caso di ipersensibilità nota a penicilline, cefalosporine o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Non usare in caso di grave disfunzione renale con anuria e oliguria.Non usare in conigli, lepri, criceti, cavie o altri piccoli erbivori. Non somministrare agli equidi, poiché l'amoxicillina - come tutte le aminopenicilline - può influenzare negativamente la flora batterica del cieco. Non somministrare per via endovenosa

Posologia

Uso intramuscolare. Per garantire un dosaggio corretto ed evitare il sottodosaggio, il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile. 15 mg di amoxicillina per kg di peso corporeo; corrispondente a 1 ml di medicinale veterinario per 10 kg. La somministrazione deve essere ripetuta una volta dopo 48 ore. Nei bovini, non somministrare più di 20 ml di medicinale veterinario per sito di iniezione. Nei suini, non somministrare più di 6 ml di medicinale veterinario per sito di iniezione. È necessario utilizzare un sito di iniezione separato per ciascuna somministrazione. Agitare vigorosamente il flacone per ottenere la piena risospensione prima dell'uso. Come con altri preparati iniettabili, devono essere osservate le normali precauzioni asettiche. Per flaconi da 100 ml: non forare il flacone più di 15 volte: se necessario, utilizzare siringhe automatiche. Per flaconi da 250 ml: non forare il flacone più di 20 volte: se necessario, utilizzare siringhe automatiche.

Avvertenze

Il prodotto non è efficace contro gli organismi che producono beta-lattamasi. È stata dimostrata completa resistenza crociata tra amoxicillina e altre penicilline, in particolare le amino-penicilline. L'uso del prodotto/amoxicillina deve essere attentamente considerato quando il test di sensibilità antimicrobica ha dimostrato resistenza alle penicilline perché la sua efficacia può essere ridotta.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: L'uso del prodotto dovrebbe basarsi sull'identificazione e sui test di sensibilità del patogeno(i) bersaglio isolato(i) dall'animale. Se ciò non fosse possibile, la terapia dovrebbe basarsi su informazioni epidemiologiche e conoscenze sulla suscettibilità dei batteri bersaglio a livello di allevamento o a livello locale/regionale. L'uso del prodotto deve essere conforme alle politiche antimicrobiche ufficiali, nazionali e regionali. L'uso del prodotto che si discosta dalle istruzioni fornite nel riassunto delle caratteristiche del prodotto può aumentare la prevalenza di batteri resistenti all'amoxicillina e può ridurre l'efficacia del trattamento con altre penicilline, a causa del potenziale rischio di resistenza crociata.La somministrazione del latte di scarto contenente residui di amoxicillina ai vitelli dovrebbe essere evitata fino alla fine del periodo di attesa per il latte (tranne durante la fase colostrale), poiché potrebbe selezionare batteri resistenti agli antimicrobici all'interno del microbiota intestinale del vitello ed aumentare la disseminazione fecale di questi batteri.

Tempi di sospensione

Bovini: Carne e visceri: 18 giorni. Latte: 3 giorni. Suini: Carne e visceri: 20 giorni.