Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cidr Ovis

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cidr Ovis 0,35 g sacchetto con 20 dispositivi intravaginali a rilascio controllato per ovini

A cosa serve

Cidr Ovis è un medicinale veterinario a base del principio attivo Progesterone, appartenente alla categoria degli Regolatori del ciclo estrale e nello specifico Derivati del pregnene (4). E' commercializzato in Italia dall'azienda Zoetis Italia S.r.l..

Cidr Ovis può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Zoetis Italia S.r.l.
Concessionario: Zoetis Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Progesterone
Gruppo terapeutico: Regolatori del ciclo estrale
Forma farmaceutica: dispositivo medico


Principio Attivo

ciascun dispositivo contiene: Progesterone 0,35 g.

Indicazioni

per l'induzione e la sincronizzazione dell'estro e dell'ovulazione nelle pecore non cicliche durante l'anaestro stagionale. Per l'induzione e la sincronizzazione dell'estro e dell'ovulazione nelle pecore cicliche e non cicliche per anticipare la stagione riproduttiva. Da utilizzare in combinazione con eCG.

Posologia

uso intravaginale. 0,35 g di progesterone per animale. Lasciare il dispositivo intravaginale in posizione per 12 giorni, far seguire un'iniezione di eCG (PMSG) da somministrare alla rimozione del dispositivo. La comparsa dell'estro si manifesta entro 1-2 giorni dalla rimozione del dispositivo. In uno studio su 11 pecore di razza Lacaune, l'ovulazione si è verificata tra 42 e 58 ore dopo l'iniezione di eCG, la maggior parte (73%) delle ovulazioni tra 50 e 54 ore. Nel caso in cui siano utilizzate l'inseminazione artificiale e delle tecniche di riproduzione avanzate (ad esempio, l'embryo transfer), i tempi di ovulazione devono essere presi in considerazione per ottenere risultati ottimali con la tecnica selezionata.
Per la somministrazione utilizzare un applicatore, seguendo la procedura descritta sotto: prima dell'uso, assicurarsi che l'applicatore sia pulito e immerso in una soluzione antisettica non irritante; indossando guanti sterili monouso, ripiegare i bracci del dispositivo e inserirlo nell'applicatore. I bracci del dispositivo possono sporgere leggermente dall'estremità dell'applicatore. Prestare attenzione per evitare il prolungato o non necessario maneggiamento del prodotto allo scopo di minimizzare il trasferimento del principio attivo ai guanti dell'operatore. Applicare una piccola quantità di lubrificante per ostetricia all'estremità dell'applicatore. Sollevare la coda dell'animale e pulire vulva e perineo. Inserire delicatamente l'applicatore in vagina, prima in direzione verticale e poi orizzontale fin quando si incontra resistenza. Assicurarsi che la cordicella per la rimozione sia libera, premere la maniglia dell'applicatore e permettere al cilindro di spostarsi indietro verso la maniglia. Così si rilasciano i bracci del dispositivo, trattenendolo nella parte anteriore della vagina. Con il dispositivo correttamente posizionato, ritirare l'applicatore lasciando che la cordicella per la rimozione fuoriesca dalla vulva. Lavare e disinfettare l'applicatore prima di utilizzarlo per un altro animale. RimozioneIl dispositivo può essere rimosso tirando delicatamente la cordicella. Nel caso in cui la cordicella del dispositivo non fosse visibile dall'esterno dell'animale, essa può essere individuata nella parte posteriore della vagina con un dito protetto da guanto. Circa 1 dispositivo su 10 può essere perso da un animale. La rimozione del dispositivo non dovrebbe richiedere sforzo. Nel caso si incontrasse resistenza, si consiglia di rimuovere il dispositivo con un dito protetto da guanto. Se la rimozione presenta difficoltà oltre quelle sopra descritte, richiedere il consiglio di un veterinario.Il dispositivo è indicato per un singolo impiego.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'efficacia e la sicurezza del medicinale veterinario non è stata valutata in pecore in condizioni fisiche non idonee, che hanno un punteggio di condizione corporea (BCS) ] 4, che hanno avuto complicazioni durante le precedenti gravidanze o parti, o che hanno partorito negli ultimi 45 giorni. Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio/beneficio del veterinario responsabile. Gli animali in condizioni fisiche non idonee, sia per malattia, che per inadeguata nutrizione o altri fattori, possono rispondere in modo inadeguato al trattamento.Non usare nelle pecore gravide. La sicurezza del medicinale veterinario durante l'allattamento non è stata stabilita. Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio-beneficio del veterinario responsabile.