Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cevazuril Per Suinetti

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cevazuril per suinetti 50 mg/ml os sospensione 250 ml
Cevazuril per suini 50 mg/ml os sospensione 1 litro

A cosa serve

Cevazuril Per Suinetti è un medicinale veterinario a base del principio attivo Toltrazuril, appartenente alla categoria degli Anticoccidici (v. anche sulfamidici) e nello specifico Triazine. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Cevazuril Per Suinetti può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Toltrazuril
Gruppo terapeutico: Anticoccidici (v. anche sulfamidici)
Forma farmaceutica: sospensione


Principio Attivo

1 ml contiene: Toltrazuril 50 mg.

Indicazioni

suinetti (3-5 giorni): per la prevenzione dei sintomi clinici di coccidiosi in suinetti neonati in allevamenti con anamnesi di coccidiosi accertata sostenuta da Isospora suis. Vitelli: per la prevenzione dei sintomi clinici di coccidiosi e riduzione della diffusione dei coccidi in vitelli destinati alla rimonta di bovine che producono latte per il consumo umano (bovine da latte) in allevamenti con una dimostrata presenza di coccidiosi sostenuta da Eimeria bovis o Eimeria zuernii.

Posologia

uso orale. Agitare bene prima dell'uso. Suinetti: trattamento individuale. Ogni suinetto deve essere trattato tra il 3°-5° giorno di vita con una singola dose per via orale di 20 mg toltrazuril/kg peso corporeo pari a 0,4 ml di sospensione orale per kg di peso corporeo. Il trattamento in corso di infestazione è di scarsa efficacia per il singolo suinetto a causa del danno già avvenuto del piccolo intestino. A causa del piccolo volume necessario al trattamento dei singoli suinetti, è raccomandato l'utilizzo di un dispositivo di dosaggio che consenta la somministrazione di una dose accurata pari a 0,1 ml. Vitelli: ogni vitello deve essere trattato con una singola dose per via orale pari a 15 mg toltrazuril/kg di peso corporeo corrispondente a 3 ml di sospensione orale per 10 kg di peso corporeo. Per il trattamento di un gruppo di animali della stessa razza e della stessao simile età, il dosaggio dovrebbe essere adattato al peso dell'animale più pesante di questo gruppo. Allo scopo di assicurare la somministrazione di una dose corretta, il peso corporeo dovrebbe essere calcolato nel modo più accurato possibile.

Avvertenze

come per qualsiasi antiparassitario, l'uso frequente e ripetuto di antiprotozoari della stessa classe può portare allo sviluppo di resistenza. Si raccomanda di trattare tutti i suinetti della nidiata e tutti i vitelli nello stesso recinto. Misure igieniche possono ridurre il rischio di coccidiosi suina e bovina. Pertanto si raccomanda di migliorare in concomitanza le condizioni igieniche nell'allevamento interessato in particolar modo tenendolo asciutto e pulito. Per modificare il corso di un'infezione clinica accertata da coccidiosi in singoli animali che mostrano già sintomi diarroici può essere richiesta una terapia di supporto aggiuntiva. Allo scopo di ottenere il massimo beneficio, gli animali dovrebbero essere trattati prima della comparsa dei segni clinici attesi, cioè nel periodo di prepatenza.