Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cevac Transmune

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cevac Transmune scatola con 20 fiale liofilizzato da 2.000 dosi di vaccino
Cevac Transmune scatola con 20 fiale liofilizzato da 4.000 dosi di vaccino

A cosa serve

Cevac Transmune è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Borsite Infettiva Aviaria (malattia Di Gumboro) Vivo, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Cevac Transmune può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Borsite Infettiva Aviaria (malattia Di Gumboro) Vivo
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile


Principio Attivo

liofilizzato per sospensione iniettabile con diluente. Virus vivo attenuato della malattia di IBD, ceppo Winterfield 2512 (almeno 0,1 *CID[6:50] per dose) combinato con anticorpi della bursite infettiva (titolo VN di almeno 90**) presentato come un vaccino multidose liofilizzato.
*CID[6:50] (Dose infettante il 50% dei polli), **titolo VN (titolo di Virus Neutralizzazione)

Indicazioni

per l'immunizzazione attiva di polli al fine di ridurre la mortalità, la sintomatologia clinica, la perdita di peso e le lesioni acute alla borsa di Fabrizio associate ad infezioneda virus aviari molto virulenti della Bursite Infettiva (Infectious Bursal Disease - IBD). Il rilascio del virus vaccinale dal complesso (e la conseguente immunizzazione) è influenzato dalla naturale diminuzione degli anticorpi di derivazione materna (MDA), ciò non si verifica fin tanto che MDA ha raggiunto livelli relativamente bassi. L'inizio della protezione clinica dipende dal livello iniziale di MDA. In polli vaccinati si raggiunge entro1 giorno dalle prime manifestazioni dell'effetto del virus vaccinale nella borsa di Fabrizio. In pratica ci si aspetta che ciò si verifichi tra 21 e 32 giorni di età in gruppi di polli da carne. Durata dell'immunità: fino a 42 giorni di età. I test di infezione sperimentale con ceppi virulenti condotti a supporto delle indicazioni d'uso sono stati eseguiti su polli con un titolo ELISA di MDA di 6.000 (pulcini di un giorno di età). Le prove di campo eseguite hanno evidenziato che la replicazione del virus vaccinale nella borsa di Fabrizio si verifica in polli aventi alla schiusa livelli di titolo MDA fino a 14.000 unità ELISA ma la protezione di questi volatili è stata valutata solo sulla base dei dati sierologici ed istologici della borsa di Fabrizio.

Posologia

uso per via in-ovo o sottocutanea: devono essere somministrati 0,05 ml di Cevac Transmune nell'uovo embrionato al 18esimo giorno di sviluppo embrionale o deve essere somministrato 0,1 ml per via sottocutanea nell'area del collo di pulcini da carne di un giorno. Il vaccino deve essere somministrato utilizzando dispositivi per l'in-ovo o una siringa automatica per la somministrazione sottocutanea. Utilizzare dispositivi ed attrezzature sterili per la ricostituzione e per la somministrazione del vaccino.
Ricostituzione del vaccino: somministrazione in-ovo di 0,05 ml per dose:
calcolare e preparare il volume richiesto del vaccino ricostituito come segue: una singola fiala contenente 2000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 100 ml di diluente; una singola fiala contenente 4000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 200 ml di diluente; una singola fiala di 5000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 250 ml di diluente; due fiale contenenti 2500 dosi di componente liofilizzato vanno ricostituite in 250 ml di diluente; due fiale contenenti 5000 dosi di componente liofilizzato vanno ricostituite in 500 ml di diluente; quattro fiale contenenti 5000 dosi di componente liofilizzato vanno ricostituite in 1000 ml di diluente.
Prelevare 2 ml di diluente e versarli nella fiala di vetro contenente il componente liofilizzato.
Sciogliere completamente il vaccino agitando delicatamente e trasferirlo nella bottiglia di plastica del diluente.
Sciacquare la fiala con altri 2 ml di liquido e trasferire il liquido del lavaggio nella bottiglia di plastica del diluente.
Ripetere l'operazione di risciacquo.
Somministrazione del vaccino: l'intero vaccino ricostituito deve essere utilizzato entro 2 ore. Somministrazione sottocutanea di 0,1 ml per dose:
Calcolare e preparare il volume richiesto del vaccino ricostituito come segue: una singola fiala contenente 2000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 200 ml di diluente; una singola fiala di 2500 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 250 ml di diluente; una singola fiala di 4000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 400 ml di diluente; una singola fiala contenente 5000 dosi di componente liofilizzato va ricostituita in 500 ml di diluente; due fiale contenenti 5000 dosi di componente liofilizzato vanno ricostituite in 1000 ml di diluente.
Prelevare 2 ml di diluente e versarli nella fiala di vetro contenente il componente liofilizzato.
Sciogliere completamente il vaccino agitando delicatamente e trasferirlo nella bottiglia di plastica del diluente.
Sciacquare la fiala con altri 2 ml di liquido e trasferire il liquido del lavaggio nella bottiglia di plastica del diluente.
Ripetere l'operazione di risciacquo.

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali:
somministrazione in-ovo: per la somministrazione in-ovo devono essere utilizzate attrezzature per iniezione in-ovo. Il dispositivo/i utilizzato/i per la ricostituzione del vaccino e per l'iniezione deve/devono essere sterile/i e privo/i di qualsiasi residuo di disinfettante. Il dispositivo deve essere verificato al fine di somministrare con sicurezza ed efficacia la corretta dose di 0,05 ml di vaccino direttamente nel sacco amniotico o nell'embrione. I residui di disinfettante sulla superficie interna dei dispositivi ed attrezzature utilizzate per la ricostituzione e somministrazioni possono distruggere i virus vivi e diminuire l'efficacia del vaccino. Prima di qualsiasi somministrazione in-ovo si può verificare la tecnica di vaccinazione tramite l'uso di una soluzione colorata. Le istruzioni del produttore inerenti il dispositivo devono essere seguite rigorosamente. Per la pulizia dello strumento possono essere utilizzati solamente prodotti approvati dal produttore. Si raccomanda l'uso di aghi dal diametro di 0,4 - 0,8 mm della lunghezza di 25 - 28 mm e pressione di inoculo tra 3,5 bar (50 psi) e 5 bar (72 psi).
Somministrazione sottocutanea: per la somministrazione sottocutanea può essere usata una siringa automatica. Il dispositivo/i utilizzato/i per la ricostituzione del vaccino e per l'iniezione deve/devono essere sterile/i e privo/i di qualsiasi residuo di disinfettante. Residui di disinfettante sulla superficie interna dei dispositivi ed attrezzature utilizzate per la ricostituzione e somministrazioni possono distruggere i virus vivi e diminuire l'efficacia del vaccino. Il dispositivo deve essere verificato al fine di somministrare con sicurezza ed efficacia la corretta dose di 0,1 ml di vaccino. Le istruzioni per l'uso di questo dispositivo devono essere seguite rigorosamente. Il vaccino deve essere inoculato per via sottocutanea a livello del collo del pollo da carne di un giorno. Per la pulizia della siringa automatica possono essere utilizzati solamente prodotti approvati dal produttore. Per stimolare l'immunità attiva contro virus molto virulenti della Bursite Infettiva nei polli nati da galline vaccinate contro IBD. Il vaccino contiene il ceppo IBDV vivo intermediate plus Winterfield 2512 legato a specifiche immunoglobuline. Entrambi i componenti formano un complesso che è somministrato tramite vaccinazione. Il vaccino virale ceppo Winterfield 2512 somministrato come vaccino non immuno-complesso induce un punteggio medio delle lesioni istologiche di 2,2 nella borsa di Fabrizio 28 giorni dopo la vaccinazione (dopo vaccinazione orale di polli SPF dell'età di 1 giorno con 10 dosi). La gravità e durata delle lesioni sono meno significative a seguito della somministrazione del vaccino immuno-complesso. In polli senza MDA l'inoculazione del vaccino provoca una significativa immunosoppressione e lesioni bursali. Pertanto non è consigliato vaccinare uova provenienti da gruppi di riproduttori che generano pulcini di un giorno di vita con titoli MDA inferiori a 3.000 unità ELISA. Utilizzare un'indagine preliminare per stimare il livello di MDA dei pulcini: 20 pulcini di 1 giorno di età provenienti dallo stesso gruppo di riproduttori dovrebbero essere testati per rilevare il loro stato sierologico per IBDV. I risultati di questo campionamento indicheranno se ci si può aspettare che il livello MDA sia di almeno 3.000 unità ELISA nelle schiuse delle 4 settimane successive di questo gruppo di riproduttori e pertanto che sono idonei per la vaccinazione con Cevac Transmune. In base ai risultati ed alle necessità questa indagine deve essere ripetuta in momenti diversi del periodo di deposizione. Il virus vaccinale è escreto da uccelli vaccinati e può diffondersi ad uccelli sensibili, può essere rilevato in uccelli non vaccinati 4 - 7 giorni più tardi. Per controllare la diffusione del virus, i mezzi di immunizzazione usati per l'iniezione ed i luoghi di incubazione dovrebbero essere decontaminati dopo la vaccinazione. I polli nati da uova vaccinate non dovrebbero essere mischiati con quelli nati da uova non vaccinate. Si dovrebbero prendere delle precauzioni riguardo la diffusione tra capannoni. Si raccomanda la vaccinazione dell'intero sito. I capannoni dovrebbero essere decontaminati tra un ciclo e l'altro. Può essere conseguita una protezione soddisfacente solo in embrioni correttamente sviluppati a 18 giorni di incubazione o in pulcini di un giorno sani. Si suggerisce di effettuare la speratura delle uova da inoculare e di eliminare le uova contenenti embrioni morti. Non è disponibile alcuna informazione sulla sicurezza e l'efficacia di questo vaccino se utilizzato con qualsiasi altro medicinale veterinario. La decisione di utilizzare questo vaccino prima o dopo qualsiasi altro medicinale veterinario deve pertanto essere presa valutando ogni singolo caso. Non sono state osservate reazioni avverse diverse da quelle riportate nella relativa sezione in caso di somministrazione di una dose di 10 volte superiore. Non usare su uova destinate alla produzione di ovaiole e polli da riproduzione. Non somministrare a pulcini di un giorno di vita destinati a divenire galline ovaiole o riproduttori. Non mescolare con qualsiasi altro medicinale veterinario fatta eccezione per il diluente fornito per l'uso con il prodotto.