Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cevac Salmovac

Ultimo aggiornamento: 31/08/2022




A cosa serve

Cevac Salmovac è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Salmonella Enteritidis Vivo, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini batterici vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Cevac Salmovac può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Vaccino Salmonella Enteritidis Vivo
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Cevac Salmovac 1 flacone 1000 dosi

Principio Attivo

Salmonella Enteritidis, ceppo mutante 441/014, con due attenua- zioni (adenina – istidina auxotrofico) 1 - 8 x 10[5:8] UFC*
*UFC = Unità Formanti Colonia

Indicazioni

immunizzazione attiva dei polli per ridurre la colonizzazione, la permanenza e la disseminazione di Salmonella Enteritidis e Salmonella Typhimurium all'apparato intestinale ed agli organi interni. L'immunità si instaura entro 6 giorni, dopo la prima vaccinazione. L'immunità per Salmonella Enteritidis persiste per 35 settimane dopo la 2[5:a] vaccinazione e per 63 settimane dopo la terza vaccinazione, quando si adotta lo schema vaccinale consigliato. L'immunità per Salmonella Typhimurium persiste per 60 settimane dopo la 3[5:a] vaccinazione, quando si adotta lo schema vaccinale consigliato.

Posologia

immunizzazione nei confronti di Salmonella Enteritidis:
Schema vaccinale consigliato per polli di allevamenti dei quali non si conosce lo status relativo alla presenza di Salmonella Enteritidis o di allevamenti in cui è stata isolata Salmonella Enteritidis: Una dose a partire dal primo giorno di età, la seconda dose due settimane dopo la prima dose e la terza dose prima delle 3 settimane che precedono l'inizio della deposizione. Dovrebbe essere mantenuto un intervallo di almeno due settimane tra la seconda e la terza vaccinazione.
Schema vaccinale consigliato per polli di allevamenti con anamnesi nota e in cui è stata accertata, con esami batteriologici effettuati di routine, l'assenza di Salmonella Enteritidis: Una dose a partire dal primo giorno di età seguita da una seconda dose dopo due settimane (ma non oltre 6 settimane prima dell'inizio dell'ovodeposizione).Un maggior livello di protezione, per quanto riguarda la durata della immunità, è stato riscontrato con lo schem ache prevede 3 vaccinazioni.
Immunizzazione nei confronti di Salmonella Enteritidise Salmonella Typhimurium (indipendentemente dallo status relativo alla presenza di salmonella): Una dose a partire dal primo giorno di età, la seconda dose dopo sei settimane dalla prima e la terza dose a13 settimane circa di età.
Somministrare in acqua da bere (via orale). Per la preparazione e la somministrazione del vaccino adottare le usuali precauzioni di asepsi; Determinare il numero di flaconi di vaccino da ricostituire, in base al numero di polli da vaccinare; Utilizzare solamente acqua da bere pulita, priva di tracce di disinfettanti ed antisettici; Per ricostituire il vaccino, versare un piccolo volume di acqua da bere nel flacone.
Controllare che il liofilizzato si sia sciolto completamente. Versare, quindi, il vaccino ricostituito in un volume di acqua da bere adeguato ad essere consumato tutto entro 4 ore dalla ricostituzione e mescolare accuratamente.
Il previsto numero di dosi di vaccino ricostituito va versato in un volume di acqua da bere adeguato ad essere consumato nell'arco di 4 ore. Può essere opportuno sospendere l'erogazione dell'acqua da bere per 1-2 ore, prima della somministrazione del vaccino.
Come indicazione di massima, si consiglia di somministrare il vaccino ricostituito in un volume di: almeno 2 litri di acqua da bere/1.000 polli, in occasione della 1[5:a] vaccinazione; almeno 5 litri di acqua da bere/1.000 polli, in occasione della 2[5:a] vaccinazione, praticata due settimane dopo la 1[5:a] vaccinazione; almeno 10-20 litri di acqua da bere/1.000 polli, nel caso venga praticata una 3[5:a] vaccinazione, non oltre la terza settimana che precede l'inizio della deposizione.

Avvertenze

vaccinare solo animali sani.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: I polli vaccinati eliminano il ceppo vaccinale per 6 settimane dopo la vaccinazione. Il vaccino può, quindi, essere disseminato a volatili sensibili, in contatto con i polli vaccinati o con il loro materiale fecale. Tali volatili a contatto possono anche eliminare il ceppo vaccinale. Il ceppo vaccinale è stato isolato dalla lettiera fino a13 giorni dopo la vaccinazione. Alcuni studi hanno dimostrato che il ceppo vaccinale può persistere nell'ambiente fino a 8 settimane, dopo la 2 [5:a] vaccinazione, e fino a 5 settimane, dopo la 3ª vaccinazione. In occasioni molto rare, il ceppo vaccinale può essere isolato dall'ambiente per un periodo di tempo superiore rispetto a quello sopra indicato. È stato dimostrato che il ceppo vaccinale può diffondere a specie animali non-target, quali vitelli e suini. In queste specie animali si è riscontrato che il ceppo vaccinale era presente e veniva eliminato per un periodo di 9 giorni nei vitelli e 22 giorni nei suini e che era in grado di causare un rialzo, transitorio, della temperatura corporea.
L'impiego del vaccino in razze ornamentali (di volatili) non è stato studiato; Il ceppo vaccinale è sensibile, tra gli altri, ad ampicillina, cefotaxima, cloramfenicolo, ciprofloxacina, gentamicina, kanamicina, ossitetraciclina, streptomicina; Il ceppo vaccinale è resistente alla sulfamerazina, impiegata da sola, ma è sensibile alla associazione sulfamerazina + trimetoprim. Grazie alla sua auxotrofia per adenina-istidina, è possibile differenziare il ceppo vaccinale dai ceppi di campo, mediante un idoneo test colturale.- Il ceppo vaccinale può essere distinto dal ceppo di campo mediante metodi di biologia molecolare, come il polimorfismo di restrizione (RFLP) nell'elettroforesi su gel in campo pulsato (PFGE).

Tempi di sospensione

carne: 6 settimane, dopo l'ultima vaccinazione.
Uova: 3 settimane, dopo la terza vaccinazione.