Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cestem

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cestem 104 compresse per cani di piccola e media taglia

A cosa serve

Cestem è un medicinale veterinario a base del principio attivo Febantel + Pirantel + Praziquantel, appartenente alla categoria degli Antielmintici e nello specifico Benzimidazoli e sostanze correlate. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Cestem può essere prescritto con Ricetta SOP - medicinali non soggetti a prescrizione medica ma non da banco.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: SOP - medicinali non soggetti a prescrizione medica ma non da banco
Principio attivo: Febantel + Pirantel + Praziquantel
Gruppo terapeutico: Antielmintici
Forma farmaceutica: compressa


Principio Attivo

ogni compressa contiene: 150 mg febantel / 50 mg pyrantel (come embonato) / 50 mgpraziquantel.

Indicazioni

per cani di piccola e media taglia. Per il trattamento di infestazioni miste causate da cestodi e nematodi adulti delle specieseguenti:
nematodi: ascaridi: toxocara canis, toxascaris leonina (forme adulte ed immature); ancilostomi: uncinaria stenocephala, ancylostoma caninum (adulti); trichiuridi: trichuris vulpis (adulti).
Cestodi: vermi piatti: echinococcus spp., taenia spp., dipylidium caninum (forme adulte ed immature).

Posologia

uso orale. 15 mg/kg peso vivo febantel, 5 mg/kg pyrantel (come embonato) e 5 mg/kg praziquantel. Ciò equivale a una compressa per 10 kg di peso vivo in unica somministrazione.I dosaggi sono i seguenti:
peso corporeo: 3-5 kg; quantità compresse: [5:1]/[6:2]
peso corporeo: >5-10 kg; quantità compresse: 1
peso corporeo: >10-15 kg; quantità compresse: 1[5:1]/[6:2]
peso corporeo: >15-20 kg; quantità compresse: 2
Le compresse possono essere somministrate al cane con o senza cibo. Non è necessario il digiuno prima e dopo la somministrazione. Per assicurare la somministrazione di un dosaggio corretto il peso corporeo deve essere determinato in modo quanto più accurato possibile. Il programma posologico deve essere stabilito da un medico veterinario. Come norma generale i cuccioli dovrebbero essere trattati a 2 settimane di età e ogni 2 settimane sino alla 12° settimana di età. Dopo dovrebbero essere trattati con 3 mesi di intervallo. E' raccomandabile trattare la madre allo stesso momento dei cuccioli. Per il controllo di Toxocara canis, le cagne dovrebbero essere trattate 2 settimane dopo il parto ed ogni due settimane sino allo svezzamento. Per la terapia di controllo i cani adulti devono essere trattati ogni 3 mesi. In caso di infestazione singola confermata da cestodi o nematodi deve essere preferito un prodotto monovalente che contiene un solo cestodicida o un nematodicida. Per un trattamento di routine si consiglia una sola somministrazione. In caso di infestazione massiva da ascaridi si consiglia di ripetere il trattamento dopo 14 giorni. Se si rileva nei cani un'infestazione causata da Echinococcus (E. granulosus) si raccomanda una ripetizione del trattamento per motivi di sicurezza.

Avvertenze

si può sviluppare resistenza dei parassiti ad una qualsiasi classe particolare diantielmintici a seguito dell'impiego frequente e ripetuto di un antielmintico di quellaclasse. Le pulci sono ospiti intermedi per un tipo comune di verme piatto – Dipylidiumcaninum. L'infestazione di vermi piatti può ripetersi sino a quando non sarà intrapresauna forma di controllo degli ospiti intermedi come le pulci, ratti ecc.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'impiego del prodotto non è raccomandato in cuccioli sotto i 3 kg di peso vivo.