Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Cepravin

Ultimo aggiornamento: 03/02/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Cepravin 100 siringhe intramammarie monodose da 3 g + 100 salviettine
Cepravin 20 siringhe intramammarie monodose da 3 g + 20 salviettine
Cepravin 72 siringhe intramammarie monodose da 3 g + 72 salviettine

A cosa serve

Cepravin è un medicinale veterinario a base del principio attivo Cefalonio, appartenente alla categoria degli Antibiotici e nello specifico Cefalosporine di prima generazione. E' commercializzato in Italia dall'azienda MSD Animal Health S.r.l..

Cepravin può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: MSD Animal Health S.r.l.
Concessionario: MSD Animal Health S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Cefalonio
Gruppo terapeutico: Antibiotici
Forma farmaceutica: siringhe preriempite/fiala + siringa


Principio Attivo

ogni siringa = cefalonio 250 mg.

Indicazioni

Cepravin è indicato nella normale terapia delle bovine in asciutta, per il trattamento delle infezioni subcliniche già esistenti a livello mammario o per la prevenzione di nuove infezioni sostenute da Staphylococcus aureus (compresi i ceppi penicillino-resistenti), Streptococcus agalactiae, Streptococcus disgalactiae, Streptococcus uberis, Actinomyces pyogenes, Corynebacterium ulcerans, Escherichia coli, Proteus spp., Klebsiella spp., Citrobacter spp., e Enterobacter spp., che insorgono durante il periodo di riposo funzionale della mammella. Il trattamento, inoltre, riduce il rischio di mastiti che comunemente si presentano durante il parto.

Posologia

1 siringa di Cepravin per ciascun quarto, subito dopo l'ultima mungitura, al momento della messa in asciutta. Prima dell'infusione, il capezzolo deve essere accuratamente pulito e disinfettato. Dopo aver tolto il cappuccio di protezione della naccula, si deve porre particolare cura onde evitare che il beccuccio erogatore venga contaminato da materiale estraneo. Dopo l'infusione è consigliabile immergere il capezzolo in una soluzione disinfettante e antisettica, specifica per questo impiego

Avvertenze

non utilizzare in bovine in lattazione. Non somministrare a bovine che in precedenza abbiano manifestato fenomeni di ipersensibilità alle cefalosporine.