Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Ceffect

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Ceffect 25 mg/ml sosp. iniett. 1 flacone 100 ml
Ceffect 25 mg/ml sosp. iniett. 1 flacone 250 ml

A cosa serve

Ceffect è un medicinale veterinario a base del principio attivo Cefquinome Solfato, appartenente alla categoria degli VETERINARI. VARI... e nello specifico Cefalosporine di quarta generazione. E' commercializzato in Italia dall'azienda Bayer S.p.A..

Ceffect può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: EMDOKA bvba
Concessionario: Bayer S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Cefquinome Solfato
Gruppo terapeutico: VETERINARI. VARI...
Forma farmaceutica: fiale flaconcini fialoidi


Principio Attivo

1 ml = 25 mg di cefquinome

Indicazioni

antimicrobico a base di cefquinome (come solfato) utilizzabile per il trattamento delle infezioni batteriche nei bovini e nei suini, causate da microrganismi Gram positivi e Gram negativi sensibili al cefquinome. Bovini: malattia respiratoria causata da Pasteurella multocida e Mannheimia haemolytica, dermatite digitale, necrosi bulbare infettiva e necrobacillosi interdigitale acuta (zoppina), mastite da E.coli acuta con segni di coinvolgimento sistemico. Vitelli: setticemia da E. coli. Suini: per il trattamento di infezioni batteriche dei polmoni e del tratto respiratorio, causate da Pasteurella multocida, Actinobacillus pleuropneumoniae e Streptococcus suis sensibili al ceftiofur. Bovini: per il trattamento della malattia respiratoria a eziologia batterica associata a Pasteurella multocida, Haemophilus parasuis, Actinobacillus pleuropneumoniae, Streptococcus suis e altri organismi sensibili al cefquinome. Sindrome mastite-metrite-agalassia (MMA) con coinvolgimento di E. coli, Staphylococcus spp., Streptococcus spp. E altri organismi sensibili al cefquinome. Suinetti: riduzione della mortalità in casi di meningite causata da Streptococcus suis. Per il trattamento di: artrite causata da Streptococcus spp., E. coli e altri organismi sensibili al cefquinome. Epidermite (lesioni lievi o moderate) causate da Staphylococcus hyicus

Posologia

bovini: malattia respiratoria causata da Pasteurella multocida e Mannheimia haemolytica, dermatite digitale, necrosi bulbare infettiva e necrobacillosi interdigitale acuta (zoppina): 1 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (2 ml/50 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 3 – 5 giorni consecutivi. Mastite da E. coli acuta con segni di coinvolgimento sistemico: 1 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (2 ml/50 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 2 giorni consecutivi. Vitelli: setticemia da E. coli: 2 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (4 ml/50 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 3-5 giorni consecutivi. Suini; malattia respiratoria: 2 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (2 ml/25 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 3 giorni consecutivi. MMA: 2 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (2 ml/25 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 2 giorni consecutivi. Suinetti: meningite, artrite, epidermite: 2 mg di cefquinome/kg di peso corporeo (2 ml/25 kg di peso corporeo) una volta al giorno per 5 giorni consecutivi. Tutti i trattamenti devono essere somministrati mediante iniezione intramuscolare. Secondo le indicazioni fornite dagli studi, è consigliabile praticare la seconda e le successive iniezioni in una sede diversa dalle precedenti. La sede di iniezione preferibile è il tessuto muscolare del centro del collo. Per assicurare il dosaggio corretto, il peso corporeo deve essere stabilito nel modo più accurato possibile al fine di evitare la somministrazione di una dose insufficiente. Prima dell'uso, agitare il flacone per un minuto o fino a quando il prodotto non appare adeguatamente risospeso. Il medicinale veterinario non contiene conservanti antimicrobici. Pulire il setto prima di prelevare ogni dose. Utilizzare un ago e una siringa sterili e asciutti. Per consentire la somministrazione accurata del volume di dose richiesto deve essere utilizzata una siringa opportunamente graduata, ciò è di particolare importanza quando si iniettano piccoli volumi, ad esempio nel trattamento di suinetti. Nel trattamento di gruppi di animali, utilizzare un ago estraibile. Il tappo di gomma del flaconcino da 100 ml può essere perforato in condizioni di sicurezza fino a 25 volte e il tappo di gomma del flaconcino da 250 ml fino a 50 volte. L'utilizzatore deve sciegliere il flaconcino della misura più appropriata in base alla specie di destinazione e alla categoria di peso corporeo degli animali da trattare

Avvertenze

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: In caso di comparsa di reazione allergica, il trattamento deve essere sospeso. L'uso di cefquinome deve essere limitato all'uso appropriato, secondo le indicazioni riportate in etichetta, nelle specie di destinazione. L'uso improprio del medicinale può aumentare la prevalenza di batteri resistenti al cefquinome e ridurre l'efficacia del trattamento con altri antibiotici beta-lattamici, a causa della comparsa di potenziale resistenza crociata. Il prodotto seleziona ceppi resistenti, come batteri vettori di betalattamasi a spettro esteso (Extended Spectrum Betalactamases, ESBL), e può costituire un rischio per la salute umana se questi ceppi si diffondono nell'uomo, ad es. tramite gli alimenti. Per questa ragione, il prodotto deve essere riservato al trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto, o che si ritiene possano rispondere, scarsamente (si fa riferimento a casi molto acuti in cui il trattamento deve essere iniziato senza diagnosi batteriologica) al trattamento di prima linea. Durante l'uso del prodotto, è necessario attenersi ai regolamenti ufficiali, nazionali e regionali, sull'uso di prodotti antimicrobici. Un impiego più frequente, incluso un utilizzo del prodotto diverso dalle istruzioni fornite nell'RCP, può condurre a un aumento della prevalenza di tali resistenze. Ove possibile, il prodotto deve essere utilizzato esclusivamente sulla base di test di sensibilità. Il prodotto è destinato al trattamento di singoli animali. Non utilizzare per la prevenzione di malattie o nell'ambito di programmi sanitari per allevamenti. Il trattamento di gruppi di animali deve essere rigorosamente limitato a epidemie in corso, secondo le condizioni d'uso approvate.