Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Carprieve

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Carprieve 50 mg/ml soluzione iniettabile flacone 50 ml per bovini

A cosa serve

Carprieve è un medicinale veterinario a base del principio attivo Carprofene, appartenente alla categoria degli Agenti antinfiammatori e nello specifico Derivati dell'acido propionico. E' commercializzato in Italia dall'azienda Bayer S.p.A..

Carprieve può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Norbrook Laboratories Limited
Concessionario: Bayer S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Carprofene
Gruppo terapeutico: Agenti antinfiammatori
Forma farmaceutica: fiale flaconcini fialoidi


Principio Attivo

soluzione iniettabile contenente 50 mg/ml di carprofen.

Indicazioni

riduzione della piressia nei casi acuti di malattie respiratorie infettive nei bovini, in associazione con un'appropriata terapia antinfettiva.

Posologia

singola iniezione sottocutanea o intravenosa al dosaggio di 1,4 mg di carprofen per Kg di peso corporeo (1 ml/35 kg) in combinazione con una terapia antibiotica adeguata. Non superare 10 prelievi per flacone: qualora fossero necessari più di 10 prelievi utilizzare un ago da prelievo.

Avvertenze

non impiegare in animali affetti da malattie cardiache, epatiche o renali, in caso di ulcere gastrointestinali od emorragie, in caso di discrasia ematica od ipersensibilità al prodotto. Non somministrare altri FANS contemporaneamente od entro le 24 ore precedenti e successive alla somministrazione di questo prodotto. Evitare l'impiego in animali disidratati, ipovolemici od ipotesi, poichè vi è il potenziale rischio di aumentare la tossicità renale. Evitare la somministrazione contemporanea di farmaci potenzialmente nefrotossici. Come per altri FANS, il carprofen non deve essere somministrato contemporaneamente ad altri prodotti appartenenti alla classe dei FANS o dei glucocorticoidi. Gli animali devono essere accuratamente monitorati se il carprofen è somministrato contemporaneamente con un anticoagulante. I FANS sono fortemente legati alle proteine plasmatiche e competono con altri farmaci fortemente legati, portando ad effetti tossici. L'uso in animali con meno di 6 settimane o in animali anziani aumenta il rischio di reazioni avverse. Se l'impiego in questi animali non può essere evitato, è necessario una riduzione della dose ed un accurato monitoraggio clinico.