Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Canigen DHPPi

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020

BoxAreaRiservataVet



Confezioni

Canigen DHPPi sc 10 flaconi liofilizzato + 10 flaconi solvente
Canigen DHPPi sc 50 flaconi liofilizzato + 50 flaconi solvente

A cosa serve

Canigen DHPPi è un medicinale veterinario a base del principio attivo Vaccino Cimurro Per Cane Vl+vaccino Epatite Contag. Canina Vl+vaccino Parainfluenza Canina Vl + Vaccino Parvovirosi Canina Vivo, appartenente alla categoria degli Vaccini e nello specifico Vaccini virali vivi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Virbac S.r.l..

Canigen DHPPi può essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.



Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Virbac
Concessionario: Virbac S.r.l.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Vaccino Cimurro Per Cane Vl+vaccino Epatite Contag. Canina Vl+vaccino Parainfluenza Canina Vl + Vaccino Parvovirosi Canina Vivo
Gruppo terapeutico: Vaccini
Forma farmaceutica: soluzione


Principio Attivo

ogni dose da 1 ml contiene: Liofilizzato: Virus attenuato del Cimurro (CDV) – ceppo Lederle 10[5:3,0] - 10[5:4,9] DICC[6:50]*; Adenovirus tipo 2 attenuato (CAV-2) – ceppo Manhattan 10[5:4,0] - 10[5:6,0] DICC[6:50]*; Parvovirus (CPV) – ceppo CPV780916 10[5:5,0] - 10[5:6,8] DICC[6:50]*; Virus della Parainfluenza del cane (CPiV) – ceppo Manhattan 10[5:5,0] - 10[5:6,9] DICC[6:50]*
*dose infettante 50 % della coltura cellulare.

Indicazioni

per l'immunizzazione attiva dei cani da 8 settimane di età: per la prevenzione della mortalità e sintomatologia clinica causata dal virus del Cimurro; per la prevenzione della mortalità e sintomatologia clinica causata dall'Adenovirus tipo 1; per la prevenzione della mortalità e sintomatologia clinica e riduzione della escrezione virale causata dal parvovirus del cane in studi di challenge e]ettuati con il ceppo CPV-2b; per la prevenzione della sintomatologia clinica e riduzione della escrezione virale causata dal parvovirus del cane in studi di challenge effettuati con il ceppo CPV-2c; riduzione della sintomatologia respiratoria e della escrezione virale causata del virus della parainfluenza del cane e dall'adenovirus tipo 2 del cane. Inizio della immunità: l'inizio della immunità è stato dimostrato: dalla 3° settimana dopo la vaccinazione di base per CDV, CAV2 e CPV; dalla 4° settimana dopo la vaccinazione di base per CPiV e CAV-1. Durata dell'immunità: la durata dell'immunità è di un anno dopo la vaccinazione di base per tuttii componenti. Per CPV e CAV-1, la durata dell'immunità è stata dimostrata dai dati sierologici. Per CPV, è stato dimostrato che un anno dopo la vaccinazione gli anticorpi contro CPV-2 e CPV-2c sono ancora presenti. Nella durata degli studi di immunità non vi era alcuna differenza significativa tra i cani vaccinati e di controllo nella escrezione virale per CPiV o CAV-2.

Posologia

dopo la ricostituzione del liofilizzato con il solvente, agitare delicatamente e somministrare immediatamente una dose da 1 ml per via sottocutanea secondo il seguente programma vaccinale: vaccinazione di base: prima iniezione da 8 settimane di età; seconda iniezione 3 o 4 settimane più tardi. Quando è richiesta anche l'immunizzazione attiva contro Leptospira, può essere utilizzato il vaccino contro la Leptospira della Virbac al posto del solvente. Dopo la ricostituzione di una dosedi prodotto con una dose di vaccino contro la Leptospira della Virbac, agitare delicatamente (il prodotto ricostituito è leggermente beige rosato) e somministrare immediatamente una dose da 1 ml per via sottocutanea secondo lo stesso programma di vaccinazione: 2 iniezioni a distanza di 3 a 4 settimane una dall'altra a partire da 8 settimane di età. Richiamo annuale: una iniezione di richiamo di una singola dose deve essere somministrata 1 anno dopo la seconda iniezione e successivamente ogni anno. Gli anticorpi di derivazione materna possono in alcuni casi influenzare la risposta immunitaria alla vaccinazione. In tali casi, una terza iniezione è raccomandata da 15 settimane di età.

Avvertenze

la presenza di anticorpi di derivazione materna (cuccioli da femmine vaccinate) può in alcuni casi interferire con la vaccinazione. Pertanto, lo schema vaccinale deve essere adattato di conseguenza.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: il vaccino deve essere somministrato seguendo le usuali precauzioni di asepsi. Vaccinare solo cani in buona salute. Dopo la vaccinazione, i ceppi del vaccino virali vivi (CAV-2, CPV) possono diffondere agli animali non vaccinati senza alcun effetto patologico su questi animali in contatto.