Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Canidryl

Ecuphar Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 11/05/2021




A cosa serve

Canidryl è un medicinale veterinario a base del principio attivo Carprofene, appartenente alla categoria degli Agenti antinfiammatori e nello specifico Derivati dell'acido propionico. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ecuphar Italia S.r.l..

Canidryl può essere prescritto con Ricetta RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Chanelle Medical
Concessionario: Ecuphar Italia S.r.l.
Ricetta: RRV - ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile
Principio attivo: Carprofene
Gruppo terapeutico: Agenti antinfiammatori
Forma farmaceutica: compressa

Confezioni

Canidryl 140 compresse in blister 100 mg

Principio Attivo

Carprofen 100.0 mg/compressa

Indicazioni

riduzione dell'infiammazione e del dolore causati da patologie muscolo-scheletriche e da patologia degenerativa articolare. Come continuazione dell'analgesia parenterale nella gestione del dolore post-operatorio conseguente a chirurgia dei tessuti molli.

Posologia

somministrare per via orale. 4 mg di carprofen per kg di peso corporeo al giorno Dosi iniziali di 4 mg di carprofen per kg di peso corporeo al giorno, somministrate in un'unica dose o divise in due dosi, possono essere ridotte dopo 7 giorni, a 2 mg di carprofen/kg di peso corporeo/giorno in un'unica dose, in base alla risposta clinica. La durata del trattamento dipenderà dalla risposta osservata. I trattamenti di lunga durata devono essere sottoposti a supervisione veterinaria. Per ampliare la copertura analgesica ed antinfiammatoria post-operatorie, si può proseguire il trattamento parenterale preoperatorio con carprofen compresse a 4mg/kg/giorno per 2 giorni, in base alle necessità. Non superare le dosi consigliate. Le compresse divise devono essere riposte e conservate nel blister o nel contenitore di plastica ed utilizzate entro 72 ore. Le compresse divise devono essere utilizzate nella somministrazione successiva. Le compresse divise inutilizzate devono essere eliminate dopo l'ultima somministrazione.

Avvertenze

l'impiego in cani di età inferiore alle 6 settimane, o in cani anziani, può rappresentare un rischio aggiuntivo. Se una utilizzazione in tali categorie non può essere evitata, i cani possono avere bisogno di un'accurata gestione clinica. Evitare l'uso in cani disidratati, ipovolemici o ipotesi, in quanto vi è il rischio potenziale di un aumento della tossicità renale. La somministrazione contemporanea di farmaci potenzialmente nefrotossici deve essere evitata. I FANS possono causare inibizione della fagocitosi, per cui nel trattamento di stati infiammatori associati ad infezione batterica, si deve contemporaneamente iniziare un'appropriata terapia antimicrobica. Non somministrare altri FANS contemporaneamente o a meno di 24 ore di distanza uno dall'altro. Alcuni FANS possono legarsi in modo cospicuo alle proteine plasmatiche e competere con altri farmaci che hanno alta affinità per le proteine stesse, e ciò può portare ad effetti tossici.