Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Anprometazina 200 Chemifarma

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020




A cosa serve

Anprometazina 200 Chemifarma è un medicinale veterinario a base del principio attivo Sulfametazina, appartenente alla categoria degli Sulfamidici e nello specifico Sulfonamidi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Chemifarma S.p.A..

Anprometazina 200 Chemifarma può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Chemifarma S.p.A.
Concessionario: Chemifarma S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Sulfametazina
Gruppo terapeutico: Sulfamidici
Forma farmaceutica: granulato

Confezioni

Anprometazina 200 Chemifarma os sacco 10 kg
Anprometazina 200 Chemifarma os sacco 25 kg

Principio Attivo

ogni kg contiene: Sulfametazina g 200.

Indicazioni

malattie batteriche sostenute da: Pasteurella multocida, Bordetella bronchiseptica, Haemophilus parasuis, Actinobacillus pleuropneumoniae. Escherichia coli, Salmonella Spp., Staphylococcus Spp., Streptococcus Spp.

Posologia

miscelare accuratamente nel mangime alle dosi indicate. Per una corretta somministrazione togliere dalle mangiatoie il mangime residuo e somministrare, come unica fonte di alimento, quello medicato con “Anprometazina 200” nella quantità stabilita dal medico veterinario. Si somministri il mangime non medicato al termine della terapia. Suini (fino a sei mesi): nel mangime da 1.500 a 3.750 g di “Anprometazina 200”/100 kg (pari a 150 mg di principio attivo/kg p.v.) in funzione dell'età, del peso e del consumo di mangime degli animali, per 3–5 giorni, secondo il seguente schema: suini alimentati in ragione del 5% del peso vivo: 1.500 g di “Anprometazina 200”/100 kg di mangime; suini alimentati in ragione del 3% del peso vivo: 2.500 g di “ Anprometazina 200”/100 kg di mangime; suini alimentati in ragione del 2% del peso vivo: 3.750 g di “Anprometazina 200”/100 kg di mangime.

Avvertenze

l'assunzione del medicinale da parte degli animali può essere alterata a seguito della malattia. L'utilizzo ripetuto o protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante pulizia e disinfezione.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali:l'utilizzo del prodotto dovrebbe essere basato su test di sensibilità nei confronti dei batteri isolati dagli animali. Se ciò non fosse possibile, la terapia dovrebbe essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) a causa di possibili variazioni circa la sensibilità dei batteri target. Non utilizzare nel mangime liquido. Non lasciare il mangime medicato alla portata di animali non in terapia o selvatici. I liquami provenienti dagli animali trattati con il prodotto non potranno essere utilizzati per scopi agricoli.