Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Amoxi-One

Vétoquinol Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 22/03/2021




A cosa serve

Amoxi-One è un medicinale veterinario a base del principio attivo Amoxicillina Triidrato, appartenente alla categoria degli Antibatterici penicillinici e nello specifico Penicilline ad ampio spettro. E' commercializzato in Italia dall'azienda Vétoquinol Italia S.r.l..

Amoxi-One può essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Vétoquinol Italia S.r.l.
Concessionario: Vétoquinol Italia S.r.l.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Amoxicillina Triidrato
Gruppo terapeutico: Antibatterici penicillinici
Forma farmaceutica: polveri orali

Confezioni

Amoxi-One os polvere sacco 1 kg
Amoxi-One os polvere sacco 3 kg

Principio Attivo

1 g = amoxicillina triidrato 800 mg pari ad amoxicillina 697 mg.

Indicazioni

l'uso dell'amoxicillina è indicato per il trattamento delle malattie batteriche sostenute da microrganismi sensibili all'amoxicillina: Bacillus anthracis, Bacillus subtilis, Brucella spp., Clostridium spp., Corynebacterium spp., Erysipelothrix rhusiopathiae, Escherichia coli, Fusiformis spp., Haemophilusspp., Listeria monocytogenes, Moraxella spp., Pasteurella spp., Proteus mirabilis, Salmonella spp., Spherophorus necrophorus, Streptococchi e Stafilococchi non penicillinasi produttori, Treponema hyodysenteriae, e Vibrio cholerae; infezioni dell'apparato respiratorio (bronchiti, broncopolmoniti, polmoniti, pleuriti, complicazioni polmonari delle infezioni virali); infezioni dell'apparato gastro-enterico (enteriti, colangioepatiti); infezioni urinarie (nefriti, cistiti); infezioni della pelle e dei tessuti molli (comprese infezioni podali ed ascessi); infezioni articolari (poliartriti); infezioni streptococciche. Indicazioni specifiche per polli da carne e tacchini: Salmonellosi; Colibacillosi; Stafilococcosi; Pasteurellosi; infezioni batteriche secondarie a infezioni virali quali la C.R.D. (Malattia Cronica Respiratoria). Indicazioni specifiche per faraone e anatre: infezioni sostenute da Staphylococcus aureus, Pasteurellamultocida, Riemerella (Pasteurella) anatipestifer, Clostridium perfringens.

Posologia

per evitare un sottodosaggio il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile. Il consumo dell'acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Al fine di ottenere il corretto dosaggio la concentrazione dell'amoxicillina deve essere calcolata conformemente. Suini, polli da carne e tacchini: 1,72 - 2,87 g di AMOXI-ONE ogni 100 kg di peso vivo (pari a 12 - 20 mg di amoxicillina/kg p.v.).Faraone e anatre: 2,87 g di AMOXI-ONE ogni 100 kg di peso vivo (pari a 20 mg di amoxicillina/kg p.v.). Impiegare le seguenti quantità di prodotto per 100 litri di acqua: per i polli 12 - 20 g, per i tacchini 24 -40 g, per le faraone 15 - 25 g, per le anatre 20 - 40 g; per i suini 15 - 30 g ogni 100 litri di acqua.
Durata indicativa del trattamento: suddividere la dose indicata in 2 somministrazioni ogni 12 ore (2 volte al giorno) per 5 giorni.
Il prodotto deve essere somministrato nell'acqua da bere, secondo le indicazioni del Medico Veterinario prescrittore, avendo cura di non superare la posologia in mg/kg p.v. di principio attivo giornaliera autorizzata. Per la somministrazione in acqua, togliere dagli abbeveratoi l'acqua di bevanda residua e somministrare, come unica fonte di bevanda, quella medicata con AMOXI-ONE nella quantità stabilita dal medico veterinario. La concentrazione nell'acqua di bevanda deve essere calcolata in funzione del peso corporeo degli animali da trattare e del consumo di acqua. Si consiglia di non somministrare acqua agli animali nelle ore immediatamente precedenti al trattamento e di rinnovare l'acqua medicata ogni 12 ore. Controllare e verificare che l'acqua medicata venga consumata dagli animali entro 12 ore dalla solubilizzazione del medicinale.

Avvertenze

l'assunzione del medicinale da parte degli animali può essere alterata a seguito della malattia. Per i soggetti che presentano un'assunzione ridotta di acqua, eseguire il trattamento per via parenterale, utilizzando un idoneo prodotto iniettabile su consiglio del medico veterinario. L'utilizzo ripetuto o protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione mediante pulizia e disinfezione.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: non miscelare in mangime solido. L'utilizzo del prodotto dovrebbe essere basato su test di sensibilità nei confronti dei batteri isolati dagli animali. Se ciò non fosse possibile la terapia dovrebbe essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) circa la sensibilità dei batteri target. L'uso improprio del prodotto potrebbe incrementare la prevalenza di batteri resistenti all'amoxicillina e ridurre l'efficacia dei trattamenti con altri antimicrobici a causa della possibile comparsa di cross-resistenza.