UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Amminofarma S 10%

Ultimo aggiornamento: 03/11/2020




A cosa serve

Amminofarma S 10% Ŕ un medicinale veterinario a base del principio attivo Aminosidina Solfato, appartenente alla categoria degli Antibatterici e nello specifico Antibiotici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Ceva Salute Animale S.p.A..

Amminofarma S 10% pu˛ essere prescritto con Ricetta RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Ceva Salute Animale S.p.A.
Concessionario: Ceva Salute Animale S.p.A.
Ricetta: RNRT - ricetta medica in triplice copia non ripetibile
Principio attivo: Aminosidina Solfato
Gruppo terapeutico: Antibatterici
Forma farmaceutica: fiala iniettabile

Confezioni

Amminofarma S 10% os barattolo 1 kg
Amminofarma S 10% os sacco 5 kg

Principio Attivo

1 g di prodotto contiene: amminosidina solfato* 100 mg
*riferito a materia prima avente un titolo del 70% come base.

Indicazioni

vitelli da latte: colibacillosi (E.coli), salmonellosi (Salmonella spp.). Suini (fino a 50 kg): enteriti colibacillari (E.coli). Suini: colibacillosi (E.coli), salmonellosi (Salmonella spp.), enterite necrotica.

Posologia

il prodotto deve essere somministrato nell'acqua da bere o nel mangime liquido, secondo le indicazioni del Medico Veterinario prescrittore, avendo cura di non superare la posologia in mg di principio attivo/kg di peso vivo giornaliera autorizzata come segue: vitelli da latte: 25-50 mg di principio attivo/kg p.v. (pari a 25-50 g di prodotto/100 kg di peso vivo) per 3-5 giorni; suini (fino a 50 kg): 8,5 mg di principio attivo/kg di p.v. per 21 giorni; suini: 25-40 mg di principio attivo/ kg p.v. (pari a 8,5 g di prodotto/100 kg di peso vivo) per 3-5 giorni.

Avvertenze

l'assunzione del medicinale da parte degli animali pu˛ essere alterata a seguito della malattia. Per i soggetti che presentano un'assunzione ridotta di acqua o mangime liquido, eseguire il trattamento per via parenterale, utilizzando un idoneo prodotto iniettabile sul consiglio del medico veterinario. L'utilizzo ripetuto o protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione mediante pulizia e disinfezione.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: non miscelare in mangime solido. L'utilizzo del prodotto dovrebbe essere basato su test di sensibilitÓ nei confronti dei batteri isolati degli animali. Se ci˛ non fosse possibile la terapia dovrebbe essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) circa la sensibilitÓ dei batteri target. L'uso improprio del prodotto potrebbe incrementare la prevalenza di batteri resistenti all'amminosidina e ridurre l'efficacia dei trattamenti con altri microbici a causa della possibile comparsa di cross-resistenza.