Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Alfaglandin C

P.H. Farmaceutici S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 03/11/2020




A cosa serve

Alfaglandin C è un medicinale veterinario a base del principio attivo Cloprostenolo Sale Sodico, appartenente alla categoria degli Regolatori del ciclo estrale e nello specifico Prostaglandine. E' commercializzato in Italia dall'azienda P.H. Farmaceutici S.p.A..

Alfaglandin C può essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Alfasan Nederland BV
Concessionario: P.H. Farmaceutici S.p.A.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Cloprostenolo Sale Sodico
Gruppo terapeutico: Regolatori del ciclo estrale
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili

Confezioni

Alfaglandin C 0,250 mg/ml soluzione iniettabile per bovini 1 fiala 20 ml
Alfaglandin C 0,250 mg/ml soluzione iniettabile per bovini 28 fiale 20 ml

Principio Attivo

un ml contiene cloprostenolo 0,25 mg/ml (come cloprostenolo sodico).

Indicazioni

piometra dovuta a corpo luteo funzionale o persistente; sub-estro dovuto a corpo luteo funzionale o persistente; sincronizzazione dell'estro; interruzione di una gravidanza anomala fino al centocinquatesimo giorno; cisti ovariche luteiniche; induzione del parto.

Posologia

tramite iniezione intramuscolare: 0,5 mg (2 ml) di cloprostenolo per animale.
Sincronizzazione dell'estro: due iniezioni con un intervallo di 11 giorni.
Interruzione di una gravidanza anomala: tra il 5° e il 150° giorno dall'inseminazione.
Induzione del parto: entro 10 giorni prima della data prevista del parto.

Avvertenze

è necessario considerare un periodo refrattario di 4-5 giorni dopo l'ovulazione, durante il quale la bovina non sarà sensibile agli effetti luteolitici delle prostaglandine.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: somministrare tramite iniezione intramuscolare, rispettando le consuete precauzioni di asetticità. Per ridurre il rischio di infezioni anaerobiche evitare di effettuare l'iniezione su zone cutanee bagnate o sporche.