UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Sumatriptan Succinato





A cosa serve

Sumatriptan Succinato, appartiene alla categoria degli Antiemicranici, triptani e nello specifico Agonisti selettivi dei recettori-5HT1 della serotonina.

Indicazioni

Sumatriptan è indicato per il trattamento acuto degli attacchi di emicrania con o senza aura. Sumatriptan deve essere usato solamente quando vi è una chiara diagnosi di emicrania.

Posologia

Sumatriptan non deve essere impiegato nella profilassi.
All'inizio del trattamento l'efficacia di sumatriptan è indipendente dalla durata dell'attacco.
La somministrazione durante un'aurea emicranica prima che altri sintomi si verifichino non può impedire lo sviluppo di un mal di testa.
Posologia
Adulti
Emicrania e cefalea a grappolo:
Si raccomanda di iniziare il trattamento alla comparsa del primo segno di emicrania, cefalea a grappolo o dei sintomi correlati, quali nausea, vomito o fotofobia. La sua efficacia è la stessa, indipendentemente dalla fase dell'attacco durante la quale il farmaco viene somministrato.
Emicrania:
La dose di Sumatriptan raccomandata per gli adulti è una singola iniezione sottocutanea di 6 mg. I pazienti che non rispondono a questa dose non devono prenderne una seconda di Sumatriptan per lo stesso attacco. Sumatriptan può essere assunto per attacchi successivi. I pazienti che rispondono inizialmente al farmaco, ma nei quali l'emicrania ricompare, possono assumerne un'altra dose in qualsiasi momento nelle successive 24 ore, tuttavia con un intervallo di un'ora dopo la prima somministrazione.
La dose massima nelle 24 ore è di due iniezioni da 6 mg (12 mg).
Sumatriptan è raccomandato come monoterapia nel trattamento acuto di un attacco di emicrania e non deve essere somministrato contemporaneamente con altre terapie per il trattamento dell'emicrania acuta, quali ergotamina o derivati di ergotamina (incluso metisergide). Se un paziente non risponde ad una singola dose di Sumatriptan non sussistono ragioni, né su base teorica né per limitata esperienza clinica, per negare prodotti contenenti acido acetilsalicilico o farmaci antiinfiammatori non steroidei o paracetamolo per un ulteriore trattamento dell'attacco.
Cefalea a grappolo:
La dose raccomandata per gli adulti è una singola iniezione sottocutanea di 6 mg per ogni attacco di cefalea a grappolo. La dose massima da somministrare nelle 24 ore è di due iniezioni da 6 mg (12 mg) con un intervallo minimo di un'ora tra le due somministrazioni.
Popolazione pediatrica (al di sotto di 18 anni di età)
L'iniezione di Sumatriptan non è raccomandata nei bambini e negli adolescenti, poichè il suo impiego non è stato studiato in questa classe di età.
Anziani (età superiore a 65 anni)
L'esperienza relative all'impiego di Sumatriptan nei pazienti di età superiore a 65 anni è limitata. La farmacocinetica non differisce in modo significativo da una popolazione più giovane; tuttavia, l'uso di Sumatriptan SUN in pazienti di età superiore a 65 anni non è raccomandato fintanto che non saranno disponibili ulteriori dati clinici.

Medicinali che contengono il Principio Attivo Sumatriptan Succinato


Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo.
Il sumatriptan non deve essere prescritto ai pazienti con pregresso infarto miocardico, cardiopatia ischemica, vasospasmo coronarico (angina di Prinzmetal), malattia vascolare periferica o con segni o sintomi riconducibili a cardiopatia ischemica.
Il sumatriptan non deve essere somministrato a pazienti con anamnesi di ictus (accidenti cerebrovascolari [CVA]) o attacchi ischemici transitori (TIA).
Il sumatriptan non deve essere somministrato a pazienti con compromissione epatica grave.
L'uso di sumatriptan è controindicato nei pazienti con ipertensione da moderata a grave o con ipertensione lieve non controllata.
È controindicata la somministrazione concomitante di ergotamina o dei derivati dell'ergotamina o di qualsiasi triptano/agonista dei recettori 5-idrossitriptamina1 (5-HT1) (tra cui metisergide).
È controindicata la somministrazione concomitante di inibitori delle monoaminoossidasi (IMAO) e sumatriptan.
Il sumatriptan non deve essere somministrato prima di due settimane dall'interruzione della terapia con IMAO.

Avvertenze

Un paziente che soffre di emicrania può avvertire sonnolenza a causa dell'attacco di emicrania o del trattamento con Sumatriptan. Ciò va tenuto in considerazione durante lo svolgimento di attività che richiedono maggiore concentrazione del solito, come la guida di veicoli e l'utilizzo di macchinari.

Interazioni

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Questo è particolarmente importante quando si usano medicinali che contengono:
  • ergotamina o i suoi derivati (per l'emicrania). Se ha preso un prodotto contenente ergotamina, attenda almeno 24 ore prima di prendere il sumatriptan. Allo stesso modo attenda almeno sei ore dopo aver preso il sumatriptan prima di prendere un prodotto contenente ergotamina.
  • MAO inibitori (moclobemide o selegilina). Sumatriptan non deve essere usato se ha preso questi medicinali nelle ultime 2 settimane.
  • SSRI e SNRI usati per trattare la depressione. L'uso di Sumatriptan con questi medicinali può causare la sindrome serotoninergica (un insieme di sintomi che possono includere agitazione, confusione, sudorazione, allucinazioni, aumento dei riflessi, spasmi muscolari, brividi, aumento del battito cardiaco e tremore). Informi immediatamente il medico se ne è affetto.
  • Litio (medicinale usato nel trattamento dei disturbi maniaco/depressivi (bipolari).
  • Erba di San Giovanni (Hypericum perforatum) - l'assunzione di rimedi erboristici contenenti erba di San Giovanni con sumatriptan può rendere più probabili gli effetti collaterali.

Effetti Indesiderati

La frequenza è definita come: molto comune (≥1/10) comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1000, <1/100); raro (≥1/10.000, <1/1000); molto raro (<1/10.000), non nota (non può essere stimata sulla base dei dati disponibili). Alcuni dei sintomi elencati tra gli effetti indesiderati possono essere associati ai sintomi dell’emicrania.
Disturbi del sistema immunitario
Molto raro: Reazioni di ipersensibilità che variano da ipersensibilità cutanea (quale l’orticaria) all’anafilassi.
Patologie del sistema nervoso
Comune: Disturbi sensoriali che includono parestesia e ipoestesia, capogiri, sonnolenza.
Molto raro: Convulsioni, sebbene si siano manifestate in pazienti che avevano anamnesi di convulsioni o patologie concomitanti predisponenti alle convulsioni. Esistono anche rapporti di pazienti in cui non vi erano apparenti fattori predisponenti. Nistagmo, scotoma, tremore, distonia.
Patologie dell’occhio
Molto raro: Tremolio, diplopia, ambiopia, compromissione della vista. Perdita della visione, comprese segnalazioni di riduzione della vista permanenti. Comunque, l’attacco stesso di emicrania può causare disturbi visivi.
Patologie cardiache
Molto raro: Bradicardia, tachicardia, palpitazioni, aritmie cardiache, alterazioni transitorie dell’ECG di tipo ischemico, vasospasmo dell’arteria coronaria, angina, infarto del miocardio.
Patologie vascolari
Comune: Aumento transitorio della pressione sanguigna che insorge subito dopo il trattamento. Vampate.
Molto raro: Ipotensione, fenomeno di Raynaud.
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche
Comune: Dispnea.
Patologie gastrointestinali
Comune: Nausea e vomito; non è però stata stabilita una relazione causale con il sumatriptan.
Molto rara: Colite ischemica. Non nota: Diarrea.
Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo Comune: Senso di pesantezza (di solito transitorio, può essere intenso e interessare qualsiasi parte del corpo inclusi torace e gola). Mialgia.
Molto raro: Rigidezza del collo. Non nota: Artralgia.
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Comune: Dolore, sensazione di calore o di freddo, pressione o costrizione (questi sintomi sono di solito transitori, possono essere intensi e interessare qualsiasi parte del corpo, inclusi torace e gola). Senso di debolezza e affaticamento (entrambi i sintomi sono di norma transitori e di intensità lieve o moderata)
Esami diagnostici
Molto raro: Lievi alterazioni dei parametri di funzionalità epatica
Disturbi psichiatrici
Non nota: Ansia.
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo
Non nota: Iperidrosi.

Sovradosaggio

Sintomi e Segni
Dosi superiori a 400 mg per via orale e di 16 mg per via sottocutanea non sono state associate a reazioni avverse diverse da quelle citate. I pazienti hanno ricevuto singole iniezioni di un massimo di 12 mg per via sottocutanea senza reazioni avverse significative.
Trattamento
Se si verifica sovradosaggio, il paziente deve essere monitorato per almeno 10 ore e per un trattamento standard di supporto come richiesto. Non è noto quale sia l'effetto dell'emodialisi o della dialisi peritoneale sulle concentrazioni plasmatiche di sumatriptan.

Gravidanza e Allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale.
Gravidanza:
Ci sono dati limitati sulla sicurezza di Sumatriptan per le donne in stato di gravidanza, sebbene fino ad ora non vi sono evidenze di un aumento del rischio di difetti alla nascita. Il medico discuterà con lei se sia opportuno o meno usare Sumatriptan Accord durante la gravidanza.
Allattamento:
Chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale. Sumatriptan viene escreto nel latte materno. Pertanto, l'allattamento va evitato nelle 24 ore successive all'assunzione di Sumatriptan.

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca