UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Supartz

Ultimo aggiornamento: 10/06/2020




A cosa serve

Supartz Ŕ un parafarmaco appartenente alla categoria degli Prodotti riassorbibili per riempimento e ricostruzione.
E' commercializzato in Italia dall'azienda Neopharmed Gentili S.p.A..

Informazioni commerciali

Titolare: Neopharmed Gentili S.p.A.
Concessionario: Neopharmed Gentili S.p.A.
Categoria di appartenenza: Prodotti riassorbibili per riempimento e ricostruzione

Confezioni

Supartz 1 siringa preriempita in plastica 2,5 ml con soluzione viscoelastica a base di ialuronato di sodio
Supartz 3 siringhe preriempite in plastica 2,5 ml con soluzione viscoelastica a base di ialuronato di sodio
Supartz 5 siringhe preriempita in plastica 2,5 ml con soluzione viscoelastica a base di ialuronato di sodio

Indicazioni

Supartz è indicato per il trattamento dell'osteoartrosi di ginocchio e della periartrite della spalla.

ModalitÓ d'uso

Il regime di trattamento raccomandato per Supartz® negli adulti consiste di cinque (5) iniezioni nella cavità articolare del ginocchio o nell'articolazione della spalla (cavità articolare, borsa subacromiale e guaina del tendine del bicipite), a intervalli di una alla settimana. Tuttavia, potrà essere necessario sincronizzare il momento dell'iniezione intra-articolare con i sintomi del paziente.
Se i sintomi non migliorano, terminare la somministrazione di Supartz® dopo cinque (5) iniezioni.
Prima di iniettare Supartz® , rimuovere l'effusione se è presente, per mezzo di artrocentesi.
Poiché Supartz®è viscoso, usare aghi di misura adatta per le iniezioni (per es. misura 22-23).
Per eseguire iniezioni nella cavità articolare del ginocchio, inserire l'ago nell'articolazione in direzione orizzontale o leggermente inclinato verso il basso, nello spazio tra rotula e femore. Mentre l'ago penetra nella capsula articolare non è inusuale percepire una certa resistenza.
All'articolazione scapolo-omerale si accede più agevolmente dal lato anteriore, ma si adottano anche gli approcci posteriore o laterale.
Per somministrare accuratamente Supartz® nel peritenònio dei bicipiti, inserire l'ago nell'epidermide a 20-30° e parallelamente all'incavo. Se penetra nel tendine, verrà offerta una certa resistenza all'iniezione. Se disponibile, eseguire un'iniezione guidata con ultrasuoni nella guaina del bicipite per identificare più accuratamente la posizione.
Istruzioni per l'uso:
Aprire il blister staccando la pellicola ed estrarre la siringa.
Afferrare la parte spessa del cappuccio, svitarlo con cautela e toglierlo obliquamente.
In modo asettico, innestare sulla siringa un ago di misura appropriata (per es. gauge 22-23). Per assicurare una tenuta ermetica e prevenire perdite durante la somministrazione, fi ssare bene l'ago tenendo saldamente il luer lock.
Prima dell'iniezione disinfettare il sito di iniezione

Descrizione e caratteristiche

Supartz® contribuisce al miglioramento delle articolazioni mobili tramite l'integrazione della viscoelasticità del fluido sinoviale e la riduzione del dolore da osteoartrosi (OA) del ginocchio e da periartrite della spalla.
Supartz®è una soluzione sterile, non pirogena di ialuronato di sodio, altamente purificata, priva di azione flogistica, con elevato peso molecolare che viene estratta dalle creste di gallo ed è un polisaccaride contenente unità disaccaridiche ripetute di acido D-glucuronico e N-acetil-D-glucosammina.
Lo ialuronato di sodio è un componente comune di tutte le matrici extracellulari dei tessuti connettivi. Si trova in molte specie differenti, incluso l'uomo, ma è identico, dal punto di vista chimico, indipendentemente dalla specie di origine.
Lo ialuronato di sodio utilizzato nella fabbricazione di Supartz® è di origine aviaria e viene derivato, per mezzo di un processo di purificazione prolungato.
Supartz® è una soluzione trasparente ed inodore, con pH da 6,8 a 7,8 e un rapporto di 1,0-1,2 tra pressione osmotica e soluzione salina.
Dopo l'iniezione nell'articolazione, una piccola quantità di Supartz® viene metabolizzata nel fluido sinoviale, mentre il resto si distribuisce nei tessuti sinoviali dove viene parzialmente degradato in molecole più piccole. Successivamente Supartz® entra nel circolo ematico ed è metabolizzato principalmente nel fegato. I prodotti del metabolismo non sono tossici e vengono eliminati dall'organismo attraverso i polmoni, l'intestino e le vie urinarie.
Supartz® è commercializzato in soluzione sterile in siringhe monouso preriempite per ridurre il rischio di contaminazioni durante l'aspirazione della soluzione.
Uso:
Supartz® consente di migliorare la funzione lubrificante del fluido sinoviale nel modello articolare artificiale e nel modello animale sperimentale.
Supartz® serve a rivestire e proteggere le superfici della cartilagine deteriorata nel modello animale sperimentale.
Supartz® permette di prevenire le aderenze tendinee fungendo da barriera fi sica nel modello animale sperimentale.
Supartz® consente di ridurre il dolore nell'osteoartrosi del ginocchio e nella periartrite della spalla.
Supartz® consente di ridurre la rigidità nell'osteoartrosi del ginocchio e nella periartrite della spalla.

Avvertenze

Non somministrare Supartz® a pazienti con storia di ipersensibilità a componenti presenti in Supartz®. Supartz® non deve essere usato in pazienti in cui si conosce o si sospetta un'ipersensibilità a sostanze di origine aviaria o a farmaci a componente proteica.
Adottare la massima cautela nella somministrazione di Supartz®  nei pazienti con infezioni o lesioni elementari della cute nell'area del sito dell'iniezione.
Non somministrare Supartz®  alle donne incinte, alle madri che allattano e ai bambini poichè la sicurezza del farmaco non è stata testata in queste popolazioni.
Supartz®  è destinato ad essere iniettato nelle articolazioni di pazienti che soffrono di osteoartrosi del ginocchio o periartrite della spalla e dovrà pertanto essere somministrato esclusivamente da medici esperti in questo tipo di procedura di iniezione.
Somministrare Supartz®  con cautela in pazienti con ipersensibilità ad altri farmaci la cui anamnesi indica disfunzione epatica.
Somministrare Supartz® con cautela nei pazienti affetti da coagulopatie sistemiche.
Somministrare Supartz®  con cautela nei pazienti con stasi linfatica o venosa nell'arto sede dell'iniezione.
Somministrare Supartz®  avendo cura dell'asepsi, prendendo le precauzioni normali adottate nelle iniezioni.
Supartz®  è esclusivamente monouso. Usarlo immediatamente dopo che è stato aperto e non riutilizzarlo.
Non iniettare Supartz®  in vena.
Non utilizzare Supartz®  nell'impiego oftalmico.
Non utilizzare Supartz®  se la confezione o la siringa sono danneggiate od aperte.
Non utilizzare Supartz®  dopo la data di scadenza indicata sull'etichetta e sulla confezione esterna.
Supartz®  può precipitare in presenza di disinfettanti che contengano sali d'ammonio quaternario (come ad esempio cloruro di benzalconio) e/o clorexedina. Per cui si deve prestare attenzione a questo aspetto. (Si consiglia l'uso di disinfettanti come lo iodopovidone.)
Non risterilizzare Supartz®
Non riutilizzare siringhe ed aghi.
Solo la soluzione contenuta nelle siringhe di Supartz®  è sterile. La superficie esterna delle siringhe di Supartz®  non è sterile. Si dovranno prendere le precauzioni adatte nel maneggiare le siringhe di Supartz®  nell'ambito di un campo sterile.
Precauzioni:
Salvo se iniettato nel peritenònio dei bicipiti, assicurarsi che Supartz®  venga iniettato nella cavità articolare, poichè una perdita al di fuori della cavità potrebbe causare dolore.
Si dovranno istruire i pazienti a mantenere a riposo l'articolazione interessata dopo l'iniezione di Supartz®  per ridurre la possibilità di sintomatologia algica localizzata.
Nel ginocchio osteoartrosico con grave infiammazione si dovrà ridurre la stessa prima di iniettare Supartz®  , dato che l'infiammazione potrebbe aggravarsi a causa dell'iniezione.
Lo ialuronato di sodio nel Supartz®  è un materiale biologico altamente purificato di origine aviaria. I medici devono essere a conoscenza dei rischi potenziali che possono presentarsi con le procedure di iniezione di qualsiasi sostanza biologica.
Si dovranno informare i pazienti della necessità di ritornare dal medico nel caso si presentino sintomi che potrebbero essere associati ai suddetti effetti indesiderati.
Effetti indesiderati:
Effetti indesiderati clinicamente significativi: dal momento che si possono verificare, benché raramente, (incidenza <0,1%) i sintomi di uno shock, monitorare attentamente i pazienti ai quali si sia somministrato Supartz® Se si presenta qualsiasi anomalia, sospendere la somministrazione e trattare i pazienti con una terapia idonea. Altri effetti indesiderati: durante gli studi clinici e durante la farmacovigilanza di Supartz®, dopo la commercializzazione, sono stati riferiti casi di effetti indesiderati qui di seguito riportati. Se si presenta qualsiasi anomalia, sospendere la somministrazione e trattare i pazienti con una terapia idonea.
Classificazione Non meno dello 0,1% ma meno del 5% Meno dello 0,1% Non disponibile (nota) Frequenza Ipersensibilità   Dermatite, orticaria, prurito Edema ( viso, palpebra ecc) rossore del viso Sede dell'infezione intra-articolare Dolore, gonfiore Idrarto, rossore, sensazione di calore, sensazione di pesantezza locale   Altro     Nausea, vomito, febbre Nota) la frequenza di effetti indesiderati non è disponibile perchè si tratta di reazioni avverse in referti volontari. Le seguenti reazioni avverse sono state riscontrate in relazione alle procedure di iniezione.
artrite settica
emorragia al sito di iniezione
necrosi cutanea
Il contenuto delle siringhe di Supartz®  viene reso sterile mediante filtrazione e non è pirogeno. Supartz®  è preparato in siringhe preriempite con procedimento asettico e viene confezionato in pacchetti tipo blister, in condizioni ambientali di asepsi. Durata di conservazione: Supartz® ha una durata di conservazione di tre (3) anni dalla data di fabbricazione. Usare Supartz® prima della data di scadenza indicate sull'etichetta e sulla confezione esterna. Conservare a una temperatura tra 1 °C e 25 °C. Proteggere dal congelamento.

Componenti e Ingredienti

Ialuronato di sodio.