Universitā degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Vitadsun

Ultimo aggiornamento: 16/12/2019

Area Riservata

Confezioni

Vitadsun 30 stick - 1,2 g

A cosa serve

Vitadsun č un integratore appartenente alla categoria degli integratori di vitamine e minerali.
E' commercializzato in Italia dall'azienda Pharmarte S.r.l..



Informazioni commerciali

Titolare: Pharmarte S.r.l.
Concessionario: Pharmarte S.r.l.
Categoria di appartenenza: integratori di vitamine e minerali
Forma farmaceutica: stick


Indicazioni

Vitadsun® è un integratore alimentare indicato nei casi di ipovitaminosi D per tutte le categorie a rischio quali: donne in gravidanza o allattamento, pre-menopausa e menopausa, adulti a rischio di insufficienza di vitamina D (es. anziani o persone poco esposte ai raggi uv), persone obese o affette da sindrome metabolica. La vitamina D è molto importante per il nostro organismo. Oltre a prevenire malattie gravi e a ridurre la crescita dei tumori, è in grado di mantenere in salute le ossa e i denti, è utile per regolare il livello di calcio nel sangue e ne impedisce il deposito in alcune zone del corpo, come i reni. Le funzioni principali sono: assorbimento del calcio a livello intestinale, riassorbimento del calcio e del fosforo nel tubulo contorto prossimale renale, deposizione del calcio a livello del tessuto osseo. Altre funzioni: interviene nel processo di divisione cellulare, contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario, promuove la sintesi e la secrezione di insulina. II magnesio è un minerale essenziale per molte funzioni cellulari, protegge la salute del cuore, regola la pressione sanguigna e facilita le attività della vitamina D. Riveste un ruolo cruciale anche per la salute delle ossa, poichè una corretta assunzione può aiutare a raggiungere il livello desiderato di vitamina D più velocemente: una carenza di magnesio non permette l'adeguata mobilizzazione della vitamina D. La vitamina K2 si occupa di controllare il modo in cui ii calcio viene accumulato e utilizzato nell'organismo: 1) protegge il nostro sistema cardiovascolare impedendo al calcio che circola nel sangue, e che assumiamo attraverso il cibo, di depositarsi nelle arterie e in alcuni tessuti molli a favore del tessuto osseo. 2) previene l'osteoporosi frenando l'azione delle cellule incaricate al riassorbimento osseo (osteoclasti) e attivando nel contempo la osteocalcina, proteina che stimola l'adesione del calcio al tessuto osseo, rendendolo più resistente e flessibile.

Modalitā d'uso

Vitadsun® si assume versando il contenuto della bustina direttamente in bocca, senza bisogno di acqua. Si consiglia 1 bustina al giorno. II fabbisogno giornaliero di vitamina D varia a seconda dell'età: in assenza di fattori di rischio la dose consigliata è 400 unità al giorno. Le dosi possono variare e arrivare fino a 1.000 unità al giorno in presenza di fattori di rischio o deficit. Valori di riferimento: Forte carenza <10 ng/ml, Carenza <20 ng/ml Insufficiente da 20 a 29 ng/ml, Sufficiente da 30 a 100 ng/ml, Tossicith >100 ng/ml.

Descrizione e caratteristiche

Vitadsun® è un integratore alimentare in granuli orosolubili a base di 50 mcg di vitamina D3 (colecalciferolo), 225 mg di magnesio e 90 mcg di vitamina K2. Con edulcoranti. La vitamina D, chiamata «vitamina del Sole, è un pro-ormone (sostanza inattiva che può essere trasformata in ormone dal nostro corpo) la cui funzione principale è permettere l'assorbimento del calcio da parte dell'intestino. Circa l'80% viene per lo più prodotta dalle cellule della cute a partire da un derivato del colesterolo in seguito all'esposizione solare (in particolare, alle radiazioni UV-B dei raggi del sole) e viene assunta attraverso l'alimentazione solo in piccola parte (20%) che ottempera al fabbisogno primario in percentuali decisamente modeste. Per svolgere le sue funzioni, la vitamina D deve essere convertita nella sua forma attiva, l'ormone calcitriolo, questa conversione utilizza il magnesio come cofattore. Perchè la vitamina D funzioni davvero bene, è necessaria la vitamina K2 la cui funzione è quella di garantire che il calcio assorbito dalla vitamina D3 sia immagazzinato nel tessuto osseo e non depositato nelle arterie dove potrebbe causare l'arteriosclerosi. Una carenza di vitamina D incide in modo negativo sull'assorbimento del calcio e quindi sulla calcificazione delle ossa (espone al rischio di osteoporosi - specialmente in menopausa) con effetti che vanno dal rachitismo (per i bambini) alle deformazioni ossee di varia natura e alla osteomalacia (ossa più fragili), che si presenta quando la struttura ossea esternamente è integra ma all'interno delle ossa si registra un contenuto minerale insufficiente. Spesso accade anche che i muscoli si sviluppino male e si intorpidiscano causando formicolii, crampi e spasmi (tetania). La mancanza di Vitamina D rende, inoltre, i denti più deboli e vulnerabili alle carie. II giusto apporto, indispensabile per l'organismo, serve a tutte le età per la buona salute dello scheletro e dei muscoli. La carenza di vitamina D può svilupparsi a causa di diversi fattori, primo fra tutti l'inadeguato apporto alimentare e un'insufficiente esposizione ai raggi solari. A volte accade anche che subentri un aumentato fabbisogno di vitamina D, con un relativo consumo elevato, associato a un alterato assorbimento o a condizioni patologiche particolari, come possono essere le malattie renali o epatiche, che ne compromettono la conversione e l'impiego. Le cause della carenza di vitamina D, sono sia di natura patologica che non. I fattori che possono determinare una ipovitaminosi D sono: Ridotta sintesi cutanea legata a mancata esposizione a raggi solari (es. use di protezioni solari, invecchiamento e menopausa, pigmentazione della pelle o trapianti di grandi porzioni cutanee a seguito di ustioni). Malassorbimento intestinale (es. malattia celiaca, morbo di Chron, fibrosi cistica, morbo di Whipple, interventi chirurgici a livello intestinale, assunzione di farmaci che riducono l'assorbimento del colesterolo e dei grassi). Diminuzione della biodisponibilità (come nella obesità e sovrappeso, malattia celiaca, morbo di Chron, fibrosi cistica, morbo di Whipple). Ridotta sintesi endogena (causata da insufficienza epatica, insufficienza renale, chirurgia della tiroide). Diete carenti di vitamina D (es. veganismo, allergie al latte, intolleranze al lattosio) Aumento del fabbisogno (come in gravidanza e allattamento). Utilizzo di alcune categorie di farmaci (es. glucocorticoidi, anti-convulsivanti, farmaci che riducono l'assorbimento del colesterolo. Idrossido d'alluminio, colestiramina, cortisonici, anticonvulsivanti, isoniazide, rifampicina ne riducono la concentrazione.

Avvertenze

Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta varia, equilibrata e di un sano stile di vita. Contiene polioli: un consumo eccessivo può avere effetti lassativi. Conservare in luogo fresco e asciutto. La data di fine validità si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra.