UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Totargin

Brea S.r.l
Ultimo aggiornamento: 10/10/2019




A cosa serve

Totargin Ŕ un integratore appartenente alla categoria degli integratori tonici e ricostituenti.
E' commercializzato in Italia dall'azienda Brea S.r.l.

Informazioni commerciali

Titolare: Brea S.r.l
Concessionario: Brea S.r.l
Categoria di appartenenza: integratori tonici e ricostituenti

Confezioni

Totargin 20 bustine 5 g

Indicazioni

Utile nelle patologie uro-andrologiche ,nell'attività sportiva ed in dietologia.

ModalitÓ d'uso

Assumere una bustina una volta al giorno.

Descrizione e caratteristiche

Totargin® è un integratore alimentare a base di Arginina, L-Acetil Carnitina, Acido folico, Zinco e Vitamina E la cui caratteristica, oltre all'associazione unica di più principi attivi, è l'alto dosaggio di Arginina (2,5g). Le sue indicazioni principali sono nelle patologie uro-andrologiche, nell'attività sportiva ed in dietologia. L'Arginina è un aminoacido essenziale in età pediatrica, ovvero va assunta tramite alimentazione poichè l'organismo non è in grado di sintetizzarla; negli adulti viene sintetizzata nel ciclo dell'urea. L'Arginina assume un aspetto importantissimo nella sfera sessuale dell'uomo, infatti numerosi studi hanno riportato come tale aminoacido abbia la capacità, nella patologia della Disfunzione Erettile(1), di coadiuvare gli inibitori della 5-Fosfodiesterasi (Viagra, Cialis, Levitra). Il meccanismo che innesca questa attività è da ricercarsi nella capacità che ha l'Arginina nel sintetizzare l'Ossido Nitrico, potente vasodilatatore, contribuendo così ad un miglior flusso sanguigno a livello penieno(2). Considerata indispensabile per la produzione e la motilità degli spermatozoi e quindi nell'Oligoastenospermia e nella infertilità maschile. L'Arginina è indicata anche negli stati di debolezza e fatica fisica;è fondamentale, infatti, perchè il muscolo possa produrre la creatina e la fosfocreatina che vengono utilizzate nella contrazione muscolare. Inoltre, come stimolante ipotalamico, facilita lo sviluppo delle masse muscolari e la riduzione dei depositi adiposi. È, quindi, uno strumento importante negli interventi di controllo del peso e nell'alimentazione degli sportivi(3-4). La Vitamina E rappresenta il principale fattore antiossidante presente nella membrana cellulare. Inibisce la perossidazione lipidica e ha dimostrato di possedere un ampio raggio di proprietà antitumorali, come, per esempio, l'attività protettiva contro la carcinosi e l'inibizione della progressione tumorale. Grazie alla sua azione antiossidante è in grado di proteggere le cellule dall'effetto mutageno dei radicali liberi. Per quanto riguarda direttamente il carcinoma prostatico, questa vitamina è in grado di inibire la proliferazione di cellule LNCaP in modo dose-dipendente ed entro un range di concentrazione facilmente riscontrabile nel plasma umano. Lo Zinco si trova in alte concentrazioni nel tessuto prostatico sano, ma si riduce in maniera considerevole quando le cellule prostatiche diventano tumorali. È stato dimostrato in vitro che lo Zinco può inibire la crescita delle cellule tumorali prostatiche attraverso l'induzione di apoptosi e l'arresto del ciclo cellulare: questo lascia pensare che la carenza di Zinco possa svolgere un ruolo importante nella patogenesi del CaP. La Carnitina ha dimostrato di avere anch' essa un ruolo importante nelle problematiche della D.E.; particolarmente nei pazienti diabetici sono stati fatti studi che hanno dimostrato la sua efficacia in combinazione con Sildenafil(5-6-7-8). La Carnitina è un “DISPENSATORE “ di energia, riduce la frequenza cardiaca al massimo sforzo ed il dolore muscolare. L'Acido Folico, a sua volta, aiuta nell'assorbimento del Ferro stesso e favorisce la sintesi dei globuli rossi.