UniversitÓ degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Eparenol

Ultimo aggiornamento: 02/05/2018




A cosa serve

Eparenol Ŕ un integratore appartenente alla categoria degli integratori di minerali.
E' commercializzato in Italia dall'azienda Herboplanet S.r.l.

Informazioni commerciali

Titolare: Herboplanet S.r.l
Concessionario: Herboplanet S.r.l
Categoria di appartenenza: integratori di minerali

Confezioni

Eparenol gocce 50 ml

Indicazioni

Eparenol è un integratore alimentare utile a favorire le naturali funzioni depurative dell'organismo.

ModalitÓ d'uso

Si consiglia l'assunzione di 50 gocce tre volte al giorno.

Descrizione e caratteristiche

Note su alcune piante: il macerato di Rosmarinus Officinalis ha un'attività eutrofica sulla mucosa gastrica ed intestinale e quindi utile nel cancro dello stomaco e nelle coliti croniche. Ottimo drenante del fegato e delle vie biliari. Il macerato di Fagus Sylvatica ha la proprietà di stimolare la diuresi e la funzionalità renale, ottimo quindi nell'insufficenza renale, nei calcoli renali e nella ritenzione idrica. Il macerato di Juniperus Communis agisce influenzando tutte le funzioni del fegato: protidiche, glicidiche e lipidiche. Stimola la funzionalità renale aumentando la diuresi nei soggetti epatopatici. Ottimo drenante epatorenale da utilizzare tutte le volte che ci si trova di fronte ad uno stato di autointossicazione cronica. La stimolazione della diuresi, unita all'incremento della funzionalità epatica, agisce sul ricambio generale aumentando l'eliminazione di scorie e di conseguenza ad un alleggerimento del distretto epatorenale. La tintura di Taraxacum Officinale ha un'azione diuretica, depurativa e tonico amara. La sua azione sul fegato e la vescicola biliare (fluidifica la bile grazie al principio attivo taraxasterolo) facilita l'eliminazione delle tossine, grazie alla sua composizione chimica equilibrata è in grado di eliminare le tossine di origine infettive e quelle che provengono dalla polluzione. La tintura di Sylibum Marianum, grazie alla silimarina protegge il fegato contro l'azione di solito molto nociva di alcuni prodotti, degli studi clinici hanno dimostrato che si possono prevenire intossicazioni epatiche severe, dovute dall'ingestione di funghi velenosi, ricevendo del Silybum marianum entro 48 ore dall'ingestione dei funghi. Durante l'uso di chemioterapici il cardo mariano ne attenua gli effetti nocivi che essa ha sul fegato e fa sparire più velocemente gli effetti collaterali del trattamento. La pianta stimola anche la secrezione biliare. La tintura di Cynara Scolymus ha azione colagoga e coleretica. La cinarina ed i cinarosidi hanno la capacità di proteggere le membrane del parenchima epatico stimolando anche delle catene enzimatiche alla base del metabolismo del fegato. Dalle piante sopra descritte si possono ottenere delle TSA (Tinture Spagyrico-Alchemiche) con rapporto d'estrazione 1 a 5 (R.E. 1/5) se si seguono le indicazioni date da Solanimus nel libro “Dalla Spagyria all'Alchimia“, dove vengono descritte molto bene alcune nozioni pratiche di Spagiria o Spagyrya ed Alchimia.