Universitą degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Albalax

Ultimo aggiornamento: 04/10/2019




A cosa serve

Albalax č un integratore appartenente alla categoria degli integratori per la funzionalitą intestinale.
E' commercializzato in Italia dall'azienda Comple.med S.r.l..

Informazioni commerciali

Titolare: Comple.med S.r.l.
Concessionario: Comple.med S.r.l.
Categoria di appartenenza: integratori per la funzionalitą intestinale

Confezioni

Albalax soluzione orale 200 ml

Indicazioni

L'estratto di anice stellato favorisce la regolare motilità gastrointestinale e in associazione all'estratto di carciofo favorisce l'eliminazione dei gas e la funzione digestiva. L'estratto di carciofo favorisce inoltre la funzione epatica. La prugna è un frutto ricco in zuccheri, fibre e composti flavonoici che può contribuire alla regolarità del transito intestinale. Il tamarindo contribuisce alla regolarità del transito intestinale e al normale volume e consistenza delle feci. Contiene mannitolo e sorbitolo, polialcoli non assorbibili.

Modalitą d'uso

Si consiglia di assumere 20 ml di soluzione orale al dì, preferibilmente la sera, tal quale o diluito in acqua o altri liquidi. Successivamente bere abbondante acqua. Per i bambini di età superiore a 3 anni, 10 ml una volta al dì (con le stesse modalità). Lavare accuratamente il misurino prima dell'impiego.

Descrizione e caratteristiche

Integratore alimentare con estratti vegetali di Carciofo, Tamarindo, Prugna ed Anice Stellato. Prugna (Prunus domestica L.) disidratata frutti: Il gruppo di esperti dell'EFSA (European Food Safety Autority) con parere di cui all'art. 13(1) of Regulation (EC) No 1924/20061 (2012), ha riconosciuto la fondatezza scientifica delle indicazioni sulla salute in relazione all'assunzione alimentare di prugne secche (Prunus domestica L.), per il mantenimento della fisiologica funzione intestinale; avvalorandone la rivendicazione salutistica (health claims). Le osservazioni scientifiche indicano che gli effetti osservati sulla funzione intestinale sono determinati dall'aumento del peso fecale e dal miglioramento della consistenza (ammorbidimento); simile a quello ottenibile con l'assunzione di psyllium. Le prugne secche contengono fibre, solubili e insolubili, ed uno zucchero indigeribile: il sorbitolo. Le fibre insolubili coadiuvano, con la loro presenza, la formazione della massa fecale e sono in grado di trattenere acqua all'interno della struttura cellulare, le componenti solubili, ampiamente degradate dalla microflora intestinale, contribuiscono ad un idoneo sviluppo di tali microrganismi, agendo ulteriormente sul volume della massa fecale. Il sorbitolo, infine, essendo scarsamente assorbito nel duodeno agisce come un lassativo osmotico. Carciofo (Cynara scolymus L.) foglie: contengono derivati dell'acido caffeico (acidi caffeolilchinici, acido clorogenico,...) di cui il più noto è la cinarina (ac.1,3 dicaffeolilchinico), oltre che flavonoidi(luteolina-7-glucoside), sesquiterpeni (responsabili del sapore amaro), idrossiacidi. Studi sperimentali condotti su colture di epatociti hanno evidenziato la capacità degli estratti di carciofo di incrementare la produzione di bile (attività colagoga). Altre osservazioni sperimentali ne attestano l'effetto coleretico (deflusso biliare) dose-dipendente, incrementandolo anche del 150%, già dopo 20 minuti dall'assunzione. L'effetto epatobilare ed epatoprotettore esercitato dagli estratti di carciofo è ormai acclarato da numerose osservazioni in vivo e cliniche. Tamarindo (Tamarindus indica L.) polpa del frutto: La polpa è particolarmente ricca di sali minerali preziosi come il potassio e il magnesio ma anche il sodio il calcio, lo zinco, il rame e il selenio. Anche la componente vitaminica è notevole, soprattutto del gruppo B, così come l'apporto di acqua, di zuccheri e di fibre. I principali benefici sono legati al miglioramento delle funzionalità intestinali e dell'apparato digestivo in generale, tuttavia alcuni studi recenti hanno sottolineato la capacità del tamarindo di agire positivamente anche per il benessere del fegato e della cistifellea, soprattutto nell'ambito della prevenzione dei disturbi biliari. Anice stellato (Illicium verum Hook) frutti: contiene circa il 2-6% di olio essenziale ricco in transanetolo. Le proprietà biologiche sono legate all'attività eupeptica (facilitazione della digestione) e a quella carminativa (antifermentativa). È, pertanto, utilizzato nel trattamento dei disturbi digestivi e delle fermentazioni intestinali. Il suo meccanismo di azione si esplica mediante: 1) il miglioramento della digestione attraverso la stimolazione della secrezione gastrica; 2) la riduzione del meteorismo per l'azione antifermentativa intestinale; 3) la riduzione dei sintomi di tensione addominale per l'azione spasmolitica.

Avvertenze

Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Un consumo eccessivo può avere effetti lassativi. Se il prodotto non viene utilizzato per lungo tempo, una volta aperto, conservare in frigorifero. Non assumere in concomitanza a farmaci. Conservare in luogo fresco e asciutto. Non sottoporre a sbalzi di temperatura. Essendo formulato con ingredienti naturali la presenza di sedimento è normale e non è indice di deterioramento o alterazione del prodotto.