Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Zonisamide Sandoz

Sandoz S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 18/06/2019




Cos'è Zonisamide Sandoz?

Zonisamide Sandoz è un farmaco a base del principio attivo Zonisamide, appartenente alla categoria degli Antiepilettici e nello specifico Altri antiepilettici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Sandoz S.p.A..

Zonisamide Sandoz può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Zonisamide Sandoz 100 mg 56 capsule
Zonisamide Sandoz 50 mg 28 capsule

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Sandoz S.p.A.
Concessionario: Sandoz S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Zonisamide
Gruppo terapeutico: Antiepilettici
Forma farmaceutica: capsula

Indicazioni

Zonisamide è indicato come:
  • monoterapia nel trattamento di crisi epilettiche parziali, con o senza generalizzazione secondaria, in adulti con epilessia di nuova diagnosi (vedere paragrafo 5.1);
  • terapia aggiuntiva nel trattamento di crisi epilettiche parziali, con o senza generalizzazione secondaria, in adulti, adolescenti e bambini da 6 anni di età.

Posologia

Posologia - Adulti
Incremento della dose e dose di mantenimento
Zonisamide può essere assunto in monoterapia o essere aggiunto alla terapia esistente negli adulti. La dose deve essere titolata in base all'effetto clinico. Gli incrementi della dose e le dosi di mantenimento raccomandati sono riportati nella Tabella 1. Alcuni pazienti, soprattutto quelli che non assumono agenti induttori del CYP3A4, possono rispondere a dosi inferiori.
Sospensione
Nel caso in cui sia necessario interrompere il trattamento con zonisamide, la sospensione deve essere effettuata gradualmente (vedere paragrafo 4.4). Negli studi clinici in pazienti adulti, è stata applicata una riduzione delle dosi di 100 mg a intervalli settimanali, con contemporaneo aggiustamento delle dosi degli altri farmaci antiepilettici (ove necessario).
Tabella 1. Adulti - Incremento della dose e regime di mantenimento raccomandati
Regime di trattamento
Fase di titolazione
Dose di mantenimento abituale
Monoterapia
Pazienti adulti di nuova diagnosi
 
Settimana
1 + 2
Settimana 3 + 4
Settimana 5 + 6
300 mg al giorno (una volta al giorno).
Se è necessaria una dose più elevata: aumentare ad intervalli di due settimane, con incrementi di 100 mg, fino a un massimo di 500 mg.
100 mg/die (una volta al giorno)
200 mg/die (una volta al giorno)
300 mg/die (una volta al giorno)
Terapia aggiuntiva
con agenti induttori del CYP3A4 (vedere paragrafo 4.5)
Settimana 1
Settimana 2
Settimana
da 3 a 5
Da 300 a 500 mg al giorno (una volta al giorno o divisi in due volte al giorno).
50 mg/die (divisi in due dosi)
100 mg/die (divisi in due dosi)
Aumentare a intervalli settimanali con incrementi di 100 mg.
senza agenti induttori del CYP3A4; o con danno renale o compromissione epatica
Settimana
1 + 2
Settimana
3 + 4
Settimana
da 5 a 10
da 300 a 500 mg al giorno (una volta al giorno o divisi in due volte al giorno). Alcuni pazienti possono rispondere a dosi più basse.
50 mg/die (divisi in due dosi)
100 mg/die (divisi in due dosi)
Aumentare a intervalli di due settimane con incrementi fino a 100 mg.
Raccomandazioni posologiche generali per zonisamide in popolazioni speciali di pazienti
Popolazione pediatrica (da 6 anni di età)
Incremento della dose e dose di mantenimento
Zonisamide deve essere aggiunto alla terapia esistente nei pazienti pediatrici a partire dai 6 anni di età. La dose deve essere titolata in base all'effetto clinico. Gli incrementi della dose e le dosi di mantenimento raccomandati sono riportati nella Tabella 2. Alcuni pazienti, soprattutto quelli che non assumono agenti induttori del CYP3A4, possono rispondere a dosi inferiori.
I medici devono portare all'attenzione dei pazienti pediatrici e dei loro genitori/delle persone che si prendono cura di loro la sezione di avvertimento per i pazienti (nel foglio illustrativo) relativamente alla prevenzione dei colpi di calore (vedere paragrafo 4.4 Popolazione pediatrica).
Tabella 2. Popolazione pediatrica (da 6 anni di età) – Incremento della dose e regime di mantenimento raccomandati
Regime di trattamento
Fase di titolazione
Dose di mantenimento abituale
Terapia aggiuntiva
con agenti induttori del CYP3A4 (vedere paragrafo 4.5)
Settimana 1
Settimana da 2 a 8
Pazienti di peso da 20 a 55 kga
Pazienti di peso > 55 kg
1 mg/kg/die (una volta al giorno)
Aumentare a intervalli settimanali con incrementi di
1 mg/kg
da 6 a 8 mg/kg/die (una volta al giorno)
300-500 mg/die (una volta al giorno)
senza agenti induttori del CYP3A4
Settimana 1+ 2
Settimane ≥ 3
da 6 a 8 mg/kg/die (una volta al giorno)
300-500 mg/die (una volta al giorno)
1 mg/kg/die (una volta al giorno)
Aumentare a intervalli di due settimane con incrementi di 1 mg/kg
Nota:
a. Per assicurare il mantenimento di un'adeguata dose terapeutica, è necessario monitorare il peso corporeo del bambino ed aggiustare la dose ad ogni variazione, fino a un peso corporeo di 55 kg. La posologia è 6-8 mg/kg/die fino a una dose massima di 500 mg/die.
La sicurezza e l'efficacia di zonisamide nei bambini di età inferiore a 6 anni, o di peso corporeo inferiore a 20 kg, non sono state ancora stabilite.
Esistono dati limitati in studi clinici in pazienti di peso corporeo inferiore a 20 kg. Pertanto, i bambini a partire da 6 anni di età e con peso corporeo inferiore a 20 kg devono essere trattati con cautela.
Con i dosaggi delle capsule rigide di Zonisamide Sandoz disponibili in commercio non è sempre possibile ottenere con precisione la dose calcolata. In questi casi, si raccomanda perciò di arrotondare la dose totale di Zonisamide Sandoz capsule rigide per eccesso o per difetto alla dose più vicina a quella ottenibile con i dosaggi delle capsule di Zonisamide Sandoz disponibili in commercio (25 mg, 50 mg e 100 mg).
Sospensione
Nel caso in cui sia necessario interrompere il trattamento con zonisamide, la sospensione deve essere effettuata gradualmente (vedere paragrafo 4.4). Negli studi clinici in pazienti pediatrici, la riduzione graduale della dose è stata completata riducendo la posologia a intervalli settimanali con decrementi di circa 2 mg/kg (ossia in accordo con il programma illustrato nella Tabella 3).
Tabella 3. Popolazione pediatrica (da 6 anni di età) – Programma raccomandato di riduzione graduale della dose
Peso
Riduzione a intervalli settimanali con decrementi di:
20 – 28 kg
da 25 a 50 mg / die*
29 – 41 kg
da 50 a 75 mg / die*
42 – 55 kg
100 mg / die*
>55 kg
100 mg / die*
Nota:
* Tutte le dosi sono da intendersi una volta al giorno.
Anziani
Si deve usare cautela all'inizio del trattamento con zonisamide in pazienti anziani, in quanto esistono informazioni limitate sull'uso di zonisamide in questi pazienti. I medici devono tenere conto anche del profilo di sicurezza di zonisamide (vedere paragrafo 4.8).
Pazienti con danno renale
Occorre prestare cautela nel trattamento di pazienti con danno renale, in quanto per tali pazienti esistono informazioni limitate per cui potrebbe essere necessaria una più lenta titolazione. Dato che la zonisamide e i suoi metaboliti vengono escreti per via renale, il trattamento deve essere interrotto in pazienti che sviluppano insufficienza renale acuta o laddove si osservi un aumento sostenuto, clinicamente significativo, della creatinina sierica.
Nei soggetti con danno renale, la clearance renale delle singole dosi di zonisamide era positivamente correlata alla clearance della creatinina. L'AUC plasmatica della zonisamide risultava aumentata del 35% nei soggetti con clearance della creatinina < 20 ml/min.
Pazienti con compromissione epatica
L'uso nei pazienti con compromissione epatica non è stato studiato. Pertanto, l'uso nei pazienti con grave compromissione epatica non è raccomandato. Occorre avere cautela nel trattamento di pazienti con compromissione epatica da lieve a moderata nei quali potrebbe essere necessaria una più lenta titolazione di zonisamide.
Modo di somministrazione
Zonisamide Sandoz capsule rigide è per uso orale.
Effetto del cibo
Zonisamide Sandoz può essere assunto con o senza cibo (vedere paragrafo 5.2).

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1 o ai sulfamidici.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Rash di natura non spiegabile
In associazione alla terapia con Zonisamide possono verificarsi rash gravi, inclusi casi di sindrome di Stevens-Johnson.

Deve essere presa in considerazione la possibilità di ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Effetto di zonisamide sugli enzimi del citocromo P450
Gli studi in vitro con utilizzo di microsomi epatici umani hanno dimostrato inibizione assente o scarsa (<25%) degli isoenzimi 1A2, 2A6, 2B6, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Zonisamide Sandoz" insieme ad altri farmaci come “Atripla”, “Efavirenz + Emtricitabina + Tenofovir Disoproxil Mylan”, “Efavirenz / Emtricitabina / Tenofovir Disoproxil Eg”, “Efavirenz Emtricitabina Tenofovir Disoproxil Krka”, “Efavirenz Emtricitabina Tenofovir Disoproxil Teva”, “Efavirenz / Emtricitabina / Tenofovir Disoproxil Zentiva”, “Efavirenz Mylan”, “Efavirenz Teva”, “Rifadin”, “Rifater”, “Rifinah”, “Sustiva - Capsula”, “Sustiva - Compressa Rivestita”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Zonisamide Sandoz durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Zonisamide Sandoz durante la gravidanza e l'allattamento?
Donne potenzialmente fertili
Le donne in età fertile devono usare misure contraccettive efficaci durante il trattamento con Zonisamide e per un mese dopo la sua interruzione.
Zonisamide non deve essere ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non sono stati effettuati studi sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari. Tuttavia, poichè alcuni pazienti possono manifestare sonnolenza o difficoltà di concentrazione, in particolare nella prima fase del trattamento o dopo un aumento della dose, i pazienti devono essere informati della necessità di avere cautela durante attività che richiedono un elevato grado di vigilanza, ad esempio la guida di veicoli o l'uso di macchinari.


Effetti indesiderati

Riassunto del profilo di sicurezza
Zonisamide è stato somministrato a oltre 1.200 pazienti in studi clinici, più di 400 dei quali hanno assunto zonisamide per almeno 1 anno. Inoltre, vi ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Vi sono stati casi di sovradosaggio accidentale e intenzionale in pazienti adulti e pediatrici. In alcuni casi, il sovradosaggio è stato asintomatico, in particolare laddove emesi o lavanda gastrica erano stati tempestivi. In altri casi, il sovradosaggio è stato seguito da sintomi quali sonnolenza, nausea, gastrite, nistagmo, mioclono, coma, bradicardia, ridotta funzione renale, ipotensione e depressione respiratoria. Una concentrazione plasmatica molto elevata di 100,1 µg/ml di Zonisamide è stata registrata circa 31 ore dopo l'assunzione di zonisamide e clonazepam da parte di un paziente; il paziente è entrato in coma e ha presentato depressione respiratoria, ma ha ripreso conoscenza cinque giorni dopo e non ha avuto sequele.
Trattamento
Non sono disponibili antidoti specifici per il sovradosaggio di zonisamide. A seguito di sospetto recente sovradosaggio, può essere indicato lo svuotamento dello stomaco tramite lavanda gastrica o induzione di emesi, con le abituali precauzioni per proteggere le vie respiratorie. È indicata una terapia di supporto generale, incluso il monitoraggio frequente delle funzioni vitali e l'attenta osservazione. La zonisamide ha una lunga emivita di eliminazione, quindi i suoi effetti possono persistere nel tempo. Sebbene non sia stata formalmente studiata per il trattamento del sovradosaggio, l'emodialisi ha ridotto le concentrazioni plasmatiche di zonisamide in un paziente con ridotta funzione renale e può essere considerata come trattamento del sovradosaggio, se clinicamente indicata.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Antiepilettici, altri antiepilettici, codice ATC: N03AX15
La Zonisamide è un derivato benzisossazolico. È un farmaco antiepilettico con debole attività sull'anidrasi carbonica in vitro. È chimicamente non relazionata ad ...


Proprietà farmacocinetiche

Assorbimento
La Zonisamide viene assorbita quasi completamente dopo la somministrazione orale, raggiungendo in genere i picchi di concentrazione sierica o plasmatica entro 2-5 ore dalla somministrazione. Si ritiene che il ...


Dati preclinici di sicurezza

Risultati non osservati negli studi clinici, ma evidenziati nel cane a livelli di esposizione simili all'uso clinico, sono stati modificazioni epatiche (ingrossamento, colorazione marrone scuro, lieve aumento di volume degli ...


Elenco degli eccipienti

Contenuto della capsula
Cellulosa microcristallina
Olio vegetale idrogenato
Sodio lauril solfato
Rivestimento delle capsule
Gelatina
Titanio diossido (E171)
Inchiostro di stampa (100 mg)
Gommalacca
Ferro ossido nero (E172)
Potassio idrossido


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Zonisamide Sandoz a base di Zonisamide sono: Zonegran - Capsula, Zonisamide Doc Generici, Zonisamide Mylan

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Zonisamide Sandoz a base di Zonisamide ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Articoli correlati


Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca