UniversitÓ degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Privituss

Ultimo aggiornamento: 09/06/2022




Cos'Ŕ Privituss?

Privituss Ŕ un farmaco a base del principio attivo Levocloperastina Fendizoato, appartenente alla categoria degli Antitussivi e nello specifico Altri sedativi della tosse. E' commercializzato in Italia dall'azienda Aesculapius Farmaceutici S.r.l..

Privituss pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.


Confezioni

Privituss 708 mg/100 ml sosp. orale flacone 200 ml

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Aesculapius Farmaceutici S.r.l.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: C
Principio attivo: Levocloperastina Fendizoato
Gruppo terapeutico: Antitussivi
ATC: R05DB21 - Cloperastina
Forma farmaceutica: sospensione

Indicazioni

Sedativo della tosse.

Posologia

Adulti:5 ml tre volte al giorno.
Bambini:  tra 2 e 4 anni: 2 ml due volte al giorno;
  tra 4 e 7 anni: 3 ml due volte al giorno;
  tra 7 e 15 anni: 5 ml due volte al giorno.
Alla confezione è annesso un misurino tarato da 2-3-5 ml.
Durata del trattamento: 7 giorni.
Se non si notano risultati apprezzabili si consiglia di consultare il medico.

Controindicazioni

Ipersensibilità verso uno dei componenti del prodotto o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
Per l'assenza di studi nella fascia di età compresa tra 0 e 2 anni, si sconsiglia l'uso del farmaco nella primissima infanzia.
Generalmente controindicato in gravidanza.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

È consigliata cautela nell'uso in pazienti affetti da ipertensione intraoculare, ipertrofia prostatica o ostruzione della vescica.
Speciali precauzioni d'uso:
Agitare bene prima dell'uso
Informazioni importanti su alcuni eccipienti
Privituss 708 mg/100 ml Sospensione orale contiene metile para-idrossibenzoato e propile para-idrossibenzoato che possono causare reazioni allergiche (anche ritardate).
Questo medicinale contiene meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per dose da 5 ml, cioè essenzialmente “senza sodio“.

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono stati effettuati studi d'interazione.
Anche se gli effetti secondari centrali della levocloperastina sono sensibilmente ridotti, il farmaco può interagire con sostanze sia depressive che stimolanti del sistema nervoso centrale.
Va tenuta presente la possibilità di potenziamento dell'effetto di sostanze ad azione antistaminica/antiserotoninica e, in grado minore, di miorilassanti di tipo papaverinico.
L'ingestione di alcool, può potenziare gli effetti indesiderati del medicinale.

FertilitÓ, gravidanza e allattamento

Gravidanza
Sebbene gli studi di tossicità effettuati durante la gravidanza negli animali non abbiano evidenziato attività teratogena e tossicità fetale, è buona norma prudenziale non assumere il farmaco nei primi mesi di gravidanza e nell'ulteriore periodo solo in caso di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico.
Allattamento
Non è noto se il medicinale e/o i suoi metaboliti siano escreti nel latte materno; poiché non può essere escluso il rischio per il lattante, è preferibile evitare l'uso di cloperastina durante l'allattamento.


Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Privituss ai dosaggi terapeutici non induce sedazione e non interferisce con la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.


Effetti indesiderati

Riassunto del profilo di sicurezza
Disturbi gastrointestinali, di natura lieve, transitori si possono verificare con Privituss 708 mg/100 ml Sospensione orale.
L'elenco illustra le reazioni avverse che sono state identificate per il principio attivo. Frequenza: molto comune (≥ 1/10); comune (≥ 1/100, < 1/10); non comune (≥ 1/1000, < 1/100); raro (≥ 1/10000, < 1/1000);molto raro (< 1/10000), non noto (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
All'interno di ciascun gruppo di frequenza gli effetti indesiderati sono presentati in ordine decrescente di gravità.
Classificazione per sistemi e organi
Reazioni avverse
Non comune (≥ 1/1000,< 1/100)
Raro (≥ 1/10000,<1/1000)
Molto raro (<1/10000)
Non noto
Disturbi del sistema immunitario
 
 
 
Ipersensibilità, reazione anafilattica/ anafilattoide
Patologie della pelle e del tessuto sottocutaneo
 
 
 
Orticaria,Eritema
Patologie gastrointestinali
Bocca secca
 
 
 
I risultati delle sperimentazioni cliniche hanno riportato solo rari casi di disturbi gastrointestinali, di natura lieve, transitori e di dubbia attribuzione.
Non è stato evidenziato a dosaggi terapeutici alcun segno o sintomo collegabile ad un effetto centrale di tipo sedativo o eccitatorio.
Segnalazione delle reazioni avverse sospette
La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.
Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: http://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Sovradosaggio

Negli studi autorizzativi, generalmente con dosaggi di levocloperastina superiori alle dosi autorizzate, si sono manifestati eposidi di sonnolenza.
In caso di sovradosaggio si consiglia di attuare le normali procedure (lavanda gastrica, carbone attivo, ecc.) e di controllare eventuali segni di sovraeccitazione.


Scadenza

5 anni.



Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione


Elenco degli eccipienti

100 ml di sospensione contengono:
Gomma xantana, Macrogol stearato, Xilitolo, Metile p-idrossibenzoato, Propile p-idrossibenzoato, Aroma di banana, Sodio idrossido, Acqua deionizzata.


Foglietto Illustrativo


Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca