Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Octilia

Ultimo aggiornamento: 29/07/2019

Area RiservataFoglietto Illustrativo Dica33

Confezioni

Octilia 0,5 mg/ml collirio 1 flacone da 10 ml con contagocce
Octilia 0,5 mg/ml collirio 10 contenitori monodose da 0,5 ml

Cos'è Octilia?

Octilia è un farmaco a base del principio attivo Tetrizolina Cloridrato, appartenente alla categoria degli Decongestionanti e nello specifico Simpaticomimetici impiegati come decongestionanti. E' commercializzato in Italia dall'azienda IBSA Farmaceutici Italia S.r.l..

Octilia può essere prescritto con Ricetta OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: IBSA Farmaceutici Italia S.r.l.
Concessionario: IBSA Farmaceutici Italia S.r.l.
Ricetta: OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco
Classe: C
Principio attivo: Tetrizolina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Decongestionanti
Forma farmaceutica: collirio

Indicazioni

OCTILIA è indicato nel trattamento sintomatico delle irritazioni oculari dovute a fumo, vento, acqua salata, esposizione prolungata alla luce, congiuntivite allergica e da altri agenti irritativi.

Posologia

Uso Oculare.
Instillare una o due gocce di OCTILIA in ogni occhio due o tre volte al giorno. Non superare le dosi consigliate.
Aprire ruotando e tirando il cappuccio, esercitare una leggera pressione sul corpo del contenitore, la quale sarà sufficiente per far cadere la goccia nell'occhio. Per evitare la contaminazione del prodotto evitare il contatto dell'estremità del contagocce con qualsiasi superficie. Dopo l'instillazione è conveniente battere le palpebre con delicatezza per alcuni secondi per facilitare la distribuzione uniforme delle gocce.
Le lenti a contatto vanno rimosse prima dell'uso (Vedere paragrafo 4.4).
Il prodotto deve essere utilizzato esclusivamente per irritazioni oculari minori. Se non si ottiene sollievo entro 48 ore o se l'irritazione o l'arrossamento persistono o aumentano, sospendere l'uso e consultare il medico.
Interrompere il trattamento appena scompaiono i sintomi e non continuare mai oltre una settimana.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o a uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
OCTILIA non deve essere somministrato:
  • nei pazienti con glaucoma ad angolo stretto e nei pazienti con gravi malattie oculari
  • nei pazienti con patologie gravi cardiovascolari (disturbi delle arterie coronarie, ipertensione)
  • pazienti con feocromocitoma
  • nei pazienti con disturbi del metabolismo e della nutrizione (es ipertiroidismo, diabete mellito)
  • nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminoossidasi (vedere paragrafo 4.5) o altri farmaci che possono potenzialmente incrementare la pressione
  • nei pazienti con rinite e cheratocongiuntivite
  • nei bambini di età inferiore a tre anni


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

OCTILIA non deve essere utilizzato nei bambini sotto i tre anni di età.
Si raccomanda precauzione in pazienti di età superiore a 65 anni.
Come in altri prodotti ad impiego ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

OCTILIA non deve essere utilizzato nei pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle monoamminossidasi per la possibile insorgenza di gravi crisi ipertensive (vedere paragrafo 4.3).
Se si utilizza qualcun altro ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Octilia" insieme ad altri farmaci come , etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Octilia durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Octilia durante la gravidanza e l'allattamento?
Non sono stati condotti studi adeguati e ben controllati per determinare l'effetto della Tetrizolina cloridrato sul feto.
Non è noto se il prodotto sia escreto nel latte materno.
Nelle donne ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

OCTILIA non presenta alcuna influenza nella capacità di guidare veicoli o utilizzare macchinari. In rari casi la capacità di guidare veicoli ed utilizzare macchinari può essere alterata per un leggero e temporaneo offuscamento.


Effetti indesiderati

L'ingestione accidentale o l'impiego di OCTILIA per un lungo periodo a dosi eccessive può determinare fenomeni tossici.
Non comuni (>1/1.000, <1/100): arrossamento della mucosa oculare, secchezza oculare, iperemia, palpitazioni, cefalea, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

L'uso eccessivo o ingestione può portare a depressione del sistema nervoso centrale. Tale rischio è presente soprattutto nei neonati e bambini per ingestione del prodotto. I sintomi principali sono alterazioni del sistema nervoso, aumento pressione sanguigna, aritmia, tachicardia, bradicardia reattiva.
La Tetrizolina presenta una tossicità se assunta alla dose di 0,01 mg/Kg peso corporeo.
I sintomi associati a sovradosaggio sono midriasi, nausea, cianosi, febbre, crampi, tachicardia, aritmia cardiaca, arresto cardiaco, ipertensione, edema polmonare, alterazioni respiratoria e mentale.
Inoltre, in determinate circostanze, l'inibizione dell'attività del sistema nervoso centrale può provocare letargia, diminuzione della temperatura corporea, bradicardia, ipotensione, apnea e coma.
In caso di overdose si consiglia di utilizzare carbone attivo, effettuare lo svuotamento gastrico e sottoporre il soggetto a ossigenoterapia. Per ridurre la pressione sanguigna lentamente, somministrare per via endovenosa 5 mg di fentolamina in soluzione salina o 100 mg via orale. I farmaci vasopressori sono controindicati nei pazienti con ipotensione. Se si presentano sintomi anticolinergici, possono essere somministrati antidoti quali la fisostigmina.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Simpaticomimetici impiegati come decongestionanti.
Codice ATC: S01GA02
Il principio attivo del OCTILIA, la Tetrizolina cloridrato, è un'amina simpaticomimetica ed esercita la sua azione decongestionante mediante vasocostrizione periferica locale, ...


Proprietà farmacocinetiche

L'azione vasocostrittrice e decongestionante della tetrizolina inizia alcuni minuti dopo l'applicazione locale e dura da 4 a 8 ore.
Alle dosi consigliate, l'azione del farmaco si esplica localmente, direttamente sulle ...


Dati preclinici di sicurezza

L'applicazione di una soluzione tampone a pH 5.5 di Tetrizolina (0.25% e 0.50%) due volte al giorno per cinque giorni consecutivi non reca segni di irritazione oculare nel coniglio.
La ...


Elenco degli eccipienti

Flacone: Sodio cloruro, Acido borico, Borace, Benzalconio cloruro sol., Disodio edetato, Sodio Idrossido e Acido Cloridrico (per la regolazione del pH), Acqua per preparazioni iniettabili.
Contenitori monodose: Sodio cloruro, Acido

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Octilia a base di Tetrizolina Cloridrato sono: Stilla Decongestionante, Tetrizolina Carlo Erba

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Octilia a base di Tetrizolina Cloridrato ...

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca
Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance