UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Naristar

UCB Pharma S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 21/12/2020




Cos'Ŕ Naristar?

Naristar Ŕ un farmaco a base del principio attivo Cetirizina + Pseudoefedrina, appartenente alla categoria degli Antiallergici antistaminici e nello specifico Simpaticomimetici. E' commercializzato in Italia dall'azienda UCB Pharma S.p.A..

Naristar pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Naristar 5 mg + 120 mg 14 compresse a rilascio prolungato

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: UCB Pharma S.p.A.
Concessionario: UCB Pharma S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: C
Principio attivo: Cetirizina + Pseudoefedrina
Gruppo terapeutico: Antiallergici antistaminici
Forma farmaceutica: compressa a rilascio modificato

Indicazioni

L'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina è indicata nel trattamento sintomatico delle riniti acute con congestione ed ipersecrezione nasale, prurito nasale e/o oculare e lacrimazione.

Posologia

Posologia
Una compressa due volte al giorno (al mattino e alla sera), da assumere con o senza cibo.
Durata del trattamento
La durata del trattamento non dovrebbe superare il periodo della sintomatologia acuta e comunque non dovrebbe essere protratta oltre 7 giorni. Trascorsi i 7 giorni di terapia, continuare il trattamento con la sola cetirizina.
Popolazioni speciali
Pazienti con compromissione renale
Il dosaggio deve essere ridotto ad una compressa al giorno nei pazienti con moderata insufficienza renale.
Pazienti con compromissione epatica
Il dosaggio deve essere ridotto ad una compressa al giorno nei pazienti con moderata insufficienza epatica.
Popolazione pediatrica
Adolescenti di 12 anni e di età superiore: una compressa due volte al giorno (al mattino e alla sera), da assumere con o senza cibo.
Bambini di età inferiore ai 12 anni: l'uso del medicinale è controindicato (vedere paragrafi 4.3 e 4.4).
Modo di somministrazione
Le compresse devono essere ingerite intere con un po' di liquido e non devono essere rotte, masticate o frantumate.

Controindicazioni

L'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina è controindicata in pazienti con:
  • ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1, a efedrina o alle piperazine
  • ipertensione grave o malattia coronarica grave
  • grave insufficienza renale
  • ipertiroidismo non controllato
  • aritmia grave
  • feocromocitoma
  • elevata pressione intraoculare
  • ritenzione urinaria
  • storia di ictus
  • alto rischio di sviluppare ictus emorragico
  • glaucoma
L'associazione di cetirizina e pseudoefedrina è controindicata durante la gravidanza e l'allattamento (vedere paragrafo 4.6).
L'associazione di cetirizina e pseudoefedrina è controindicata nei pazienti trattati in concomitanza con:
  • diidroergotamina
  • inibitori delle monoaminossidasi (IMAO) fino a due settimane successive alla loro interruzione (vedere paragrafo 4.5).
L'associazione di cetirizina e pseudoefedrina è controindicata nei bambini di età inferiore ai 12 anni (vedere paragrafi 4.2 e 4.4).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Il trattamento con il medicinale è destinato solo per trattamenti di breve durata.
A causa della presenza di pseudoefedrina, l'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina deve essere usata con cautela in ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono stati effettuati studi di interazione con l'associazione cetirizina e pseudoefedrina.
Sono stati condotti studi di interazione farmacocinetica con cetirizina e cimetidina, ketoconazolo, eritromicina, azitromicina, antipirina o pseudoefedrina; non ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Assumere Naristar durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Naristar durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Non vi sono dati adeguati riguardanti l'uso dell'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina nelle donne in gravidanza. L'associazione di cetirizina e pseudoefedrina non deve essere usata durante la gravidanza (vedere ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

I pazienti che intendono mettersi alla guida di veicoli, intraprendere attività potenzialmente pericolose o utilizzare macchinari devono tenere conto della risposta individuale al medicinale. Negli studi clinici effettuati con cetirizina sono stati riportati casi di sonnolenza. Possono manifestarsi effetti a carico del sistema nervoso centrale per dosi superiori a quelle normalmente raccomandate.
I pazienti non devono guidare, intraprendere attività potenzialmente pericolose o utilizzare macchinari se provano sonnolenza o capogiro.
Nei pazienti che avevano assunto cetirizina alla dose autorizzata di 10 mg/die, le misurazioni obiettive della capacità di guidare, del tempo di addormentamento e del rendimento alla catena di montaggio non hanno dimostrato alcun effetto clinicamente rilevante.
L'assunzione contemporanea di cetirizina con alcool o altre sostanze ad azione deprimente sul SNC, può causare tuttavia un'ulteriore diminuzione dello stato di allerta e alterazione della prestazione.
Non sono stati riportati né sono attesi effetti negativi sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari associati all'uso di pseudoefedrina.


Effetti indesiderati

Studi clinici
Quadro generale: In studi clinici controllati, le reazioni avverse, riportate in più dell'1% dei pazienti a cui è stata somministrata cetirizina/pseudoefedrina in associazione, non differivano da quelle ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

I sintomi osservati a seguito di un sovradosaggio di cetirizina sono principalmente associati ad effetti a carico del sistema nervoso centrale o ad effetti che potrebbero suggerire un'attività anticolinergica.
Dosi elevate di simpaticomimetici possono indurre una psicosi tossica accompagnata da delirio e allucinazioni. Alcuni pazienti potrebbero sviluppare aritmia cardiaca, collasso circolatorio, convulsioni, coma o insufficienza respiratoria che possono essere letali.
Il sovradosaggio acuto dell'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina può causare: diarrea, capogiro, affaticamento, cefalea, malessere, midriasi, ritenzione urinaria, tachicardia, aritmia cardiaca, ipertensione arteriosa o segni di depressione del sistema nervoso centrale (sedazione, apnea, perdita di coscienza, cianosi e collasso cardiovascolare) o di stimolazione (insonnia, allucinazioni, tremori, crisi epilettiche) che possono essere fatali.
Il trattamento per il sovradosaggio, che deve avvenire preferibilmente in ambiente ospedaliero, deve essere sintomatico e di supporto, considerando l'eventualità della possibile ingestione concomitante di altri medicinali. Se il vomito non si manifesta spontaneamente deve essere indotto. È raccomandata la lavanda gastrica. Non sono noti antidoti. Le ammine simpaticomimetiche non devono essere usate.
L'ipertensione e la tachicardia possono essere controllate con l'uso di α-bloccanti e/o di β-bloccanti. Le crisi epilettiche possono essere trattate con diazepam iv (o con diazepam somministrato per via rettale nel caso di bambini).
Cetirizina e pseudoefedrina sono scarsamente eliminate tramite emodialisi.


ProprietÓ farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: decongestionanti nasali per uso sistemico – simpaticomimetici – pseudoefedrina, associazioni, codice ATC: R01BA52.
L'attività farmacodinamica dell'associazione di Cetirizina + Pseudoefedrina è direttamente correlata all'effetto additivo dell'attività di ciascuno ...


ProprietÓ farmacocinetiche

L'assorbimento e l'eliminazione di cetirizina sono indipendenti dalla dose. Le variazioni inter e intra-soggetti sono basse.
Non sono state rilevate interazioni farmacocinetiche tra Cetirizina + Pseudoefedrina.
Assorbimento
Cetirizina è assorbita ...


Dati preclinici di sicurezza

Studi sugli animali non hanno dimostrato effetti tossici per dosi uguali o superiori a 30 mg/kg/die nel ratto e a 40 mg/kg/die nella scimmia Cynomolgus (≥8 e 11 volte la ...


Elenco degli eccipienti

Nucleo
Ipromellosa
Cellulosa microcristallina
Silice colloidale anidra
Magnesio stearato
Lattosio monoidrato
Croscarmellosa sodica
Rivestimento:
Opadry® Y-1-7000 che consiste in:
Ipromellosa (E 464)
Titanio diossido (E 171)
Macrogol 400


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Naristar a base di Cetirizina + Pseudoefedrina ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Articoli correlati


Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca