Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Myalepta

Ultimo aggiornamento: 11/09/2020

Area RiservataFoglietto Illustrativo Dica33

Indice


Confezioni

Myalepta 11,3 mg polvere per soluzione iniettabile uso sottocutaneo 30 fl.ni 5 ml
Myalepta 3 mg polvere per soluzione iniettabile uso sottocutaneo 30 fl.ni 3 ml
Myalepta 5,8 mg polvere per soluzione iniettabile uso sottocutaneo 30 fl.ni 3 ml

Cos'è Myalepta?

Myalepta è un farmaco a base del principio attivo Metreleptina, appartenente alla categoria degli Aminoacidi e derivati e nello specifico Aminoacidi e derivati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Amryt Pharma Italy S.r.l..

Myalepta può essere prescritto con Ricetta RRL - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, vendibili al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Amryt Pharmaceuticals DAC
Concessionario: Amryt Pharma Italy S.r.l.
Ricetta: RRL - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, vendibili al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti
Classe: H
Principio attivo: Metreleptina
Gruppo terapeutico: Aminoacidi e derivati
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)

Indicazioni

Myalepta è indicato in aggiunta alla dieta come terapia sostitutiva per il trattamento delle complicanze da deficit di leptina in pazienti affetti da lipodistrofia (LD):
  • con diagnosi confermata di LD generalizzata congenita (sindrome di Berardinelli-Seip)o di LD generalizzata acquisita (sindrome di Lawrence) negli adulti e nei bambini di età pari o superiore a 2 anni
  • con diagnosi confermata di LD parziale familiare o di LD parziale acquisita (sindrome di Barraquer-Simons) negli adulti e nei bambini di età pari o superiore a 12 anni, per i quali le terapie standard non sono riuscite a raggiungere un controllo metabolico adeguato.

Posologia

Il trattamento deve essere avviato e monitorato da un operatore sanitario con esperienza nella diagnosi e nella gestione dei disturbi del metabolismo.
Posologia
La dose giornaliera raccomandata di metreleptina si basa sul peso corporeo, come riportato nella Tabella 1.
Per assicurarsi che il paziente e le persone che lo assistono comprendano quale sia la dose corretta da iniettare, il prescrittore deve prescrivere la dose adeguata sia in milligrammi che in volume (millilitri). Per evitare errori nella terapia, tra cui il sovradosaggio, è necessario attenersi alle linee guida sul calcolo e l'aggiustamento della dose riportate più avanti. Durante il trattamento con Myalepta si consiglia di ricontrollare la tecnica di autosomministrazione del paziente ogni 6 mesi.
Al momento di calcolare la dose occorre utilizzare sempre il peso corporeo effettivo all'inizio del trattamento.
Tabella 1 Dose raccomandata di metreleptina
Peso al basale
Dose giornaliera iniziale
(volume di iniezione)
Aggiustamenti della dose
(volume di iniezione)
Dose massima giornaliera
(volume di iniezione)
Maschi e femmine ≤ 40 kg
0,06 mg/kg
(0,012 ml/kg)
0,02 mg/kg
(0,004 ml/kg)
0,13 mg/kg
(0,026 ml/kg)
Maschi > 40 kg
2,5 mg
(0,5 ml)
da 1,25 mg (0,25 ml) a 2,5 mg (0,5 ml)
10 mg
(2 ml)
Femmine > 40 kg
5 mg
(1 ml)
da 1,25 mg (0,25 ml) a 2,5 mg (0,5 ml)
10 mg
(2 ml)
In base alla risposta clinica (ad es. un controllo metabolico inadeguato) o ad altre considerazioni (ad es. problemi di tollerabilità; calo ponderale eccessivo, in particolare nei pazienti pediatrici), la dose può essere ridotta oppure aumentata fino alla dose massima riportata nella Tabella 1. La dose massima tollerata può essere inferiore alla dose massima giornaliera, indicata nella Tabella 1, come evidenziato da un eccessivo calo ponderale anche in caso di risposta metabolica incompleta.
Una risposta clinica minima viene definita come almeno:
  • una riduzione di emoglobina glicata (HbA1c) dello 0,5% e/o una riduzione del fabbisogno insulinico del 25%
e / o
  • una riduzione del livello dei trigliceridi (TG) del 15%.
Se non si osserva una risposta clinica dopo 6 mesi di trattamento, il medico deve assicurarsi che il paziente applichi la tecnica di somministrazione in modo corretto, stia ricevendo una dose adeguata e stia seguendo la dieta. Prima di interrompere il trattamento, prendere in considerazione la possibilità di aumentare la dose.
Aumenti della dose di metreleptina in adulti e bambini, basati su una risposta clinica incompleta, possono essere presi in considerazione dopo un minimo di 6 mesi di trattamento, consentendo una riduzione dell'insulina, degli antidiabetici orali e/o dei medicinali ipolipemizzanti concomitanti.
Possono non essere osservate riduzioni di HbA1c e di TG nei bambini, in quanto è possibile che non siano presenti anomalie metaboliche all'inizio del trattamento. Si prevede che la maggior parte dei bambini richiederà un incremento della dose per chilogrammo, specialmente al raggiungimento della pubertà. Può osservarsi un aumento delle anomalie dei TG e HbA1c, con eventuale necessità di aumentare la dose. Gli aggiustamenti della dose nei bambini senza anomalie metaboliche devono avvenire principalmente in base alla variazione di peso.
Gli incrementi della dose non devono essere effettuati più frequentemente di ogni 4 settimane. Le riduzioni della dose basate sul calo ponderale possono essere apportate ogni settimana.
I pazienti trattati con Myalepta e in terapia antidiabetica corrono il rischio di ipoglicemia. Nelle fasi iniziali del trattamento possono essere necessarie elevate riduzioni della dose del 50% o più del fabbisogno di insulina al basale. Una volta stabilizzato il fabbisogno di insulina, è possibile che per alcuni pazienti sia necessario modificare anche la dose di altre terapie antidiabetiche, al fine di minimizzare il rischio di ipoglicemia (vedere paragrafi 4.4 e 4.8).
Sospensione nei pazienti a rischio di pancreatite
Quando la terapia con Myalepta viene sospesa nei pazienti con fattori di rischio per pancreatite (ad es. storia di pancreatite, ipertrigliceridemia grave), si consiglia una riduzione della dose nell'arco di due settimane, associata a una dieta a basso contenuto di grassi. Durante questa riduzione monitorare i livelli dei trigliceridi e prendere in considerazione la possibilità di avviare un trattamento con medicinali ipolipemizzanti o aggiustarne la dose secondo necessità. Segni e/o sintomi compatibili con pancreatite devono indurre ad accertamenti clinici appropriati (vedere paragrafo 4.4).
Mancata assunzione di una dose
Se il paziente dimentica una dose, questa dovrà essere somministrata non appena il paziente si accorge della dimenticanza, riprendendo il normale regime posologico il giorno successivo.
Popolazioni speciali
Anziani
Gli studi clinici della metreleptina non hanno incluso un numero sufficiente di pazienti di età pari o superiore a 65 anni per poter stabilire eventuali differenze di risposta rispetto ai pazienti più giovani. In linea generale, la scelta e la modifica della dose per un paziente anziano devono avvenire con cautela, sebbene non è raccomandato un aggiustamento specifico della dose.
Compromissione epatica e renale
Metreleptina non è stata studiata in pazienti con compromissione della funzionalità epatica o renale. Non è possibile fornire raccomandazioni riguardo alla dose.
Popolazione pediatrica
La sicurezza e l'efficacia di metreleptina nei bambini con LD generalizzata di età compresa tra 0 e 2 anni e nei bambini con LD parziale di età compresa tra 0 e 12 anni non sono state stabilite. I dati a disposizione sui bambini con LD generalizzata, in particolare di età inferiore a 6 anni, sono molto limitati.
Modo di somministrazione
Uso sottocutaneo.
Gli operatori sanitari devono insegnare ai pazienti e alle persone che li assistono come ricostituire il medicinale e applicare correttamente la tecnica di iniezione sottocutanea, in modo da evitare iniezioni intramuscolari in pazienti con scarso tessuto adiposo sottocutaneo.
I pazienti e/o le persone che li assistono devono preparare e somministrare la prima dose del medicinale sotto la supervisione di un operatore sanitario qualificato.
L'iniezione deve essere somministrata ogni giorno alla stessa ora. Può avvenire a qualsiasi ora del giorno, indipendentemente dall'orario dei pasti.
La soluzione ricostituita deve essere iniettata nel tessuto dell'addome, della coscia o della parte superiore del braccio. Ai pazienti va raccomandato di scegliere una sede di iniezione diversa ogni giorno, se l'iniezione viene praticata nella stessa zona corporea. Le dosi superiori a 1 ml possono essere somministrate in due iniezioni (dividendo in parti eguali la dose giornaliera totale), in modo da ridurre al minimo l'eventuale fastidio in sede di iniezione dovuto al volume da iniettare. In caso di divisione della dose a causa del volume, le dosi possono essere somministrate una dietro l'altra in due diverse sedi di iniezione.
Quando si prescrivono dosi/volumi in piccole quantità (ad es. nei bambini), i flaconcini rimangono quasi completamente pieni di medicinale dopo aver prelevato la dose necessaria. Il medicinale ricostituito rimanente deve essere gettato via dopo l'uso.
Per le istruzioni sulla ricostituzione del medicinale prima della somministrazione, vedere paragrafo 6.6 e le informazioni destinate al paziente nel foglio illustrativo (paragrafo 7).
Peso e sesso
Calcolo della dose iniziale
Dose singola giornaliera per maschi e femmine ≤40 kg
Peso (kg) x 0,06 mg/kg = dose iniziale giornaliera per singolo paziente in mg
Peso (kg) x 0,012 ml/kg = volume iniziale giornaliero da iniettare per paziente in ml
Esempio:
Paziente di 25 kg inizia la terapia con 0,06 mg/kg di Myalepta. Dose per il singolo paziente = 1,5 mg
Paziente di 25 kg inizia la terapia con 0,012 ml/kg = 0,3 ml di Myalepta soluzione iniettabile
Dose singola giornaliera per maschi > 40 kg
Dose singola giornaliera per singolo paziente in mg = 2,5 mg
Quantità da iniettare per la dose singola giornaliera = 0,5 ml
Dose singola giornaliera per femmine > 40 kg
Dose singola giornaliera per singolo paziente in mg = 5 mg
Quantità da iniettare per la dose singola giornaliera = 1 ml
Tabella 3 Siringa necessaria per la ricostituzione di Myalepta con acqua per preparazioni iniettabili
Siringa
Calibro e lunghezza dell'ago
Myalepta 3 mg polvere per soluzione iniettabile
1,0 ml
21 gauge
ago da 40 mm
Myalepta 5,8 mg polvere per soluzione iniettabile
3,0 ml
21 gauge
ago da 40 mm
Myalepta 11,3 mg polvere per soluzione iniettabile
3,0 ml
21 gauge
ago da 40 mm
Tabella 4 Siringa necessaria per la somministrazione di una dose di Myalepta
Siringa
Calibro e lunghezza dell'ago
Intervallo di dose di Myalepta da somministrare
Siringa da insulina 100 U da 0,3 ml
31 gauge
ago da 8 mm
Per dosi:
≤ 1,5 mg / ≤ 0,3 ml di volume giornaliero
1,0 ml
30 gauge
ago da 13 mm
Per dosi:
> 1,5 mg - 5 mg / 0,3-1,0 ml di volume giornaliero
2,5 ml
30 gauge
ago da 13 mm
Per dosi:
>5 mg - 10 mg / > 1,0 ml di volume giornaliero
Per pazienti di peso inferiore a 40 kg, il calcolo della dose deve essere effettuato prendendo in considerazione il peso corporeo effettivo all'inizio della terapia; di questi, nel caso di pazienti con peso pari o inferiore a 25 kg, fare riferimento alla Tabella 5 per la dose iniziale.
Tabella 5 Tabella di conversione per le siringhe da insulina 100 U da 0,3 ml
Peso del bambino
Dose di Myalepta
Quantità di soluzione effettiva*
Quantità di soluzione arrotondata*
“Unità“di volume da iniettare con siringa da 0,3 ml
9 kg
0,54 mg
0,108 ml
0,10 ml
10
10 kg
0,60 mg
0,120 ml
0,12 ml
12
11 kg
0,66 mg
0,132 ml
0,13 ml
13
12 kg
0,72 mg
0,144 ml
0,14 ml
14
13 kg
0,78 mg
0,156 ml
0,15 ml
15
14 kg
0,84 mg
0,168 ml
0,16 ml
16
15 kg
0,90 mg
0,180 ml
0,18 ml
18
16 kg
0,96 mg
0,192 ml
0,19 ml
19
17 kg
1,02 mg
0,204 ml
0,20 ml
20
18 kg
1,08 mg
0,216 ml
0,21 ml
21
19 kg
1,14 mg
0,228 ml
0,22 ml
22
20 kg
1,20 mg
0,240 ml
0,24 ml
24
21 kg
1,26 mg
0,252 ml
0,25 ml
25
22 kg
1,32 mg
0,264 ml
0,26 ml
26
23 kg
1,38 mg
0,276 ml
0,27 ml
27
24 kg
1,44 mg
0,288 ml
0,28 ml
28
25 kg
1,50 mg
0,300 ml
0,30 ml
30
*Nota: la dose iniziale e i successivi incrementi devono essere arrotondati per difetto al secondo decimale.
La dose giornaliera di Myalepta può essere incrementata come da indicazioni della Tabella 6, fino alla dose massima giornaliera.
Tabella 6 Calcolo per l'aggiustamento della dose
Aggiustare la dose come segue (se necessario)
Azione
Maschi e femmine ≤ 40 kg
Peso (kg) x 0,02 mg/kg = quantità di aggiustamento della dose in mg
Esempio: un paziente di 15 kg inizia la terapia con 0,06 mg/kg di Myalepta. Dose individuale per paziente = 0,9 mg. Un incremento della dose pari a 0,02 mg/kg aumenta la dose giornaliera a 0,08 mg/kg = 1,2 mg. Il volume giornaliero totale da iniettare è pari alla dose totale in mg diviso 5, nel caso specifico 1,2 mg/5 = 0,24 ml, che equivale a 24 unità sulla siringa da insulina da 0,3 ml.
Maschi e femmine > 40 kg
Per tutti i pazienti di peso superiore a 40 kg l'aggiustamento incrementale della dose giornaliera sarebbe equivalente a 1,25 mg, ossia 0,25 ml di volume di iniezione.
Il volume giornaliero totale da iniettare è pari alla dose totale in mg diviso 5.
Esempio: un paziente di sesso maschile inizia la terapia con 2,5 mg di Myalepta al giorno. Un incremento della dose pari a 1,25 mg aumenta la dose giornaliera a 3,75 mg.
Il volume giornaliero totale da iniettare è 3,75 mg/5 = 0,75 ml.
La dose massima giornaliera per i pazienti di entrambi i sessi è 10 mg, ossia 2 ml di volume di iniezione.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

I dati provenienti dagli studi clinici non supportano la sicurezza e l'efficacia in pazienti con LD correlata a infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV).
Reazioni da ipersensibilità
Sono stati segnalati ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono stati effettuati studi d'interazione sull'uomo.
La leptina è una citochina e può potenzialmente alterare la formazione degli enzimi del citocromo P450 (CYP450). Poiché non si può escludere la ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Myalepta" insieme ad altri farmaci come , etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Myalepta durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Myalepta durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Myalepta non è raccomandato durante la gravidanza e in donne in età fertile che non usano misure contraccettive. Fra le donne esposte a metreleptina durante la gravidanza sono stati ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Myalepta altera lievemente la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari a causa dell'affaticamento e dei capogiri.


Effetti indesiderati

Sintesi del profilo di sicurezza
Nel corso di studi clinici, metreleptina è stata somministrata a un totale di 148 pazienti affetti da LD generalizzata e LD parziale.
I dati di ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

In un caso post-marketing un bambino è stato esposto per 8 mesi al sovradosaggio di metreleptina pari a 10 volte. In questo caso, tale sovradosaggio prolungato è stato associato ad anoressia grave che ha causato avitaminosi e deficit di zinco, anemia sideropenica, malnutrizione calorico-proteica e insufficiente aumento ponderale, che si è risolta a seguito di una terapia di supporto e dell'aggiustamento della dose.
In caso di sovradosaggio, i pazienti devono essere monitorati attentamente per l'insorgenza di segni o sintomi di reazioni avverse ed è necessario iniziare una terapia di supporto.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Altri prodotti per il tratto alimentare e il metabolismo, aminoacidi e derivati, codice ATC: A16AA07
Meccanismo d'azione
Metreleptina simula gli effetti fisiologici della leptina legando e attivando il ...


Proprietà farmacocinetiche

I dati sulla farmacocinetica di metreleptina nei pazienti con lipodistrofia sono limitati; pertanto, non sono state effettuate analisi formali di esposizione-risposta.
Assorbimento
Il picco di concentrazione (Cmax) sierica di leptina ...


Dati preclinici di sicurezza

I dati preclinici sulla base di studi convenzionali di sicurezza farmacologica, tossicità a dosi ripetute e genotossicità non rivelano rischi addizionali oltre a quelli attribuiti a un eccesso delle risposte ...


Elenco degli eccipienti

Glicina
Saccarosio
Polisorbato 20
Acido glutammico
Sodio idrossido (per la regolazione del pH)


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Myalepta a base di Metreleptina sono:

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Myalepta a base di Metreleptina ...

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca
Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance