Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu
menu

Mictonorm

Ultimo aggiornamento: 16/04/2020

Area RiservataFoglietto Illustrativo Dica33


Confezioni

Mictonorm 15 mg 28 compresse rivestite con film

Cos'è Mictonorm?

Mictonorm è un farmaco a base del principio attivo Propiverina Cloridrato, appartenente alla categoria degli Anticolinergici e nello specifico Farmaci per la frequenza urinaria e l'incontinenza. E' commercializzato in Italia dall'azienda Alfasigma S.p.a..

Mictonorm può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Apogepha Arzneimittel GmbH
Concessionario: Alfasigma S.p.a.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: C
Principio attivo: Propiverina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Anticolinergici
Forma farmaceutica: compressa rivestita

Indicazioni

Trattamento sintomatico dell'incontinenza urinaria e/o dell'aumentata frequenza e urgenza urinaria, che può presentarsi nei pazienti con sindrome della vescica iperattiva o con iperattività detrusoriale neurogena (iperreflessia detrusoriale) dovuta a lesioni del midollo spinale, ad es. paraplegia da sezione trasversa.

Posologia

Compresse rivestite con film per uso orale.
Le dosi giornaliere raccomandate sono:
Adulti: la dose standard consigliata corrisponde ad una compressa rivestita con film (= 15 mg di Propiverina Cloridrato) due volte al giorno, e può essere aumentata a tre volte al giorno. Alcuni pazienti possono rispondere già ad un dosaggio di 15 mg al giorno.
Per il trattamento dell'iperattività detrusoriale neurogena, si consiglia una dose pari ad una compressa rivestita con film tre volte al giorno. La dose massima giornaliera raccomandata è di 45 mg.
Anziani: generalmente non è previsto un regime posologico specifico per gli anziani (vedere paragrafo 5.2).
Popolazione pediatrica: a causa della mancanza di dati Mictonorm non deve essere usato nei bambini.
È necessario usare prudenza e il medico deve monitorare attentamente i pazienti per eventuali effetti indesiderati nelle seguenti condizioni (vedere paragrafi 4.4, 4.5, 5.2):
Uso nei pazienti con compromissione renale
Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale lieve o moderata non è richiesta alcuna modifica della dose; tuttavia, tali pazienti devono essere trattati con cautela. Nei pazienti con compromissione renale grave (clearance della creatinina < 30 ml/min ), la dose massima giornaliera è di 30 mg.
Uso nei pazienti con compromissione epatica
Nei pazienti con compromissione epatica lieve non è necessario modificare la dose: si deve, tuttavia, procedere con il trattamento usando cautela. Non sono stati effettuati studi sull'uso della propiverina in pazienti con compromissione epatica moderata o grave. Il suo uso non è pertanto raccomandato in questi pazienti.
Pazienti sottoposti a trattamento contemporaneo con farmaci che sono potenti inibitori del
CYP 3A4 in associazione con il metimazolo
Nei pazienti sottoposti a trattamento con potenti inibitori della monossigenasi contenente flavina (FMO), come il metimazolo, in combinazione con potenti inibitori del CYP 3A4/5, il trattamento deve iniziare con una dose di 15 mg/die. La dose può essere successivamente aumentata ad una dose maggiore. Tuttavia, è necessario usare prudenza ed il medico deve monitorare attentamente questi pazienti per eventuali effetti indesiderati (vedere paragrafi 4.5, 5.2).
Un pasto ricco di grassi aumenta la biodisponibilità della propiverina. Pertanto, la propiverina deve essere somministrata prima dell'assunzione di cibo, soprattutto nei pazienti con compromissione renale o epatica (vedere paragrafo 5.2).

Controindicazioni

Il farmaco è controindicato nei pazienti con ipersensibilità nota al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1, e nei pazienti affetti da uno dei seguenti disturbi:
  • ostruzione intestinale
  • significativa ostruzione al deflusso vescicale con rischio di ritenzione urinaria
  • miastenia grave
  • atonia intestinale
  • colite ulcerosa grave
  • megacolon tossico
  • glaucoma ad angolo chiuso non controllato
  • compromissione epatica moderata o grave
  • tachiaritmie.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Il farmaco deve essere usato con cautela nei pazienti affetti da:
neuropatia autonomica
compromissione renale (vedere paragrafo 4.2)
compromissione epatica (vedere paragrafo 4.2)
In seguito alla somministrazione di questo ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

È stato osservato un aumento degli effetti della propiverina in seguito alla somministrazione contemporanea con antidepressivi triciclici (ad es. imipramina), tranquillanti (ad es. benzodiazepine), anticolinergici (se somministrati per via sistemica), ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Mictonorm" insieme ad altri farmaci come , etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Mictonorm durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Mictonorm durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
I dati relativi all'uso di propiverina in donne in gravidanza non esistono. Gli studi sugli animali hanno mostrato una tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). La propiverina non è raccomandata ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non sono stati effettuati studi riguardanti gli effetti sulla capacità di guidare veicoli o sull'uso di macchinari. La propiverina può provocare sonnolenza e offuscamento della vista. Ciò può compromettere la capacità del paziente di svolgere attività che richiedano attenzione, quali la guida di veicoli o l'uso di macchinari, o di eseguire lavori rischiosi durante il trattamento con questo farmaco.
I sedativi possono aumentare la sonnolenza causata dalla propiverina.


Effetti indesiderati

Nell'ambito della classificazione per sistemi e organi, gli effetti indesiderati sono riportati in ordine di frequenza in base alla seguente convenzione:
Molto comune (≥1/10)
Comune (≥1/100, <1/10)
Non comune (≥1/1.000, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Sintomi:
Un sovradosaggio con propiverina, antagonista dei recettori muscarinici, può potenzialmente provocare effetti anticolinergici gravi. Possono verificarsi disturbi del sistema nervoso centrale e periferico, come ad esempio:
  • bocca secca grave
  • bradicardia, che può portare successivamente a tachicardia
  • midriasi e disturbi dell'accomodazione
  • ritenzione urinaria
  • inibizione della motilità intestinale
  • irrequietezza, confusione, allucinazioni, confabulazione
  • capogiro, nausea, disturbo della parola, debolezza muscolare
Trattamento:
  • In caso di sovradosaggio con propiverina, il paziente deve essere trattato con una sospensione di carbone attivo con molta acqua.
  • La lavanda gastrica deve essere tenuta in considerazione solo con un'intubazione a scopo precauzionale, l'uso di un tubo ben lubrificato (secchezza delle mucose) e se eseguita, entro un'ora dall'ingestione di propiverina. Non si deve indurre il vomito.
  • La diuresi forzata o l'emodialisi non sono efficaci al fine di aumentare l'eliminazione renale.
  • In caso di effetti anticolinergici centrali gravi come allucinazioni o eccitazione pronunciata, si può tentare la somministrazione di fisostigmina come antidoto.
  • Convulsioni ed eccitazione pronunciata: trattamento con benzodiazepine.
  • Insufficienza respiratoria: trattamento con la respirazione artificiale.
  • Ritenzione urinaria: trattamento con cateterizzazione
  • Midriasi: trattamento con collirio a base di pilocarpina e/o oscuramento della stanza del paziente.


Proprietà farmacodinamiche

Codice ATC: G04B D06
Categoria farmacoterapeutica: urologici, farmaci per la frequenza urinaria e l'incontinenza.
Meccanismo di azione
Inibizione dell'afflusso del calcio e modulazione del calcio intracellulare nelle cellule muscolari lisce ...


Proprietà farmacocinetiche

Caratteristiche generali del principio attivo
La propiverina è assorbita pressoché completamente nel tratto gastrointestinale e sottoposta ad un intenso metabolismo di primo passaggio. Gli effetti sulle cellule della muscolatura liscia ...


Dati preclinici di sicurezza

In studi condotti con una somministrazione orale a lungo termine in due specie di mammiferi, l'effetto principale correlato al trattamento era rappresentato da alterazioni epatiche (compreso un aumento degli enzimi ...


Elenco degli eccipienti

Nucleo della compressa:
lattosio monoidrato
cellulosa in polvere
magnesio stearato
Rivestimento della compressa:
ipromellosa
cellulosa microcristallina
acido stearico
talco
titanio diossido (E171)


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Mictonorm a base di Propiverina Cloridrato sono:

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Mictonorm a base di Propiverina Cloridrato ...

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca
Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance