transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Lorviqua

Pfizer Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 11/10/2021




Cos'è Lorviqua?

Lorviqua è un farmaco a base del principio attivo Lorlatinib, appartenente alla categoria degli Antineoplastici, inibitori delle proteasi e nello specifico Inibitori della protein chinasi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Pfizer Italia S.r.l..

Lorviqua può essere prescritto con Ricetta RNRL - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, da rinnovare volta per volta, vendibili al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti.

Confezioni

Lorviqua 100 mg 30 compresse rivestite con film
Lorviqua 25 mg 90 compresse rivestite con film

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Pfizer Europe MA EEIG
Concessionario: Pfizer Italia S.r.l.
Ricetta: RNRL - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, da rinnovare volta per volta, vendibili al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti
Classe: H
Principio attivo: Lorlatinib
Gruppo terapeutico: Antineoplastici, inibitori delle proteasi
Forma farmaceutica: compresse rivestite

Indicazioni

Lorviqua come monoterapia è indicato per il trattamento di pazienti adulti affetti da cancro del polmone non a piccole cellule (Non-Small Cell Lung Cancer, NSCLC) in stadio avanzato positivo per la chinasi del linfoma anaplastico (ALK) la cui malattia è progredita dopo:
  • alectinib o ceritinib come terapia di prima linea con un inibitore della tirosin chinasi (TKI) ALK; oppure
  • crizotinib e almeno un altro TKI ALK.

Posologia

Il trattamento con Lorlatinib deve essere iniziato e supervisionato da un medico esperto nell'uso di medicinali antitumorali.
Posologia
La dose raccomandata è di 100 mg di lorlatinib assunti per via orale una volta al giorno.
Durata del trattamento
Il trattamento con lorlatinib è raccomandato finché il paziente trae beneficio clinico dalla terapia in assenza di una tossicità inaccettabile.
Dosi ritardate o dimenticate
Se una dose di Lorviqua viene saltata, deve essere assunta non appena il paziente si ricorda a meno che non manchino meno di 4 ore alla dose successiva, nel qual caso il paziente non deve assumere la dose dimenticata. I pazienti non devono assumere 2 dosi contemporaneamente per compensare la dose dimenticata.
Modifiche della dose
In base alla sicurezza e alla tollerabilità individuali, potrebbe essere necessario interrompere la somministrazione o ridurre la dose. I livelli di riduzione della dose di Lorlatinib sono riassunti di seguito:
  • Prima riduzione della dose: 75 mg assunti per via orale una volta al giorno
  • Seconda riduzione della dose: 50 mg assunti per via orale una volta al giorno
Lorlatinib deve essere sospeso definitivamente se il paziente non è in grado di tollerare la dose da 50 mg assunta per via orale una volta al giorno.
Le raccomandazioni sulla modifica della dose a causa di tossicità e per i pazienti che sviluppano un blocco atrioventricolare (AV) sono riportate nella Tabella 1.
Tabella 1. Modifiche della dose di lorlatinib raccomandate per reazioni avverse
Reazione avversaa
Dosaggio di Lorlatinib
Ipercolesterolemia o ipertrigliceridemia
Ipercolesterolemia lieve
(colesterolo tra ULN e 300 mg/dL o tra ULN e 7,75 mmol/L)
OPPURE
Ipercolesterolemia moderata
(colesterolo tra 301 e 400 mg/dL o tra 7,76 e 10,34 mmol/L)
OPPURE
Ipertrigliceridemia lieve
(trigliceridi tra 150 e 300 mg/dL o 1,71 e 3,42 mmol/L)
OPPURE
Ipertrigliceridemia moderata
(trigliceridi tra 301 e 500 mg/dL o 3,43 e 5,7 mmol/L)
Introdurre o modificare la terapia ipolipemizzanteb secondo le rispettive informazioni di prescrizione; continuare lorlatinib alla stessa dose.
Ipercolesterolemia grave
(colesterolo tra 401 e 500 mg/dL o tra 10,35 e 12,92 mmol/L)
OPPURE
Ipertrigliceridemia grave
(trigliceridi tra 501 e 1.000 mg/dL o 5,71 e 11,4 mmol/L)
Introdurre la terapia ipolipemizzanteb; se attualmente la terapia ipolipemizzante è in corso, aumentare la dose di questa terapiab secondo le rispettive informazioni di prescrizione oppure passare a una nuova terapia ipolipemizzanteb. Continuare lorlatinib alla stessa dose senza interruzione.
Ipercolesterolemia potenzialmente fatale
(colesterolo maggiore di 500 mg/dL o maggiore di 12,92 mmol/L)
OPPURE
Ipertrigliceridemia potenzialmente fatale
(trigliceridi maggiori di 1.000 mg/dL o maggiori di 11,4 mmol/L)
Introdurre la terapia ipolipemizzanteb o aumentare la dose di questa terapiab secondo le rispettive informazioni di prescrizione oppure passare a una nuova terapia ipolipemizzanteb. Sospendere lorlatinib fino al recupero di ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia al livello di gravità moderata o lieve.
Risomministrare alla stessa dose di lorlatinib massimizzando al contempo la terapia ipolipemizzanteb nel rispetto delle rispettive informazioni di prescrizione.
Se ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia gravi si ripresentano nonostante la terapia ipolipemizzanteb massima nel rispetto delle rispettive informazioni di prescrizione, ridurre lorlatinib di 1 livello di dose.
Effetti sul sistema nervoso centrale (SNC) (comprende effetti psicotici e alterazioni delle funzioni cognitive, dell'umore, dello stato mentale o della parola)
Grado 2: Moderato
OPPURE
Grado 3: Grave
Sospendere la dose fino a quando la tossicità è inferiore o uguale al Grado 1. Quindi, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Grado 4: Potenzialmente fatale/Indicato intervento urgente
Interrompere definitivamente lorlatinib.
Aumento di lipasi/amilasi
Grado 3: Grave
OPPURE
Grado 4: Potenzialmente fatale/Indicato intervento urgente
Sospendere lorlatinib fino a quando lipasi o amilasi non tornano ai livelli basali. Quindi, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Malattia polmonare interstiziale (Interstitial Lung Disease, ILD)/polmonite
Grado 1: Lieve
OPPURE
Grado 2: Moderato
Sospendere lorlatinib fino a quando i sintomi non sono tornati al basale e considerare l'inizio della terapia con corticosteroidi. Riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Interrompere definitivamente lorlatinib se l'ILD/la polmonite si ripresentano o se non si ottiene il recupero dopo 6 settimane di sospensione di lorlatinib e trattamento con steroidi.
Grado 3: Grave
OPPURE
Grado 4: Potenzialmente fatale/Indicato intervento urgente
Interrompere definitivamente lorlatinib.
Prolungamento dell'intervallo PR/Blocco atrioventricolare (AV)
Blocco AV di primo grado
Asintomatico
Continuare lorlatinib alla stessa dose senza interruzione. Considerare gli effetti di medicinali concomitanti e valutare e correggere lo squilibrio elettrolitico che può prolungare l'intervallo PR. Monitorare attentamente l'ECG/i sintomi potenzialmente correlati al blocco AV.
Blocco AV di primo grado
Sintomatico
Sospendere lorlatinib. Considerare gli effetti di medicinali concomitanti e valutare e correggere lo squilibrio elettrolitico che può prolungare l'intervallo PR. Monitorare attentamente l'ECG/i sintomi potenzialmente correlati al blocco AV. Se i sintomi si risolvono, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Blocco AV di secondo grado
Asintomatico
Sospendere lorlatinib. Considerare gli effetti di medicinali concomitanti e valutare e correggere lo squilibrio elettrolitico che può prolungare l'intervallo PR. Monitorare attentamente l'ECG/i sintomi potenzialmente correlati al blocco AV. Se l'ECG successivo non mostra un blocco AV di secondo grado, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Blocco AV di secondo grado
Sintomatico
Sospendere lorlatinib. Considerare gli effetti di medicinali concomitanti e valutare e correggere lo squilibrio elettrolitico che può prolungare l'intervallo PR. Sottoporre il paziente a osservazione e monitoraggio cardiaci. Se il blocco AV sintomatico persiste, considerare il posizionamento di un pacemaker. Se i sintomi e il blocco AV di secondo grado si risolvono o se i pazienti ritornano al blocco AV di primo grado asintomatico, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Blocco AV completo
Sospendere lorlatinib. Considerare gli effetti di medicinali concomitanti e valutare e correggere lo squilibrio elettrolitico che può prolungare l'intervallo PR. Sottoporre il paziente a osservazione e monitoraggio cardiaci. Il posizionamento di un pacemaker può essere indicato per sintomi gravi associati al blocco AV. Se il blocco AV non si risolve, può essere preso in considerazione il posizionamento di un pacemaker permanente.
Se viene posizionato un pacemaker, riprendere lorlatinib a dose piena. Se non viene posizionato alcun pacemaker, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto solo quando i sintomi si risolvono e l'intervallo PR è inferiore a 200 msec.
Ipertensione
Grado 3 (PAS maggiore o uguale a 160 mmHg o PAD maggiore o uguale a 100 mmHg; indicato intervento medico; indicati più di un farmaco antipertensivo o terapia più intensiva rispetto a quella precedentemente utilizzata)
Sospendere lorlatinib fino a quando l'ipertensione non è tornata al Grado 1 o inferiore (PAS inferiore a 140 mmHg e PAD inferiore a 90 mmHg), quindi riprendere lorlatinib alla stessa dose.
Se l'ipertensione di Grado 3 si ripresenta, sospendere lorlatinib fino al ritorno al Grado 1 o inferiore e riprendere a una dose ridotta.
Se non è possibile ottenere un adeguato controllo dell'ipertensione con una gestione medica ottimale, interrompere definitivamente lorlatinib.
Grado 4 (conseguenze potenzialmente fatali, indicato intervento urgente)
Sospendere lorlatinib fino al ritorno al Grado 1 o inferiore e riprendere a una dose ridotta o interrompere definitivamente lorlatinib.
Se l'ipertensione di Grado 4 si ripresenta, interrompere definitivamente lorlatinib.
Iperglicemia
Grado 3
OPPURE
Grado 4 (iperglicemia persistente maggiore di 250 mg/dL nonostante terapia antiiperglicemica ottimale)
Sospendere lorlatinib fino a quando l'iperglicemia non è adeguatamente controllata, quindi riprendere lorlatinib al dosaggio immediatamente inferiore.
Se non è possibile ottenere un adeguato controllo dell'iperglicemia con una gestione medica ottimale, interrompere definitivamente lorlatinib.
Altre reazioni avverse
Grado 1: Lieve
OPPURE
Grado 2: Moderato
Non considerare alcuna modifica della dose o ridurre di 1 livello di dose, come clinicamente indicato.
Maggiore o uguale al Grado 3: Grave
Sospendere lorlatinib fino a quando i sintomi non si risolvono fino a raggiungere un grado inferiore o uguale al Grado 2 o tornano al basale. Quindi, riprendere lorlatinib a 1 livello di dose ridotto.
Abbreviazioni: SNC=sistema nervoso centrale; PAD=pressione arteriosa diastolica; CTCAE=Common Terminology Criteria for Adverse Events; ECG=elettrocardiogramma; HMG CoA=3-idrossi-3-metilglutaril coenzima A; NCI=National Cancer Institute; PAS=pressione arteriosa sistolica; ULN=limite superiore della norma.
a Le categorie di grado sono basate sulle classificazioni NCI CTCAE.
b La terapia ipolipemizzante può comprendere: inibitore della HMG-CoA reduttasi, acido nicotinico, derivati dell'acido fibrico o esteri etilici di acidi grassi Omega 3.
Potenti inibitori del citocromo P-450 (CYP) 3A4/5
L'uso concomitante di lorlatinib con medicinali potenti inibitori del CYP3A4/5 e prodotti a base di succo di pompelmo può aumentare le concentrazioni plasmatiche di lorlatinib. Deve essere considerato un medicinale concomitante alternativo con meno potenziale di inibizione del CYP3A4/5 (vedere paragrafo 4.5). Se deve essere co-somministrato un potente inibitore del CYP3A4/5, la dose iniziale di lorlatinib di 100 mg una volta al giorno deve essere ridotta a una dose giornaliera di 75 mg (vedere paragrafi 4.5 e 5.2). Se l'uso concomitante del potente inibitore del CYP3A4/5 viene sospeso, lorlatinib deve essere ripreso alla dose utilizzata prima dell'inizio dell'assunzione del potente inibitore del CYP3A4/5 e dopo un periodo di washout di 3-5 emivite del potente inibitore del CYP3A4/5.
Popolazioni particolari
Anziani (≥ 65 anni)
A causa dei dati limitati su questa popolazione, non è possibile fare alcuna raccomandazione posologica per pazienti di età pari o superiore a 65 anni (vedere paragrafo 5.2).
Compromissione renale
Non è necessario alcun aggiustamento della dose per pazienti con funzionalità renale normale e compromissione renale lieve o moderata [tasso di filtrazione glomerulare stimato (eGFR) assoluto: ≥ 30 mL/min]. Si raccomanda una dose ridotta di lorlatinib in pazienti con compromissione renale grave (eGFR assoluto < 30 mL/min), ad esempio una dose iniziale di 75 mg per via orale una volta al giorno (vedere paragrafo 5.2). Non sono disponibili informazioni per pazienti sottoposti a dialisi renale.
Compromissione epatica
Non sono raccomandati aggiustamenti della dose per pazienti con compromissione epatica lieve. Non sono disponibili informazioni su lorlatinib in pazienti con compromissione epatica moderata o grave. Pertanto, lorlatinib non è raccomandato nei pazienti con compromissione epatica da moderata a grave (vedere paragrafo 5.2).
Popolazione pediatrica
La sicurezza e l'efficacia di lorlatinib in pazienti pediatrici di età inferiore a 18 anni non sono state stabilite. Non ci sono dati disponibili.
Modo di somministrazione
Lorviqua è per uso orale.
I pazienti devono essere incoraggiati ad assumere la loro dose di lorlatinib approssimativamente alla stessa ora ogni giorno con o senza cibo (vedere paragrafo 5.2). Le compresse devono essere deglutite intere (le compresse non devono essere masticate, schiacciate o divise prima della deglutizione). Non deve essere ingerita alcuna compressa che sia rotta, incrinata o comunque non integra.

Controindicazioni

Ipersensibilità a Lorlatinib o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
Uso concomitante di potenti induttori del CYP3A4/5 (vedere paragrafi 4.4 e 4.5).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Iperlipidemia
L'uso di Lorlatinib è stato associato ad aumenti del colesterolo e dei trigliceridi sierici (vedere paragrafo 4.8). Il tempo mediano di insorgenza di un aumento severo del colesterolo e ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Interazioni farmacocinetiche
Dati in vitro indicano che lorlatinib è metabolizzato principalmente da CYP3A4 e uridina difosfato-glucuronosiltransferasi (UGT)1A4, con minori contributi da CYP2C8, CYP2C19, CYP3A5 e UGT1A3.
Effetto dei medicinali su ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Lorviqua" insieme ad altri farmaci come “Aurantin”, “Carbamazepina EG”, “Dintoina”, “Dintoinale”, “Fenitoina Hikma”, “Fenobarbitale Sodico Pfizer”, “Fenobarbitale Sodico Salf”, “Gamibetal Complex”, “Gardenale”, “Luminale - Compressa”, “Luminale - Soluzione (uso Interno)”, “Mysoline”, “Nervaxon”, “Rifadin”, “Rifater”, “Rifinah”, “Rifocin”, “Tegretol”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Lorviqua durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Lorviqua durante la gravidanza e l'allattamento?
Donne in età fertile/Contraccezione in uomini e donne
Informare le donne in età fertile di evitare la gravidanza durante l'assunzione di Lorlatinib. Durante il trattamento con lorlatinib le pazienti di ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Lorlatinib altera moderatamente la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari. Prestare attenzione durante la guida o l'uso di macchinari poiché i pazienti possono manifestare effetti sul SNC (vedere paragrafo 4.8).


Effetti indesiderati

Riassunto del profilo di sicurezza
Le reazioni avverse più frequentemente riportate sono state ipercolesterolemia (84,4%), ipertrigliceridemia (67,1%), edema (54,6%), neuropatia periferica (47,8%), effetti cognitivi (28,8%), stanchezza (28,1%), aumento di peso ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Il trattamento del sovradosaggio con il medicinale consiste in misure di supporto generiche. Considerato l'effetto dose-dipendente sull'intervallo PR, si raccomanda il monitoraggio ECG. Non esiste un antidoto per Lorlatinib.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: agenti anti-neoplastici, inibitori della protein-chinasi, codice ATC: L01ED05
Meccanismo d'azione
Lorlatinib è un inibitore selettivo competitivo dell'adenosina trifosfato (ATP) delle tirosin chinasi ALK e c-ros oncogene 1 (ROS1).
...


Proprietà farmacocinetiche

Assorbimento
Le concentrazioni di picco nel plasma di Lorlatinib vengono raggiunte rapidamente con il Tmax mediano di 1,2 ore dopo una singola dose da 100 mg e 2,0 ore dopo ...


Dati preclinici di sicurezza

Tossicità a dosi ripetute
Le principali tossicità osservate sono state l'infiammazione in vari tessuti (pelle e cervice di ratti e polmone, trachea, pelle, linfonodi e/o cavità orale, compreso l'osso mandibolare ...


Elenco degli eccipienti

Nucleo della compressa
Cellulosa microcristallina
Idrogeno fosfato di calcio
Sodio amido glicolato
Stearato di magnesio
Rivestimento in film
Ipromellosa
Lattosio monoidrato
Macrogol
Triacetina
Diossido di titanio (E171)
Ossido di ferro

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Lorviqua a base di Lorlatinib sono: Lorviqua

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Lorviqua a base di Lorlatinib ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca