Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Ilmodec Febbre E Naso Chiuso

Ultimo aggiornamento: 29/12/2020




Cos'è Ilmodec Febbre E Naso Chiuso?

Ilmodec Febbre E Naso Chiuso è un farmaco a base del principio attivo Paracetamolo + Pseudoefedrina, appartenente alla categoria degli Antipiretici, Analgesici FANS e nello specifico Simpaticomimetici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Farmitalia Industria Chimico-Farmaceutica S.r.l..

Ilmodec Febbre E Naso Chiuso può essere prescritto con Ricetta OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco.

Confezioni

Ilmodec Febbre e Naso Chiuso 500 mg + 60 mg 8 compresse effervescenti divisibili

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Farmitalia Industria Chimico-Farmaceutica S.r.l.
Concessionario: Farmitalia Industria Chimico-Farmaceutica S.r.l.
Ricetta: OTC - medicinali non soggetti a prescrizione medica da banco
Classe: C
Principio attivo: Paracetamolo + Pseudoefedrina
Gruppo terapeutico: Antipiretici, Analgesici FANS
Forma farmaceutica: compressa effervescente

Indicazioni

Stati febbrili, specie di origine influenzale, accompagnati da raffreddore o congestione nasale.

Posologia

Posologia
Adulti: 1 compressa effervescente (pari a 500 mg di paracetamolo e 60 mg di pseudoefedrina cloridrato) fino a tre volte al giorno. Il medicinale deve essere assunto per un massimo di 5 giorni di terapia.
Popolazione pediatrica
Bambini sopra i 12 anni: 1 compressa effervescente (pari a 500 mg di paracetamolo e 60 mg di pseudoefedrina cloridrato) fino a tre volte al giorno. Il medicinale deve essere assunto per un massimo di 3 giorni di terapia (popolazione pediatrica 12-18 anni).
L'assunzione del farmaco deve avvenire a stomaco pieno.
NON SUPERARE LE DOSI CONSIGLIATE: in particolare i pazienti anziani dovrebbero attenersi ai dosaggi minimi sopra indicati.
Modo di somministrazione
Sciogliere la compressa o la mezza compressa in un bicchiere d'acqua e bere immediatamente la soluzione ottenuta.

Controindicazioni

Il medicinale è controindicato:
  • Nei bambini di età inferiore ai 12 anni.
  • In caso di ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Durante la gravidanza o l'allattamento
  • Malattie cardiovascolari gravi, ipertensione, ipertiroidismo, glaucoma ed ipertrofia prostatica.
  • In pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle MAO o con antidepressivi triciclici o se tale trattamento non è stato sospeso da almeno due settimane.
  • In pazienti in trattamento con antinfiammatori.
  • Nei pazienti affetti da fenilchetonuria, poiché il medicinale contiene aspartame.
I prodotti a base di paracetamolo, come Ilmodec febbre e naso chiuso sono controindicati nei pazienti con manifesta insufficienza del glucosio 6-fosfato deidrogenasi.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Somministrare con cautela nei soggetti con insufficienza renale e nei pazienti anziani, poiché in questi ultimi può provocare occasionalmente spasmo dello sfintere vescicale con ritenzione urinaria.
Il paracetamolo deve essere ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Effetti di altri medicinali sulla pseudoefedrina
L'uso di Ilmodec febbre e naso chiuso contemporaneamente ad agenti simpaticomimetici (quali i decongestionanti, gli anoressizzanti e gli amfetamino-simili) o ad inibitori delle MAO ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Ilmodec Febbre E Naso Chiuso" insieme ad altri farmaci come “Cormeto”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Ilmodec Febbre E Naso Chiuso durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Ilmodec Febbre E Naso Chiuso durante la gravidanza e l'allattamento?
Nelle donne in stato di gravidanza e durante l'allattamento il prodotto è controindicato.
...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

A causa della possibile insorgenza di capogiri e sonnolenza, il prodotto può compromettere la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.


Effetti indesiderati

Con l'uso di paracetamolo e/o pseudoefedrina sono state segnalate le seguenti reazioni avverse.
Le reazioni avverse elencate sotto derivano da segnalazioni spontanee e non ne è pertanto possibile un'organizzazione per ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Il paracetamolo a dosi massive può causare epatotossicità per cui, in casi di sospetta assunzione accidentale di dosi elevate del farmaco, è consigliabile ricoverare il paziente in ospedale.
I sintomi del sovradosaggio di paracetamolo sono: vomito, nausea e dolori epigastrici che si evidenziano entro 48-72 ore dall'ingestione.
Negli adulti si ha tossicità epatica con sovradosaggi pari o superiori a 10 g. La tossicità epatica è fatale con sovradosaggio di 15 g ed oltre. Il trattamento consigliato, oltre alle pratiche comuni (lavanda gastrica o emesi indotta), consiste nella somministrazione degli antidoti: acetilcisteina o metionina, almeno entro 10 ore dall'assunzione per avere i migliori risultati.
La determinazione delle concentrazioni plasmatiche di paracetamolo rivela il grado dell'intossicazione: con concentrazioni plasmatiche di 300 mcg/ml dopo 4 ore si può sviluppare un danno epatico grave; con concentrazioni plasmatiche di 120 mcg/ml entro 4 ore e di 50 mcg/ml a 12 ore, si può sviluppare solo un lieve danno epatico.
Nel quadro di un sovradosaggio acuto e/o cronico di paracetamolo possono comparire anche ipokaliemia ed acidosi metabolica (compresa l'acidosi lattica).
Superata la fase acuta della tossicità, non permangono anormalità strutturali o funzionali del fegato.
Nel sovradosaggio di pseudoefedrina, il trattamento consigliato, oltre alle pratiche comuni (lavanda gastrica o emesi indotta) è quello sintomatico. I sintomi del sovradosaggio di pseudoefedrina, conseguenti alla eccessiva stimolazione simpatica, sono: ipertensione (che può richiedere l'utilizzo di un agente alfa-bloccante come la fentolamina), aritmia cardiaca (trattabile con un agente beta-bloccante quale il propranololo), eccitazioni ed allucinazioni (trattabili con clorpromazina, utile anche per la sua azione alfa-bloccante), convulsioni (trattabili con diazepam).


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: decongestionanti nasali per uso sistemico
Codice ATC:R01BA52
I principi attivi caratterizzanti l'attività della specialità sono il paracetamolo e la pseudoefedrina cloridrato. Il paracetamolo è un prodotto di sintesi ...


Proprietà farmacocinetiche

Il paracetamolo viene assorbito in maniera rapida e pressoché completa a livello gastro-intestinale (95-98%); si distribuisce rapidamente nei liquidi organici. Viene metabolizzato a livello epatico sotto forma di glucuroconiugati (45-60%) ...


Dati preclinici di sicurezza

La tossicità del paracetamolo varia notevolmente a seconda della specie animale e della via di somministrazione.
Nel ratto per via orale si ha una diminuzione della DL50 di circa il ...


Elenco degli eccipienti

Acido citrico, sodio bicarbonato, sodio carbonato anidro, sorbitolo, aroma limone, aspartame, saccarina sodica, simeticone, leucina, docusato sodico.


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Ilmodec Febbre E Naso Chiuso a base di Paracetamolo + Pseudoefedrina ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Articoli correlati


Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca