UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Cefazolina Qilu

Tillomed Italia S.r.l.
Ultimo aggiornamento: 23/07/2021




Cos'Ŕ Cefazolina Qilu?

Cefazolina Qilu Ŕ un farmaco a base del principio attivo Cefazolina Sodica, appartenente alla categoria degli Antibatterici cefalosporinici e nello specifico Cefalosporine e sostanze correlate. E' commercializzato in Italia dall'azienda Tillomed Italia S.r.l..

Cefazolina Qilu pu˛ essere prescritto con Ricetta OSP - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile.

Confezioni


Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Qilu Pharma Spain S.L.
Concessionario: Tillomed Italia S.r.l.
Ricetta: OSP - medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile
Classe: CN
Principio attivo: Cefazolina Sodica
Gruppo terapeutico: Antibatterici cefalosporinici
Forma farmaceutica: Polvere

Indicazioni

La cefazolina è un agente antibatterico indicato per il trattamento delle seguenti infezioni causate da microrganismi sensibili alla cefazolina (vedere paragrafo 5.1) in adulti e in bambini di età superiore a 1 mese (vedere paragrafi 4.2 e 4.4).
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli
  • Infezioni osteoarticolari
  • Profilassi delle infezioni perioperatorie
L'uso della cefazolina deve essere limitato ai casi in cui sia necessario un trattamento parenterale.
Fare riferimento alle linee guida ufficiali sull'uso appropriato degli agenti antibatterici.

Posologia

Il dosaggio dipende dalla sensibilità dell'agente patogeno (vedere paragrafo 5.1) e dalla gravità della malattia.
Posologia
Adulti e adolescenti di età superiore ai 12 anni con funzione renale normale:
Infezioni causate da microrganismi altamente sensibili
Il dosaggio abituale è di 1-2 g/die, da suddividere in due o tre somministrazioni uguali (una somministrazione ogni 8 o 12 ore).
Infezioni causate da microrganismi meno sensibili
Il dosaggio abituale è di 3-4 g/die, da suddividere in tre o quattro somministrazioni (una somministrazione ogni 6 o 8 ore).
In caso di infezioni gravi è possibile aumentare il dosaggio fino a 6 g/die, da suddividere in tre o quattro somministrazioni uguali (una somministrazione ogni 6 o 8 ore).
Profilassi delle infezioni perioperatorie
Per prevenire infezioni perioperatorie nel corso di interventi contaminati o a rischio di contaminazione, i dosaggi raccomandati sono:
a. 1-2 g somministrati per via endovenosa da 30 a 60 minuti prima dell'inizio dell'intervento.
b. Per procedure chirurgiche prolungate, da 500 mg a 1 g somministrati per via endovenosa durante l'intervento (somministrazione da adattare in base alla durata della procedura operatoria).
c. Da 500 mg a 1 g somministrati per via endovenosa ogni 6-8 ore per 24 ore dopo l'intervento.
È importante che: (1) la dose preoperatoria venga somministrata da 30 a 60 minuti prima dell'inizio dell'intervento per garantire adeguati livelli ematici e tissutali dell'antibiotico al momento dell'incisione chirurgica iniziale; (2) la cefazolina venga somministrata, se necessario, a intervalli appropriati durante l'intervento, per garantire livelli adeguati dell'antibiotico durante il periodo di massima esposizione agli organismi infettivi. L'intervallo raccomandato di ripetizione del dosaggio è di 4 ore (dalla dose preoperatoria iniziale). La somministrazione di cefazolina a scopo profilattico deve terminare generalmente entro 24 ore dalla fine dell'intervento. Negli interventi di cardiochirurgia, la somministrazione di cefazolina a scopo profilattico può continuare per 48 ore dopo la fine dell'intervento, a seconda della situazione clinica.
Pazienti adulti con danno renale
Somministrare una dose iniziale appropriata. Le dosi successive vanno aggiustate in funzione del grado di compromissione renale, della gravità dell'infezione e della sensibilità dell'agente patogeno.
Terapia di mantenimento con cefazolina in pazienti con danno renale
Clearance della creatinina (ml/min)
Creatinina sierica (mg/100 ml)
Dose totale giornaliera
Intervallo di dosaggio
≥ 55
≤ 1,5
Dose abituale*
Invariato
35-54
1,6-3,0
Dose abituale*
Almeno 8 ore
11-34
3,1-4,5
Metà della dose abituale
12 ore
≤ 10
≥ 4,6
Un quarto della dose abituale
18-24 ore
*Dose giornaliera in pazienti adulti con funzione renale normale
Nei pazienti in emodialisi, il piano di trattamento dipende dalle condizioni di dialisi.
Vedere anche paragrafo 4.4.
Popolazione pediatrica:
Infezioni causate da microrganismi altamente sensibili
Si raccomanda un dosaggio giornaliero di 25-50 mg/kg di peso corporeo, da suddividere in due o quattro somministrazioni uguali (una somministrazione ogni 6, 8 o 12 ore).
Infezioni causate da microrganismi meno sensibili
Si raccomanda un dosaggio giornaliero fino a 100 mg/kg di peso corporeo, da suddividere in tre o quattro somministrazioni (una somministrazione ogni 6 o 8 ore).
Neonati prematuri e lattanti di età inferiore a 1 mese
Non essendo nota la sicurezza di impiego nei neonati prematuri e nei lattanti di età inferiore a 1 mese, non si raccomanda l'uso di cefazolina in questi pazienti. Vedere anche paragrafo 4.4.
Linee guida per il dosaggio pediatrico
Peso corporeo
5 kg
10 kg
15 kg
20 kg
25 kg
Dosaggio di 25 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 2 somministrazioni ogni 12 ore
63 mg
125 mg
188 mg
250 mg
313 mg
Dosaggio di 25 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 3 somministrazioni ogni 8 ore
42 mg
85 mg
125 mg
167 mg
208 mg
Dosaggio di 25 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 4 somministrazioni ogni 6 ore
31 mg
62 mg
94 mg
125 mg
156 mg
Dosaggio di 50 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 2 somministrazioni ogni 12 ore
125 mg
250 mg
375 mg
500 mg
625 mg
Dosaggio di 50 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 3 somministrazioni ogni 8 ore
83 mg
166 mg
250 mg
333 mg
417 mg
Dosaggio di 50 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 4 somministrazioni ogni 6 ore
63 mg
125 mg
188 mg
250 mg
313 mg
Dosaggio di 100 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 3 somministrazioni ogni 8 ore
167 mg
333 mg
500 mg
667 mg
833 mg
Dosaggio di 100 mg/kg di peso corporeo/die suddiviso in 4 somministrazioni ogni 6 ore
125 mg
250 mg
375 mg
500 mg
625 mg
Pazienti pediatrici con danno renale
Somministrare una dose iniziale appropriata. Le dosi successive devono essere aggiustate in funzione del grado di compromissione renale, della gravità dell'infezione e della sensibilità dell'agente patogeno.
Nei bambini con insufficienza lieve (clearance della creatinina di 70-40 ml/min) è sufficiente un dosaggio pari al 60% della normale dose giornaliera, da suddividere in due singole somministrazioni ogni 12 ore.
Nei bambini con insufficienza moderata (clearance della creatinina di 40-20 ml/min) è sufficiente un dosaggio pari al 25% della normale dose giornaliera, da suddividere in due singole somministrazioni ogni 12 ore.
Nei bambini con insufficienza grave (clearance della creatinina di 20-5 ml/min) è sufficiente un dosaggio pari al 10% della normale dose giornaliera, da suddividere in due singole somministrazioni ogni 24 ore.
Tutte le suddette linee guida si riferiscono alla somministrazione successiva alla dose iniziale. Vedere anche paragrafo 4.4.
Pazienti anziani:
Nei pazienti anziani con funzione renale normale non è necessario alcun aggiustamento del dosaggio.
Durata del trattamento:
La durata del trattamento dipende dal decorso della malattia.
Modo di somministrazione
Cefazolina Qilu 1 g polvere per soluzione iniettabile o per infusione
Cefazolina Qilu può essere somministrato mediante iniezione intramuscolare (IM) profonda, iniezione endovenosa (EV) lenta o infusione endovenosa lenta.
Se si utilizza lidocaina come solvente, la soluzione risultante non deve essere in alcun caso somministrata per via endovenosa (vedere paragrafo 4.3). Si devono tenere in considerazione le informazioni riportate nel Riassunto delle caratteristiche del prodotto della lidocaina.
Cefazolina Qilu 2 g polvere per soluzione iniettabile o per infusione
Cefazolina Qilu può essere somministrato mediante iniezione endovenosa (EV) lenta o infusione endovenosa lenta.
Per le istruzioni sulla ricostituzione del medicinale prima della somministrazione, vedere paragrafo 6.6.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità alla Cefazolina Sodica.
  • Anamnesi di reazioni di ipersensibilità grave (ad es., reazioni anafilattiche) ad altri antibiotici beta-lattamici (penicilline, monobattami e carbapenemi).
Cefazolina Qilu 1 g polvere per soluzione iniettabile o per infusione
Prima di somministrare un'iniezione intramuscolare di cefazolina con una soluzione di lidocaina come solvente, si deve escludere la presenza di controindicazioni alla lidocaina (vedere paragrafo 4.4). Vedere le informazioni contenute nel Riassunto delle caratteristiche del prodotto della lidocaina, in special modo le controindicazioni. Le soluzioni di cefazolina contenenti lidocaina non devono mai essere somministrate per via endovenosa.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Ipersensibilità
Prima di iniziare la terapia occorre accertare che il paziente non abbia manifestato in precedenza reazioni di ipersensibilità verso le cefalosporine, le penicilline o altri farmaci.
La cefazolina deve ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Antibiotici
Si deve prendere in considerazione la possibile insorgenza di effetti antagonistici osservati in vitro con gli antibiotici ad azione batteriostatica (ad es., tetracicline, sulfonamidi, eritromicina, cloramfenicolo) in caso di ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Assumere Cefazolina Qilu durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Cefazolina Qilu durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Gli studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti di tossicità riproduttiva.
Cefazolina Qilu deve essere somministrata durante la gravidanza solo dopo un'attenta valutazione del rapporto beneficio/rischio, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Cefazolina Qilu non altera la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari. Tuttavia, possono verificarsi reazioni avverse (vedere anche paragrafo 4.8) che possono influire sulla capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.


Effetti indesiderati

All'interno di ciascun gruppo di frequenza, gli effetti indesiderati sono presentati in ordine di gravità decrescente. La frequenza delle reazioni avverse è definita come:
molto comune (≥ 1/10);
comune (≥ ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Sintomi di sovradosaggio
Un sovradosaggio può causare dolore, reazioni infiammatorie e flebite in corrispondenza della sede dell'iniezione. La somministrazione parenterale di dosi elevate di cefalosporine può causare capogiri, parestesia e cefalea. Il sovradosaggio di cefalosporine può scatenare convulsioni, particolarmente in pazienti con danno renale.
In seguito a un sovradosaggio possono verificarsi le seguenti alterazioni dei parametri di laboratorio: aumento della creatininemia, dell'azotemia, degli enzimi epatici e della bilirubina, positività al test di Coombs, trombocitemia, trombocitopenia, eosinofilia, leucopenia e allungamento del tempo di protrombina.
Trattamento del sovradosaggio
Se insorgono convulsioni, interrompere immediatamente la somministrazione del farmaco e, se clinicamente indicato, effettuare una terapia anticonvulsivante. Monitorare attentamente le funzioni e i parametri vitali. In casi di grave sovradosaggio in cui il paziente non risponde più ad altri trattamenti, può essere utile l'impiego combinato dell'emodialisi e dell'emoperfusione. Non esistono, comunque, dati certi a supporto dell'efficacia di tale approccio terapeutico.


ProprietÓ farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: antibatterici per uso sistemico, altri antibatterici beta-lattamici, cefalosporine di prima generazione
Codice ATC: J01DB04
Meccanismo d'azione
Tutte le cefalosporine (antibiotici beta-lattamici) inibiscono la sintesi della parete cellulare e ...


ProprietÓ farmacocinetiche

Assorbimento e distribuzione
Somministrazione intramuscolare:
La tabella seguente illustra i livelli di concentrazione sierica della cefazolina e la durata dell'azione dopo somministrazione intramuscolare nella farmacologia umana.
...


Dati preclinici di sicurezza

La tossicità acuta della cefazolina è bassa.
La somministrazione ripetuta di cefazolina a cani e ratti con modalità di iniezione differenti in un periodo da 1 a 6 mesi non ...


Elenco degli eccipienti

Nessuno


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Cefazolina Qilu a base di Cefazolina Sodica ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca