UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
menu

Calciparina

Ultimo aggiornamento: 19/02/2020

Foglietto Illustrativo

Confezioni

Calciparina sottoc. 10 fiale 0,2 ml 5.000 UI
Calciparina sottoc. 10 fiale 0,5 ml 12.500 UI

Cos'Ŕ Calciparina?

Calciparina Ŕ un farmaco a base del principio attivo Eparina Calcica, appartenente alla categoria degli Eparine e nello specifico Eparinici. E' commercializzato in Italia dall'azienda Italfarmaco S.p.A..

Calciparina pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Italfarmaco S.p.A.
Concessionario: Italfarmaco S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Eparina Calcica
Gruppo terapeutico: Eparine
Forma farmaceutica: soluzione (uso interno)

Indicazioni

Profilassi e terapia della malattia tromboembolica venosa e arteriosa.

Posologia

Secondo prescrizione medica.

Quando si somministra eparina sodica o calcica a dose anticoagulante, il loro dosaggio dovrebbe essere determinato con frequenti test di coagulazione. Se i test di coagulazione sono al di sopra dell'intervallo terapeutico o se si verificano emorragie, la dose dovrebbe essere ridotta o, se del caso, l'eparina dovrebbe essere sospesa (vedere paragrafo 4.4 Avvertenze speciali e precauzioni d'impiego).

Azione antagonista della protamina

La protamina serve per la rapida neutralizzazione dell'attività dell'eparina, in caso di sanguinamento significativo (vedere paragrafo 4.9 Sovradosaggio). La quantità richiesta dipende dal tasso ematico di eparina somministrata e dal tempo intercorso dall'iniezione. La somministrazione di protamina deve essere fatta in infusione lenta endovena; 50 mg di protamina neutralizzano 5.000 UI di eparina. La dose di protamina che si deve somministrare per neutralizzare un bolo eparinico cala in proporzione al tempo trascorso dalla somministrazione del bolo (subito dopo il bolo il 100% della dose, dopo 1 ora il 50%, dopo 2 ore il 25%).

La dose di protamina da somministrare in caso di infusione continua di eparina è quella utile per neutralizzare le UI di eparina infuse nelle ultime 4 ore.

In caso di trattamento con eparina calcica sottocute a dose anticoagulante si deve somministrare una dose di protamina per neutralizzare circa il 25% della ultima dose eparinica, ripetendo tale somministrazione ogni 3 ore fino a 4 volte.

MODALITA' DI RIEMPIMENTO DELLA SIRINGA

Accertarsi che il contenuto della fiala non sia raccolto nel collo: in questo caso trasferirlo sul fondo scuotendo ripetutamente la fiala e mantenendola successivamente in posizione eretta per almeno 30" al fine di consentire la completa raccolta del liquido sul fondo.
Quindi operare come segue:
  • rompere la fiala
  • aspirare con l'ago innestato sulla siringa evitando la formazione di bolle d'aria.
Qualora queste si producano:
  1. porre la siringa in posizione verticale con l'ago rivolto in alto
  2. aspirare un'ulteriore quantità d'aria
  3. percuotere leggermente e ripetutamente la siringa con un' unghia in modo da far raccogliere tutta l'aria nella parte superiore della siringa
  4. far fuoriuscire l'aria.
TECNICA DELL'INIEZIONE
L'iniezione, utilizzando una siringa da 1 ml graduata in decimi ed un ago da 45/100 di spessore e 10 mm di lunghezza, deve essere realizzata nel tessuto cellulare sottocutaneo, preferibilmente nei glutei o nella regione della cresta iliaca, sia a destra che a sinistra.
L'ago deve essere introdotto interamente, perpendicolarmente e non tangenzialmente, nello spessore di una plica cutanea realizzata tra il pollice e l'indice dell'operatore.
La plica deve essere mantenuta durante tutta la durata della iniezione. Se l'introduzione dell'ago ha determinato dolore vivo (lesione di un vaso), ritirarlo e praticare l'iniezione dal lato opposto.

Controindicazioni

L'eparina sodica o calcica non deve essere usata in pazienti:

  • con ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • con grave trombocitopenia;
  • nei quali non possano essere condotti ad appropriati intervalli i test di coagulazione come il tempo di coagulazione del sangue intero e il tempo di tromboplastina parziale attivato (APTT). Questa controindicazione si riferisce all'eparina sodica o calcica a dosi anticoagulanti; non c'e' generalmente bisogno di monitorare i parametri della coagulazione in pazienti che ricevono eparine a dosi basse profilattiche (inferiori o uguali a 0,2 ml per 3 volte die per l'eparina calcica o 15.000 unità die per l'eparina sodica);
  • con uno stato emorragico non controllato; qualora sia associato a coagulazione intravasale disseminata (DIC) l'uso dell'eparina andrà valutato nello specifico contesto clinico;
  • l'anestesia loco-regionale per procedure di chirurgia elettiva è controindicata nei pazienti che ricevono eparina a dosi anticoagulanti;
  • con accidenti cerebrovascolari emorragici;
  • in presenza di lesioni organiche ad elevato rischio di sanguinamento l'uso di eparina andrà valutato nello specifico contesto clinico considerando il rapporto rischio-beneficio nel singolo caso;
  • periodo di attività terapeutica delle antivitamine K.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Il trattamento di persone anziane, di soggetti con una storia di allergia o con insufficienza epatica o renale richiede una sorveglianza particolare.
Emorragie:
Possono avvenire in qualunque distretto dell'organismo ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Associazioni con farmaci che aumentano il rischio emorragico
Anticoagulanti orali
L'eparina sodica o calcica a dosaggio anticoagulante puo' prolungare lievemente il tempo di protrombina (incremento di circa 0,5 dell'INR). ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Calciparina" insieme ad altri farmaci come , etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Calciparina durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Calciparina durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
L'eparina non oltrepassa la barriera placentare.CALCIPARINA deve essere usata sotto una sorveglianza particolare durante la gravidanza, specialmente nell'ultimo trimestre e nell'immediato periodo post-partum, per il rischio di emorragia utero-placentare.
...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

CALCIPARINA non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.


Effetti indesiderati

Le reazioni avverse sono elencate di seguito per organo, apparato/sistema e per frequenza.
La frequenza è definita come: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1000, <1/100), rara (≥1/10000, ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Il sovradosaggio accidentale di eparina può causare complicanze emorragiche.
Il rischio di sanguinamento è proporzionale al livello di ipocoagulabilità e all'integrità vascolare del paziente.
La neutralizzazione della eparinemia si ottiene immediatamente per mezzo di una iniezione endovenosa di solfato di protamina che neutralizza l'eparina formando un complesso inattivo (vedere paragrafo 4.2 “Azione antagonista della protamina“).
Tuttavia, l'uso di questo antidoto deve tener conto dei suoi effetti collaterali.


ProprietÓ farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: antitrombotico – Codice ATC B01AB01
CALCIPARINA sottocutanea è una soluzione concentrata di eparina calcica (purificata da EDTA). Questo sale calcico è destinato appositamente al trattamento eparinico per via ...


ProprietÓ farmacocinetiche

Un'iniezione sottocutanea di 15.000 U.I. di eparina calcica comporta una eparinemia di 0,2 U.I./ml (quindi già efficace) tra il 15° e il 30° minuto.
La concentrazione in eparina cresce progressivamente ...


Dati preclinici di sicurezza

La tossicità dell'eparina è scarsa (la DL50 nel topo per via endovenosa è di 2 g/kg).
Dosi molto elevate possono essere somministrate agli animali da esperimento senza effetti tossici di rilievo: ...


Elenco degli eccipienti

a) CALCIPARINA 0,2 ml (5.000 U.I.)
Acqua per preparazioni iniettabili q.b. a 0,2 ml
b) CALCIPARINA 0,5 ml (12.500 U.I.)
Acqua per preparazioni iniettabili q.b. a 0,2 ml


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Calciparina a base di Eparina Calcica sono:

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Calciparina a base di Eparina Calcica

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Sistema di supporto alla prescrizione
Codifa Regulatory Assistance