UniversitÓ degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Branigen

Ultimo aggiornamento: 16/08/2021




Cos'Ŕ Branigen?

Branigen Ŕ un farmaco a base del principio attivo Levocarnitina Acetil Cloridrato, appartenente alla categoria degli Psicostimolanti e nello specifico Altri psicostimolanti e nootropi. E' commercializzato in Italia dall'azienda Alfasigma S.p.A..

Branigen pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.


Confezioni

Branigen 500 mg 30 compresse gastroresistenti
Branigen 500 mg granulato per soluz. orale 20 bustine
Branigen 500 mg/4 ml polv. e solv. per soluzione iniett. 5 flac. + 5 fiale

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Alfasigma S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: C
Principio attivo: Levocarnitina Acetil Cloridrato
Gruppo terapeutico: Psicostimolanti
ATC: N06BX12 - Acetilcarnitina
Forma farmaceutica: compressa gastroresistente

Indicazioni

Lesioni meccaniche e infiammatorie tronculari e radicolari del nervo periferico.

Posologia

0,5 - 1,5 g al giorno in 2-3 somministrazioni, secondo prescrizione medica.
La forma iniettabile può essere somministrata sia per via intramuscolo che endovena.
Le bustine devono essere sciolte in mezzo bicchiere d'acqua.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Il farmaco non presenta rischio di assuefazione o dipendenza.
La somministrazione di Branigen per via orale non richiede speciali precauzioni d'uso mentre la somministrazione endovenosa va effettuata lentamente. Sono possibili, in tale forma di somministrazione, arrossamenti con sensazione di calore al volto.
Branigen 500mg granulato per soluzione orale contiene meno di 1 mmole (23mg) di sodio sia per bustina che per dose massima giornaliera, cioè essenzialmente “senza sodio“.

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono note interazioni negative con altri farmaci.

FertilitÓ, gravidanza e allattamento

Benché negli studi sull'animale non si sia mai osservato alcun effetto dannoso sul feto, nella donna nel primo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento sarà opportuno somministrare il farmaco nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.


Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

BRANIGEN non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.


Effetti indesiderati

Gli eventi avversi sono classificati secondo la frequenza:
Molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1.000, <1/100), rara (≥1/10.000, <1/1.000), molto rara (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
Classificazione per sistemi ed organi
Comune
≥1/100 a <1/10
Non comune
≥1/1.000 a <1/100
Non nota
(non può essere stimata in base ai dati disponibili)
Disturbi del metabolismo e della nutrizione
 
Appetito ridotto
 
Disturbi psichiatrici
 
Insonnia,
 
Patologie del sistema nervoso
 
Capogiro, cefalea, iperestesia, neuralgia, parestesia
Iperattività psicomotoria, tremore
Patologie dell'orecchio e del labirinto
 
 
Vertigine
Patologie gastrointestinali
Diarrea, nausea,
Distensione addominale, dolore addominale, dolore addominale superiore, stipsi, dispepsia, flatulenza, disturbi gastrointestinali, vomito
 
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo
 
Prurito, rash, odore anormale della pelle
Eritema, orticaria
Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo
 
Artralgia, spasmi muscolari
 
Patologie generali e condizioni relative alla sede di somministrazione
 
Astenia, dolore in sede di iniezione*, edema periferico, dolore
Edema, Malessere
* Solo per somministrazione i.m./i.v.
Sono stati segnalati sporadici casi di lieve eccitazione che regrediscono prontamente con la diminuzione della posologia.
Segnalazione delle reazioni avverse sospette
La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Sovradosaggio

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.


Scadenza

Compresse gastroresistenti, granulato per soluzione orale in bustine e flaconcini di polvere e solvente iniettabili: 2 anni.


Conservazione

Polvere e solvente per soluzione iniettabile:
Conservare in frigorifero (2°C - 8°C).
Compresse e granulato per soluzione orale in bustine:
Non conservare a temperatura superiore ai 25°C


Elenco degli eccipienti

500 mg compresse gastroresistenti
Polivinilpirrolidone, cellulosa microcristallina, magnesio stearato, cellulosa acetoftalato, dietilftalato, dimeticone.
500 mg granulato per soluzione orale
Silice colloidale anidra, saccarina sodica, idrossipropilcellulosa, acqua tonica 1x1000, mannitolo.
500 mg/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile
Mannitolo.
Una fiala solvente contiene: acqua per preparazioni iniettabili.


Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Branigen a base di Levocarnitina Acetil Cloridrato sono: Nicetile

Foglietto Illustrativo


Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca