Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Bidien

Welcome Pharma S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 01/08/2022




Cos'è Bidien?

Bidien è un farmaco a base del principio attivo Budesonide, appartenente alla categoria degli Corticosteroidi e nello specifico Corticosteroidi, attivi (gruppo III). E' commercializzato in Italia dall'azienda Welcome Pharma S.p.A..

Bidien può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.


Confezioni

Bidien 0,025% crema tubo 30 g
Bidien 0,025% unguento tubo 30 g

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: IDI Farmaceutici S.r.l.
Concessionario: Welcome Pharma S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Budesonide
Gruppo terapeutico: Corticosteroidi
ATC: D07AC09 - Budesonide
Forma farmaceutica: crema

Indicazioni

BIDIEN è indicato nelle dermopatie sensibili ai corticosteroidi (dermatite seborroica, dermatite atopica, dermatite da contatto allergica o irritativa, lichen, psoriasi, neurodermatiti e altre) e nel trattamento sintomatico del prurito.

Posologia

Posologia
Applicare un piccolo quantitativo di prodotto con leggero massaggio due volte al giorno. Come trattamento di mantenimento è sufficiente di norma una applicazione giornaliera. Questa posologia vale anche per l'uso pediatrico.
Modo di somministrazione
La crema è facilmente spalmabile e viene assorbita con lieve massaggio, non unge e si usa specialmente nelle medicazioni senza bendaggio, nelle dermatosi irritative ed essudanti.
L'unguento, grazie al suo eccipiente di tipo grasso, è consigliato nelle forme dermatologiche squamose, crostose, lichenificate ed è particolarmente indicato nelle medicazioni con bendaggio occlusivo che possono essere tenute in situ per 12-24 ore.
La soluzione cutanea, per la sua particolare composizione, è indicata nelle dermatosi del cuoio capelluto e delle zone pilifere: si applica massaggiando la zona da trattare.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1; infezioni tubercolari e virali della cute trattata (herpes, varicella, ecc.); acne rosacea, ulcere cutanee. Il prodotto non è per uso oftalmico. La medicazione occlusiva è controindicata nelle lesioni essudative e nelle infezioni cutanee.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

L'applicazione epicutanea di corticosteroidi nel trattamento di dermatosi estese e/o per lunghi periodi di tempo può determinare fenomeni secondari da assorbimento sistemico (sindrome di Cushing, inibizione dell'asse ipotalamo-ipofisario): tale evenienza è più frequente nei bambini (per l'alto rapporto tra superficie cutanea e peso corporeo) e in caso di bendaggio occlusivo. Nell'uso in pediatria le pliche cutanee e il pannolino possono fungere da bendaggio occlusivo. Pertanto nel trattamento di affezioni croniche che richiedono lunghe terapie, qualora sia stato raggiunto un favorevole effetto terapeutico, la frequenza delle applicazioni e il dosaggio devono essere ridotti al minimo necessario per controllare i sintomi ed evitare le recidive, sospendendo l'uso del prodotto appena possibile. Durante la terapia è necessario sorvegliare le condizioni del paziente per isolare precocemente segni e sintomi da eccesso di corticoidi (astenia, ipertensione, turbe elettrolitiche, ecc.). In tutti gli altri casi è opportuno limitare l'uso di steroidi topici a brevi periodi di tempo.
I corticosteroidi topici possono essere applicati su cute infetta solo se preceduti o accompagnati da idonea terapia antibiotica e antifungina; in caso di insuccesso è necessario sospendere il trattamento.
L'uso prolungato o ripetuto del prodotto può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione.
Il prodotto non è per uso oftalmico.
Disturbi visivi
Con l'uso di corticosteroidi sistemici e topici possono essere riferiti disturbi visivi. Se un paziente si presenta con sintomi come visione offuscata o altri disturbi visivi, è necessario considerare il rinvio a un oculista per la valutazione delle possibili cause che possono includere cataratta, glaucoma o malattie rare come la corioretinopatia sierosa centrale (CSCR), che sono state segnalate dopo l'uso di corticosteroidi sistemici e topici.
Bidien Crema contiene:
  • Glicole propilenico: può causare irritazione della pelle.
  • Metilparaidrossibenzoato e propilparaidrossibenzoato: possono causare reazioni allergiche (anche ritardate)
  • Alcool cetilico: può causare reazioni sulla pelle localizzate (ad es. dermatite da contatto).
  • Alcooli di lanolina: possono causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da contatto).
Bidien Unguento contiene:
  • Alcooli di lanolina: possono causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da contatto).
  • Propilparaidrossibenzoato: può causare reazioni allergiche (anche ritardate)
Bidien Soluzione cutanea contiene:
  • Etanolo: questo medicinale contiene 31,6 g di alcol (etanolo) in ogni flacone. Può causare sensazione di bruciore sulla pelle danneggiata.
  • Glicole propilenico: può causare irritazione della pelle.

 


Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Dato che la funzione delle ghiandole surrenali può essere inibita, un test di stimolazione con ACTH per diagnosticare un'eventuale insufficienza ipofisaria potrebbe fornire risultati falsati (valori bassi).


Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Bidien" insieme ad altri farmaci come “Paxlovid”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Fertilità, gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento usare nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.


Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Nessuno.


Effetti indesiderati

Localmente si possono osservare arrossamento, edema, desquamazione, prurito come segni d'ipersensibilità verso il prodotto; altri effetti comprendono ipertricosi, eruzioni acneiformi, atrofia cutanea, teleangectasie, fragilità vasale, porpora e, dopo trattamenti prolungati (specie al volto), dermatiti pustolose di rimbalzo che, essendo sensibili agli steroidi si rendono evidenti solo al momento della sospensione di questi. L'uso prolungato e/o ad alte dosi può indurre una sindrome da eccesso con ipertensione arteriosa, astenia, adinamia, turbe del ritmo cardiaco, ipopotassiemia ed alcalosi metabolica. Nei trattamenti occlusivi si tenga presente che le pellicole usate per il bendaggio possono essere esse stesse causa di sensibilizzazione.
Si può verificare visione offuscata con frequenza non comune (vedere anche il paragrafo 4.4).
Segnalazione delle reazioni avverse sospette
La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse

Sovradosaggio

Dato la via di somministrazione, non è previsto un sovradosaggio che comporti soccorsi d'urgenza.


Scadenza

36 mesi dalla data di fabbricazione a confezionamento integro e conservato correttamente.


Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.


Elenco degli eccipienti

Bidien crema:
vaselina bianca 35 g; miristato di isopropile 15 g; alcool cetilico 7 g; macrogol cetostearile etere 5 g; alcooli di lanolina 5 g; gliceril monostearato 1 g; glicole propilenico 1 g; propilparaidrossibenzoato 0,1 g; metilparaidrossibenzoato 0,2 g; acido citrico monoidrato 0,1 g; sodio fosfato dibasico anidro 0,1 g; disodio edetato 0,1 g; acqua depurata q.b. a 100,0 g;
Bidien unguento:
olio di vaselina 20,000 g; vaselina bianca paraffinata 20,000 g; olio minerale e alcooli di lanolina 16,000 g; acqua distillata 3,000 g; propilparaidrossibenzoato 0,100 g; vaselina bianca q. b. a 100,000 g;
Bidien soluzione cutanea:
alcool etilico 31,600 g; metilglucosio etossilato 20,000 g; acido citrico 0,020 g; glicole propilenico q. b. a 100,000 g.


Foglietto Illustrativo


Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca