Università degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
menu

Appryo

Ultimo aggiornamento: 11/12/2018


Confezioni

Appryo 40 mg 14 compresse gastroresistenti

A cosa serve

Appryo è un farmaco a base del principio attivo Pantoprazolo Sale Sodico Sesquidrato, appartenente alla categoria degli Antiulcera e nello specifico Inibitori della pompa acida. E' commercializzato in Italia dall'azienda KRKA Farmaceutici Milano S.r.l..

Appryo può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Appryo serve per la terapia e cura di varie malattie e patologie come Esofagite, Gastrite, Sclerodermia, Ulcera.




Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare:Krka d.d. Novo Mesto
Concessionario:KRKA Farmaceutici Milano S.r.l.
Ricetta:RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe:A
Principio attivo:Pantoprazolo Sale Sodico Sesquidrato
Gruppo terapeutico:Antiulcera
Forma farmaceutica:compressa gastroresistente


Indicazioni

Adulti ed adolescenti dai 12 anni ed oltre.
  • Esofagite da reflusso.
Adulti
  • Eradicazione di Helicobacter pylori (H. pylori) in combinazione con un' appropriata terapia antibiotica in pazienti con ulcere associate ad H. pylori.
  • Ulcera gastrica e duodenale.
  • Sindrome di Zollinger-Ellison e altri stati patologici caratterizzati da ipersecrezione.

Posologia

Posologia
Adulti e adolescenti di 12 anni ed oltre
Esofagite da reflusso
Una compressa di Appryo al giorno. In casi particolari la dose può essere raddoppiata (aumento a 2 compresse al giorno di Appryo) specialmente quando non si è ottenuta risposta ad altro trattamento. Per il trattamento dell'esofagite da reflusso è normalmente richiesto un periodo di quattro settimane. Se ciò non fosse sufficiente, la guarigione si ottiene solitamente prolungando la terapia per ulteriori 4 settimane.
Adulti
Eradicazione di H. pylori in combinazione con due antibiotici appropriati
Nei pazienti positivi a H. pylori affetti da ulcere gastrica e duodenale, l'eradicazione del batterio deve essere effettuata con una terapia combinata. Relativamente alla resistenza batterica ed all'uso appropriato ed alla prescrizione di agenti antibatterici bisogna tenere in considerazione le linee guida locali ufficiali (es. raccomandazioni nazionali). In funzione del tipo di resistenza, si raccomanda l'adozione dei seguenti schemi di terapia per l'eradicazione di H. pylori:
a) Appryo una compressa due volte al giorno
+ amoxicillina 1000 mg due volte al giorno
+ claritromicina 500 mg due volte al giorno
b) Appryo una compressa due volte al giorno
+ metronidazolo 400 - 500 mg (o tinidazolo 500 mg) due volte al giorno
+ claritromicina 250 - 500 mg due volte al giorno
c) Appryo una compressa due volte al giorno
+ 1000 mg di amoxicillina due volte al giorno
+ metronidazolo 400 - 500 mg (o tinidazolo 500 mg di) due volte al giorno
Nella terapia combinata per l'eradicazione dell'infezione da H. pylori, la seconda compressa di Appryo deve essere assunta un'ora prima della cena. La terapia combinata va generalmente effettuata per 7 giorni e può essere prolungata per altri 7 giorni, fino ad una durata totale di due settimane. Nel caso in cui sia indicato un ulteriore trattamento con pantoprazolo per assicurare la cicatrizzazione dell'ulcera, si deve adottare la dose raccomanda per il trattamento dell'ulcera gastrica e duodenale.
Se non è proponibile la terapia combinata, ad esempio il paziente è risultato negativo ad H. pylori, si applichino le seguenti linee guida per la monoterapia con Appryo:
Trattamento di ulcera gastrica
Una compressa di Appryo al giorno. In casi particolari la dose potrà essere raddoppiata (aumentata a 2 compresse di Appryo al giorno) in special modo quando non si sia ottenuta risposta ad altro trattamento. Per il trattamento dell'ulcera gastrica è normalmente richiesto un periodo di quattro settimane. Se ciò non fosse sufficiente, la cicatrizzazione si ottiene solitamente prolungando la terapia per ulteriori 4 settimane.
Trattamento di ulcera duodenale
Una compressa di Appryo al giorno.
In casi particolari la dose potrà essere raddoppiata (aumenta a 2 compresse di Appryo al giorno) in special modo quando non si sia ottenuta risposta ad altro trattamento. La cicatrizzazione dell'ulcera duodenale si ottiene generalmente entro 2 settimane. Se un periodo di 2 settimane non è sufficiente, la cicatrizzazione si ottiene nella totalità dei casi dopo ulteriori 2 settimane di terapia.
Sindrome di Zollinger –Ellison e altri stati patologici caratterizzati da ipersecrezione acida
Per il trattamento a lungo termine della sindrome di Zollinger –Ellison e degli altri stati patologici caratterizzati da ipersecrezione acida i pazienti devono iniziare il trattamento con una dose giornaliera di 80 mg (2 compresse di Appryo 40 mg). In seguito, il dosaggio può essere aumentato o ridotto secondo necessità sulla base di valutazioni strumenali della secrezione acida individuale. Con dosaggi superiori a 80 mg al giorno, la dose deve essere suddivisa in due somministrazioni giornaliere. È possibile incrementare temporaneamente la dose giornaliera al di sopra di 160 mg di pantoprazolo ma per periodi non superiori a quanto necessario per ottenere un controllo adeguato della secrezione acida.
La durata della terapia nella sindrome di Zollinger – Ellison e degli altri stati patologici caratterizzati da ipersecrezione acida non ha restrizioni e deve essere adattata secondo la necessità cliniche.
Particolari gruppi di pazienti
Pazienti anziani
Nessun aggiustamento del dosaggio è necessario nei pazienti anziani.
Compromissione epatica
Non si deve superare una dose giornaliera di 20 mg di pantoprazolo (1 compressa da 20 mg di pantoprazolo) nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa. Appryo non deve essere impiegato nel trattamento combinato per l'eradicazione di H. pylori nei pazienti con disfunzione epatica da moderata a severa, poichè attualmente non sono disponibili dati sull'efficacia e la sicurezza di Appryo nel trattamento combinato di questi pazienti (vedere paragrafo 4.4).
Danno renale
Non è necessario un aggiustamento della dose nei pazienti con funzionalità renale compromessa. Appryo non deve essere utilizzato nel trattamento combinato per l'eradicazione di H. pylori nei pazienti con insufficienza renale, poichè attualmente non sono disponibili dati sull'efficacia e la sicurezza di Appryo nel trattamento combinato di questi pazienti.
Popolazione pediatrica
Bambini al di sotto dei 12 anni di età
L'uso di Appryo non è raccomandato nei bambini al di sotto dei 12 anni di età a causa dei dati limitati sulla sicurezza e l'efficacia in questa fascia di età.
Modalità di somministrazione
Le compresse non devono essere masticate o frantumate, e devono essere inghiottite intere 1 ora prima di un pasto con un po' d'acqua.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo, ai derivati benzimidazolici, al sorbitolo o ad uno qualsiasi degli altri eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
...

Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Compromissione epatica
Nei pazienti con grave compromissione epatica, gli enzimi epatici devono essere periodicamente controllati durante la terapia con il pantoprazolo, specialmente nell'uso a lungo termine. In caso di aumento ...

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Medicinali con farmacocinetica di assorbimento del pH dipendente
A causa della inibizione marcata e di lunga durata della secrezione acida gastrica, pantoprazolo può interferire con l'assorbimento di altri medicinali per ...

Prima di prendere "Appryo" insieme ad altri farmaci come “Afslamet”, “Alkeran”, “Cefodox”, “Cefpodoxima Mylan”, “Cefpodoxima Sandoz”, “Dasatinib EG”, “Evotaz”, “Immutrex”, “Iressa”, “Isentress”, “Melfalan Teva”, “Melfalan Tillomed”, “Methotrexate”, “Metother”, “Metotressato Teva”, “Metotrexato Accord”, “Metotrexato Doc Generici”, “Metotrexato Pfizer”, “Orelox”, “Otreon”, “Proxedox”, “Reumaflex”, “Reyataz”, “Sprycel”, “Tarceva”, “Velos”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Appryo durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Appryo durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
Una quantità moderata di dati nelle donne in gravidanza (risultati tra 300-1000 gravidanze) non indicano tossicità malformative o feto/neonatali del pantoprazolo.
Gli studi condotti sugli animali hanno evidenziato una ...

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Il pantoprazolo non altera o altera in modo trascurabile la capacità di guidare veicoli o utilizzare macchinari. Si possono manifestare reazioni avverse al farmaco come capogiri e disturbi visivi (vedere ...

Effetti indesiderati

Ci si può aspettare che circa il 5% dei pazienti manifesti reazioni avverse al farmaco (ADRs). Le ADRs più comunemente riportate sono diarrea e mal di testa, entrambe riscontrabili in ...

Sovradosaggio

Sintomi
Non sono noti sintomi di sovradosaggio nell'uomo.
L'esposizione sistemica fino a 240 mg somministrati per via endovenosa in due minuti è risultata ben tollerata.
Somministrazione
Poiché il pantoprazolo è ...

Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmaco-terapeutica: Inibitori della pompa protonica
Codice ATC: A02BC02
Meccanismo di azione
Il pantoprazolo è un derivato benzimidazolico che inibisce la secrezione di acido cloridrico nello stomaco bloccando specificatamente le ...

Proprietà farmacocinetiche

Assorbimento
Il pantoprazolo viene assorbito rapidamente e la concentrazione plasmatica massima si raggiunge già dopo una singola dose orale di 40 mg. In media, le concentrazioni sieriche massime sono pari ...

Dati preclinici di sicurezza

I dati preclinici non hanno evidenziato rischi particolari per l'uomo sulla base di studi convenzionali di sicurezza farmacologica, tossicità a dosi ripetute e genotossicità.
Nell'ambito di studi di carcinogenesi a ...

Elenco degli eccipienti

Nucleo della compressa
Mannitolo
Crospovidone (tipo B)
Sodio carbonato anidro
Sorbitolo (E420)
Calcio stearato
Rivestimento
Ipromellosa
Povidone (K25)
Titanio diossido (E171)
Ferro ossido giallo (E172)
Glicole propilenico
Acido metacrilico – ...

Farmaci Equivalenti

I farmaci equivalenti di Appryo a base di Pantoprazolo Sale Sodico Sesquidrato sono: Gastroloc, Inipant, Inizol, Nolpaza, Pancleus, Pantecta, Pantofir, Pantopan, Pantoprazolo ABC, Pantoprazolo Almus, Pantoprazolo Alter, Pantoprazolo Aristo, Pantoprazolo Aurobindo, Pantoprazolo DOC, Pantoprazolo EG, Pantoprazolo Germed, Pantoprazolo Krka, Pantoprazolo Mylan, Pantoprazolo Pensa, Pantoprazolo Ranbaxy, Pantoprazolo Sandoz, Pantoprazolo Tecnigen, Pantoprazolo Tecnigen Italia, Pantoprazolo TEF, Pantoprazolo Teva Italia, Pantoprazolo Zentiva, Pantorc, Pantorex, Peptazol, Prinzol, Tecnozol, Zolium, Zolonib ...

Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Appryo a base di Pantoprazolo Sale Sodico Sesquidrato

Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Sistema di supporto alla prescrizione
Serinfar Regulatory Assistance