UniversitÓ degli Studi di Milano Federazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Alendronato Pensa

Ultimo aggiornamento: 20/07/2021




Cos'Ŕ Alendronato Pensa?

Alendronato Pensa Ŕ un farmaco a base del principio attivo Acido Alendronico Sale Sodico, appartenente alla categoria degli Osteomodulanti e nello specifico Bifosfonati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Pensa Pharma S.p.A..

Alendronato Pensa pu˛ essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Alendronato Pensa 70 mg 4 compresse

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Pensa Pharma S.p.A.
Concessionario: Pensa Pharma S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Acido Alendronico Sale Sodico
Gruppo terapeutico: Osteomodulanti
Forma farmaceutica: compressa

Indicazioni

Trattamento dell'osteoporosi post-menopausa. L'acido alendronico riduce il rischio di fratture vertebrali e dell'anca.

Posologia

La dose raccomandata è di una compressa da 70 mg una volta alla settimana.
Non è stata stabilita la durata ottimale del trattamento con bifosfonati per l'osteoporosi. La necessità di un trattamento continuativo deve essere rivalutata in ogni singolo paziente periodicamente in funzione dei benefici e dei rischi potenziali di acido alendronico, in particolare dopo 5 o più anni d'uso.
Per consentire un adeguato assorbimento dell'acido alendronico
L'acido alendronico deve essere assunto almeno 30 minuti prima della prima assunzione di cibo, bevanda o medicinale della giornata, con acqua del rubinetto perché altre bevande (inclusa l'acqua minerale), il cibo ed altri medicinali possono ridurre l'assorbimento dell'acido alendronico (vedere paragrafo 4.5).
Per facilitare il transito nello stomaco e ridurre il rischio potenziale di irritazione/eventi indesiderati locali ed esofagei (vedere paragrafo 4.4)
  • L'acido alendronico deve essere assunto deglutendolo con un bicchiere d'acqua del rubinetto pieno (non meno di 200 ml), solo dopo essersi alzati al mattino.
  • I pazienti devono deglutire la compressa di acido alendronico solo intera. I pazienti non devono frantumare o masticare o far sciogliere in bocca le compresse a causa del rischio di ulcerazioni oro-faringee.
  • I pazienti non devono sdraiarsi fino a quando non hanno consumato il primo pasto della giornata, il che deve avvenire almeno mezz'ora dopo l'assunzione della compressa.
  • I pazienti non devono sdraiarsi per almeno 30 minuti dopo aver preso l'acido alendronico.
  • L'acido alendronico non deve essere assunto prima di coricarsi o prima di alzarsi.
I pazienti devono assumere supplementi di calcio e vitamina D se il loro apporto con la dieta è insufficiente (vedere paragrafo 4.4).
Uso negli anziani
Negli studi clinici non sono emerse differenze dovute all'età nell'efficacia e nel profilo di sicurezza dell'acido alendronico. Pertanto, non è richiesto un aggiustamento della dose per i pazienti anziani.
Uso nella compromissione renale
L'aggiustamento del dosaggio non è necessario nei pazienti con GFR >35 ml/min.
L'acido alendronico non è raccomandato in pazienti con GFR <35 ml/min. a causa della mancanza di esperienza clinica in merito.
Pazienti pediatrici: l'alendronato sodico non è raccomandato per l'uso nei bambini di età inferiore ai 18 anni a causa dei dati insufficienti sulla sicurezza e l'efficacia in condizioni associate all'osteoporosi pediatrica (vedere anche paragrafo 5.1).
Osteoporosi indotta da glucocorticoidi: l'acido alendronico 70 mg non è stato studiato per il trattamento dell'osteoporosi indotta da glucocorticoidi.

Controindicazioni

  • Anomalie dell'esofago o altri fattori che ne riducono lo svuotamento, come stenosi o acalasia.
  • Impossibilità a stare in piedi o seduti, in posizione eretta per almeno 30 minuti.
  • Ipersensibilità all'acido alendronico o ad uno o più dei suoi eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
  • Ipocalcemia.
  • Vedere anche paragrafo 4.4.


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

L'acido alendronico può causare irritazione locale delle membrane mucose della parte superiore del tratto gastrointestinale. Poiché vi è il rischio potenziale di un peggioramento della malattia concomitante, si deve usare ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

In caso di somministrazione concomitante è probabile che cibo e bevande (inclusa l'acqua minerale), supplementi di calcio, antiacidi ed alcuni medicinali somministrati per via orale, possano interferire con l'assorbimento dell'acido ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Assumere Alendronato Pensa durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Alendronato Pensa durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza
L'acido alendronico non deve essere usato durante la gravidanza. Non si dispone di dati adeguati sull'uso di acido alendronico in donne in gravidanza.
Studi sugli animali non indicano effetti ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacitÓádi guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Non sono stati effettuati studi sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari. Tuttavia alcune reazioni avverse che sono state riportate con acido alendronico possono avere effetti in alcuni pazienti sulla capacità di guidare veicoli o usare macchinari. Le risposte individuali all'acido alendronico possono variare (vedere paragrafo 4.8).


Effetti indesiderati

In uno studio ad un anno in donne in postmenopausa con osteoporosi, il profilo globale di sicurezza dell'acido alendronico 70 mg una volta alla settimana (n = 519) e dell'acido ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

Il sovradosaggio può causare ipocalcemia, ipofosfatemia ed effetti collaterali del tratto gastrointestinale superiore come disturbi gastrici, pirosi gastrica, esofagite, gastrite o ulcera.
Non vi sono specifiche informazioni sul trattamento del sovradosaggio da acido alendronico. Latte o antiacidi devono essere ingeriti per legare l'acido alendronico. A causa del rischio di irritazione esofagea, non deve essere indotto il vomito ed il paziente deve rimanere in posizione completamente eretta.


ProprietÓ farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Bifosfonati, farmaci per il trattamento delle malattie delle ossa.
Codice ATC: M05BA04.
L'ingrediente attivo di ALENDRONATO PENSA, l'alendronato sodico, è un bifosfonato che inibisce il riassorbimento osteoclastico dell'osso ...


ProprietÓ farmacocinetiche

Assorbimento
Rispetto ad una dose endovenosa di riferimento, la biodisponibilità orale media dell'acido alendronico nelle donne è stata dello 0,64% per dosi da 5 a 70 mg somministrati dopo una ...


Dati preclinici di sicurezza

Sulla base di sperimentazioni convenzionali di sicurezza, farmacologia, tossicità a dosi ripetute, genotossicità e potenziale carcinogenetico, i dati preclinici non hanno rivelato alcun speciale rischio per gli essere umani. Studi ...


Elenco degli eccipienti

Mannitolo (E421)
Croscarmellosa sodica
Magnesio stearato
Talco
Silice colloidale anidra.


Farmaci Equivalenti


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Alendronato Pensa a base di Acido Alendronico Sale Sodico ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o pi¨ prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca