transparent
Università degli Studi di MilanoFederazione Ordini Farmacisti Italiani
banda blu

Abesart - Compressa Rivestita

Genetic S.p.A.
Ultimo aggiornamento: 17/09/2021




Cos'è Abesart - Compressa Rivestita?

Abesart - Compressa Rivestita è un farmaco a base del principio attivo Irbesartan, appartenente alla categoria degli Antagonisti dell'angiotensina II e nello specifico Bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARBs), non associati. E' commercializzato in Italia dall'azienda Genetic S.p.A..

Abesart - Compressa Rivestita può essere prescritto con Ricetta RR - medicinali soggetti a prescrizione medica.

Confezioni

Abesart 150 mg 28 compresse rivestite con film

Informazioni commerciali sulla prescrizione

Titolare: Genetic S.p.A.
Ricetta: RR - medicinali soggetti a prescrizione medica
Classe: A
Principio attivo: Irbesartan
Gruppo terapeutico: Antagonisti dell'angiotensina II
Forma farmaceutica: compressa rivestita

Indicazioni

Trattamento dell'ipertensione essenziale.
Trattamento di malattie renali in pazienti con ipertensione e diabete mellito tipo 2 come parte di un regime di farmaci antipertensivi (vedi sezione 5.1).

Posologia

La usuale dose iniziale e di mantenimento raccomandata è di 150 mg una volta al giorno, con o senza cibo. Abesart alla dose di 150 mg una volta al giorno generalmente fornisce un migliore controllo della pressione arteriosa nell'arco delle 24 ore rispetto a 75 mg. Tuttavia l'inizio della terapia con 75 mg deve essere preso in considerazione, particolarmente in pazienti emodializzati e nei pazienti anziani di età superiore ai 75 anni.
In pazienti insufficientemente controllati con 150 mg una volta al giorno, la dose di Abesart può essere aumentata a 300 mg, oppure può essere aggiunto un altro agente antipertensivo. In particolare l'aggiunta di un diuretico come l'idroclorotiazide ha mostrato un effetto additivo con Abesart (vedi sezione 4.5).
In pazienti ipertesi con diabete di tipo 2 si dovrebbe iniziare la terapia con 150 mg di Irbesartan una volta al giorno e aumentarla fino a 300 mg una volta al giorno come dose di mantenimento preferita per il trattamento della malattia renale.
La dimostrazione del beneficio sul rene nei pazienti ipertesi con diabete di tipo 2 si basa su studi nei quali l'irbesartan è stato impiegato in aggiunta ad altri medicinali antipertensivi, al bisogno, per raggiungere la pressione arteriosa desiderata. (vedi sezione 5.1).
Popolazioni speciali
Ridotta funzionalità renale: Nei soggetti con ridotta funzionalità renale non si rende necessaria alcuna variazione del dosaggio. Una dose iniziale più bassa (75 mg) deve essere presa in considerazione nei pazienti sottoposti ad emodialisi (vedi sezione 4.4).
Insufficienza epatica: Nei soggetti con lieve o moderata insufficienza epatica non si rende necessaria alcuna variazione del dosaggio. Non ci sono dati clinici relativi a pazienti con insufficienza epatica grave.
Pazienti anziani: Sebbene negli anziani di età superiore ai 75 anni debba essere presa in considerazione la possibilità di iniziare la terapia con 75 mg, generalmente non è necessario l'aggiustamento della dose.
Pazienti pediatrici: la sicurezza e l'efficacia nei bambini da 0 a 18 anni non è stata stabilita. I dati attualmente disponibili sono descritti nelle sezioni 4.8, 5.1 e 5.2 ma non può essere fatta nessuna raccomandazione sulla posologia.
Metodo di somministrazione
Uso orale.

Controindicazioni

Ipersensibilità nei confronti della sostanza attiva o ad uno qualsiasi degli eccipienti (vedi sezione 6.1).
Secondo e terzo trimestre di gravidanza (vedi sezioni 4.4 e 4.6).


Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

Deplezione del volume intravascolare: ipotensione sintomatica, soprattutto dopo la prima dose, si può verificare in pazienti volume e/o sodio-depleti a causa di intenso trattamento diuretico, dieta iposodica, diarrea o vomito. ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Diuretici ed altri agenti antipertensivi: altri agenti antipertensivi possono aumentare gli effetti ipotensivi dell'irbesartan; comunque Abesart è stato somministrato senza problemi con altri farmaci antipertensivi, come beta-bloccanti, calcio-antagonisti ad azione ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Interazioni riportate su letteratura scientifica internazionale
Prima di prendere "Abesart - Compressa Rivestita" insieme ad altri farmaci come “Rasilez HCT”, etc.., chiedi al tuo al tuo medico o farmacista di fiducia di verificare che sia sicuro e non dannoso per la tua salute ...

Assumere Abesart - Compressa Rivestita durante la gravidanza e l'allattamento

Posso prendere Abesart - Compressa Rivestita durante la gravidanza e l'allattamento?
Gravidanza: l'uso di AIIRA non è raccomandato nel primo trimestre dei gravidanza (vedi sezione 4.4). L'uso di AIIRA è controindicato nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza (vedi sezioni ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

L'influenza di Irbesartan sulla capacità di guidare e sull'uso di macchinari non è stata studiata. In relazione alle sue proprietà farmacodinamiche è difficile che irbesartan influenzi tali capacità. In caso di guida di veicoli o uso di macchinari, è da tener presente che vertigini o stanchezza possono occasionalmente verificarsi durante il trattamento.


Effetti indesiderati

In studi clinici controllati con placebo su pazienti ipertesi, l'incidenza totale degli eventi avversi nei soggetti trattati con Irbesartan (56.2%) è stata sovrapponibile a quella rilevata nei soggetti trattati con ...

Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Sovradosaggio

L'esperienza in adulti trattati con dosi fino a 900 mg/die per 8 settimane non hanno dimostrato tossicità. Le più probabili manifestazioni del sovradosaggio sono ritenute essere l'ipotensione e la tachicardia; anche la bradicardia può associarsi al sovradosaggio. Non sono disponibili informazioni specifiche per il trattamento del sovradosaggio da Abesart. Il paziente dovrà essere strettamente monitorato ed il trattamento dovrà essere sintomatico e di supporto. Le misure suggerite includono induzione di emesi e/o lavanda gastrica. Nel trattamento del sovradosaggio può essere utilizzato il carbone attivo. Irbesartan non viene rimosso per emodialisi.


Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: antagonisti dell'angiotensina-II, codice ATC: C09C A04.
Meccanismo d'azione: Irbesartan è un antagonista, potente e selettivo, dei recettori dell'angiotensina-II (tipo AT1 ), attivo per somministrazione orale. Si ritiene che ...


Proprietà farmacocinetiche

Dopo somministrazione orale, Irbesartan è ben assorbito: studi di biodisponibilità assoluta hanno dato valori di circa 60-80%. La concomitante assunzione di cibo non influenza significativamente la biodisponibilità di irbesartan. Il ...


Dati preclinici di sicurezza

Non c'è evidenza di abnorme tossicità d'organo bersaglio o sistemica a dosi clinicamente appropriate. In studi preclinici di sicurezza, alte dosi di Irbesartan (≥ 250 mg/kg/die nei ratti e ≥ ...


Elenco degli eccipienti

Nucleo:
Lattosio monoidrato
Cellulosa microcristallina
Croscarmellosa sodica
Poloxamer 188
Amido pregelatinizzato
Magnesio stearato
Rivestimento:
Idrossipropilcellulosa
Hypromellose
Titanio diossido
Talco


Farmaci Equivalenti


Farmaci Esteri

Per conoscere i farmaci esteri che corrispondono ad Abesart - Compressa Rivestita a base di Irbesartan ...
Vedi la Scheda Tecnica del farmaco - RCP - completa: accedi al sito www.codifa.it

Fonti Ufficiali



Servizi Avanzati

Digita il Marchio o il Principio
Attivo di 2 o più prodotti e trova
le interazioni.
Marchio / Principio Attivo 1

Marchio / Principio Attivo 2




Cerca